GEOPOLITICA DEL MONDO MODERNO

Category archive

REGIONI

Cooperazione tra la Commissione e il Comitato delle regioni per la ripresa dell’UE

EUROPA di

Al fine di sostenere le amministrazioni locali e regionali per una ripresa forte e una transizione giusta, Elisa Ferreira e Apostolos Tzitzikostas firmeranno un piano d’azione che prevede programmi di investimento sostenuti dal nuovo quadro finanziario pluriennale e da NextGenerationEU.

La Commissione e il Comitato europeo delle regioni intensificheranno la cooperazione per sostenere la ripresa delle regioni dell’UE durante l’attuale quadro finanziario pluriennale (QFP). A tal fine, la Commissaria europea per la Coesione e le riforme, Elisa Ferreira, firmerà un piano d’azione congiunto con il Presidente del Comitato europeo delle regioni, Apostolos Tzitzikostas. Continue reading “Cooperazione tra la Commissione e il Comitato delle regioni per la ripresa dell’UE” »

Intervista a Menotti Lippolis

EUROPA di

Il presidente di Confindustria Gabriele Menotti Lippolis, ha rilasciato un’intervista al quotidiano finanziario tedesco “Börsen-Zeitung”, in cui ha espresso la sua preoccupazione per l’Italia riguardante l’opportunità del PNRR. Egli ha infatti paura che l’Italia non sia in grado di investire le risorse a causa dei problemi legati alla burocrazia del paese.

Continue reading “Intervista a Menotti Lippolis” »

Pubblicati i risultati dello screening sulle recensioni dei consumatori sui siti web

EUROPA di

Sono stati pubblicati i dati riguardanti la veridicità delle recensioni dei consumatori sui siti web. Molti dei negozi online e dei marketplace che sono stati esaminati, hanno suscitato dubbi sull’affidabilità delle loro recensioni non potendo dimostrare la validità di quest’ultime. La commissione europea si impegnerà per assicurare che queste attività online forniscano solo valutazioni veritiere. Continue reading “Pubblicati i risultati dello screening sulle recensioni dei consumatori sui siti web” »

COMMISSIONE EUROPEA: INDAGINE SETTORIALE SULL’INTERNET DEGLI OGGETTI DI CONSUMO

EUROPA di

La Commissione europea ha reso pubblici i risultati sull’indagine inerente alla concorrenza relativa all’internet degli oggetti di consumo. La ricerca in questione ha individuato i potenziali problemi circa la concorrenza all’interno dei mercati in rapida crescita e i servizi connessi all’internet delle cose all’interno dell’Unione.

La Vicepresidente esecutiva responsabile della politica di concorrenza ha dichiarato: “L’internet degli oggetti di consumo è sempre più parte della nostra vita quotidiana. I risultati della nostra indagine settoriale confermano le preoccupazioni individuate nella relazione preliminare. Si tratta di un mercato con forti barriere all’ingresso e pochi operatori integrati verticalmente e caratterizzato da preoccupazioni per quanto riguarda, tra l’altro, l’accesso ai dati, l’interoperabilità o le pratiche di esclusività. Confidiamo che i risultati dell’indagine orienteranno in futuro i lavori della Commissione sul controllo del rispetto delle norme e sulla regolamentazione; inoltre, ci auguriamo che incoraggino le imprese ad agire in modo proattivo per rispondere a queste preoccupazioni”.

I documenti che sono stati pubblicati a riguardo rappresentano le conclusioni della Commissione Europea, tenendo conto delle osservazioni che sono state fatte nel corso della consultazione pubblica nella relazione preliminare del giugno 2021 e confermano le conclusioni della relazione preliminare pubblicata in quello stesso mese. Le osservazioni comprendono: o contributi dei portatori di interessi quali principali attori dell’internet degli oggetti di consumo, i fabbricanti di dispositivi intelligenti, i fornitori di contenuti creativi, le associazioni degli operatori nel campo delle telecomunicazioni

Risultati principali dell’indagine settoriale

I principali risultati dell’indagine settoriale sull’internet degli oggetti di consumo riguardano i seguenti aspetti:

  1. caratteristiche dei prodotti e dei servizi;
  2. caratteristiche di concorrenza all’interno dei mercati e dei servizi;
  3. individuazione delle aree potenzialmente problematiche;
  4. prospettive future per il settore.

 

Caratteristiche dei prodotti e dei servizi

I risultati dell’indagine settoriale indicano che il settore dell’internet degli oggetti è in rapida crescita e che sta, sempre di più, entrando all’interno della quotidianità delle persone. Aumenta, inoltre, la disponibilità di assistenti vocali utilizzabili come interfacce utente che consentono l’interazione con altri dispostivi intelligenti e servizi internet degli oggetti di consumo,

Caratteristiche della concorrenza nei mercati dei prodotti e dei servizi

Secondo la maggior parte dei portatori di interessi che hanno partecipato all’inchiesta settoriale, il costo degli investimenti tecnologici costituisce uno dei principali ostacoli all’entrata ed espansione nel settore. Questi costi sono particolarmente elevati per quanto concerne il mercato degli assistenti vocali. Le caratteristiche concorrenziali del settore costituiscono un altro importante ostacolo all’entrata nel settore, in quanto un gran numero di portatori d’interessi ha segnalato difficoltà a competere con imprese integrate verticalmente, che hanno costruito i propri ecosistemi all’interno e all’esterno del settore dell’internet degli oggetti (ad esempio Google, Amazon, Apple). Tali imprese, infatti, determinano i processi per integrare dispositivi, servizi intelligenti e mobili all’interno del sistema dell’internet degli oggetti di consumo, dal momento che forniscono i sistemi operativi dei dispositivi mobili più comuni e i principali assistenti vocali.

individuazione delle aree potenzialmente problematiche

I portatori d’interessi hanno espresso preoccupazioni inerenti ai seguenti aspetti:

  • determinare pratiche di esclusività e di vendita veicolata connesse agli assistenti vocali nonché pratiche che limitano la possibilità di utilizzare assistenti vocali diversi sullo stesso dispositivo intelligente;
  • il ruolo degli assistenti vocali e dei sistemi operativi per i dispositivi intelligenti come intermediari tra gli utenti, da un lato, e i dispositivi intelligenti o i servizi di internet degli oggetti di consumo, dall’altro. Questo ruolo, combinato con la loro funzione chiave di produzione e raccolta dati, inoltre, consentirebbe a questi intermediari di controllare i rapporti con i propri utenti. In tale contesto, i portatori d’interessi ritengono che l’accesso a grandi quantità di dati e il conseguente accumulo consentano ai fornitori di assistenti vocali di migliorare la loro posizione di mercato e di penetrare più facilmente nei mercati contigui:
  • La mancanza di interoperabilità nel settore dell’internet degli oggetti di consumo, dovuta alla predominanza di tecnologie proprietarie, che talvolta ha portato alla creazione di “norme di fatto”. In particolare, si ritiene che alcuni fornitori di assistenti vocali e sistemi operativi controllino unilateralmente i processi di interoperabilità e integrazione e, dunque, siano in grado di limitare le funzionalità dei dispositivi intelligenti e dei servizi di internet degli oggetti di consumo di terzi rispetto ai propri.

Prospettive future per il settore

Le informazioni raccolte nell’ambito dell’indagine settoriale serviranno per orientare, in futuro, i lavori della Commissione nei settori del controllo e dell’attuazione delle norme e della regolamentazione. Qualsiasi misura volta a far rispettare le regole della concorrenza a seguito dell’indagine settoriale dovrà basarsi su un esame caso per caso. La Commissione userà le conclusioni dell’indagine settoriale come base dei suoi lavori per l’attuazione della strategia digitale europea. Nello specifico, i risultati dell’indagine settoriale contribuiranno anche al dibattito legislativo in corso sulla proposta della Commissione per una legge sui mercati digitali.

A ciò si aggiunge il fatto che indagini settoriali come questa possono indurre le imprese a rivedere le loro pratiche commerciali. A riguardo, la Commissione Europea ricorda la recente revisione, da parte di Amazon, di alcune condizioni business-to-business applicabili ai suoi servizi automatici e intelligenti per riordinare i prodotti.

“CONFASSOCIAZIONI” INAUGURA UN NUOVO BRANCH INTERNAZIONALE: NASCE “CONFASSOCIAZIONI SPAGNA”

EUROPA/Europe di

Dopo soli 10 mesi dalla nascita di “Confassociazioni UK”, prima struttura internazionale della Confederazione “Confassociazioni”, è stata presentata “Confassociazioni Spagna”, il cui nuovo presidente è Stefano Ticozzelli. Tra gli obiettivi del progetto, la creazione di una comunità di dialogo e supporto all’economia e alle imprese italiane e iberiche – con gli associati che avranno la possibilità di confrontarsi e scambiarsi il loro know-how – e la possibilità di creare un ponte con il Sud America.

Roma, 20 gennaio 2022 – “È stata presentata ieri pomeriggio a Madrid, presso il Centro Cultural de Los Ejercito, ‘Confassociazioni Spagna’, la nuova importante branch internazionale della nostra Confederazione”. Lo hanno dichiarato, in una nota congiunta, il Presidente di CONFASSOCIAZIONI, Angelo DEIANA e il Presidente di Confassociazioni Spagna, Stefano G. TICOZZELLI. Continue reading ““CONFASSOCIAZIONI” INAUGURA UN NUOVO BRANCH INTERNAZIONALE: NASCE “CONFASSOCIAZIONI SPAGNA”” »

Vulcano Tonga e tsunami: i bisogni umanitari rischiano di essere enormi. Save the Children è in prima linea.

ASIA PACIFICO di

Vulcano Tonga e successivo tsunami. I bisogni umanitari rischiano di essere enormi. Save the Children, preoccupata per le sorti dei minori, è pronta a intervenire.

Questo l’allarme di Save the Children, l’Organizzazione internazionale che da oltre 100 anni lotta per salvare le bambine e i bambini a rischio e garantire loro un futuro.

A causa dell’eruzione del vulcano Hunga Tonga avvenuta il 14 gennaio 2022 e del conseguente tsunami, Save the Children teme per i rischi sulla salute di migliaia di minori ed è pronta a intervenire e mettendo a disposizione il proprio programma per l’apprendimento a distanza nelle isole più remote. Implementerà, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, un programma di apprendimento a distanza utilizzando la tecnologia per raggiungere le isole periferiche e le popolazioni remote. I partner dell’Organizzazione sono pronti ad attivare questo servizio, noto come Hama eLearning Platform, per supportare l’istruzione e la formazione come risposta alle emergenze. Continue reading “Vulcano Tonga e tsunami: i bisogni umanitari rischiano di essere enormi. Save the Children è in prima linea.” »

IPCEI: al via le proposte nel settore della salute

EUROPA di

Con lo scopo di realizzare l’autonomia industriale nel settore della salute, assicurando all’Italia e all’Unione europea una filiale tra le imprese capace di sviluppare e produrre prodotti altamente innovativi, il Ministero dello Sviluppo economico guidato da Giancarlo Giorgetti  ha pubblicato un avviso per le imprese, che dal 19 gennaio al 28 febbraio potranno presentare le loro idee e progetti nel settore della salute. Continue reading “IPCEI: al via le proposte nel settore della salute” »

Monitoraggio in tutta l’UE dell’acqua potabile

EUROPA di

La Commissione europea ha deciso di avviare un monitoraggio dell’acqua potabile in tutta l’UE. Entro il 12 gennaio 2023 tutti gli stati membri dovranno introdurre obblighi di monitoraggio dell’acqua potabile e adottare misure in caso di presenza di sostanze potenzialmente dannose per la salute. Questo piano è volto al conseguimento di un ambiente privo di sostanze tossiche. Continue reading “Monitoraggio in tutta l’UE dell’acqua potabile” »

Politica di coesione dell’UE: Fondo di solidarietà per far fronte all’emergenza sanitaria del coronavirus

EUROPA di

Per far fronte all’emergenza sanitaria del coronavirus, la commissione europea ha versato a titolo del Fondo di solidarietà dell’UE gli aiuti economici che aveva proposto nel marzo 2021 complessivi di quasi 530 milioni di euro. Questi fondi finanzieranno assistenza medica, acquisto e somministrazione di vaccini, dispositivi di protezione individuale e dispositivi medici, analisi di laboratorio, sostegno di emergenza alla popolazione, monitoraggio e controllo della diffusione della malattia. Continue reading “Politica di coesione dell’UE: Fondo di solidarietà per far fronte all’emergenza sanitaria del coronavirus” »

Aperte le candidature per i premi del nuovo Bauhaus 2022

EUROPA di

Dopo il successo dello scorso anno, replica anche nel 2022 il Bauhaus europeo. Anche quest’anno giovani talenti avranno la possibilità di vedere premiati i loro progetti e le loro idee sulla sostenibilità, inclusività e estetica. I premi verranno assegnati a coloro che rispetteranno le quattro categorie stabilite e che manderanno la loro candidatura entro e non oltre il 28 Febbraio alle ore 19:00. Continue reading “Aperte le candidature per i premi del nuovo Bauhaus 2022” »

1 2 3 108
Redazione
Vai a Inizio
× Contattaci!