Collisione tra navi filippina e cinese in acque contese

in ASIA PACIFICO by

Nelle acque vicino a Second Thomas, un atollo sommerso nelle Isole Spratly, si è verificata una collisione tra una nave da rifornimento filippina e una nave cinese. La guardia costiera cinese ha accusato la nave filippina di avvicinarsi “pericolosamente” in modo non professionale, ignorando i ripetuti avvertimenti. Le Filippine, d’altra parte, sostengono che l’atollo rientri nella loro zona economica esclusiva, basandosi su una sentenza arbitrale internazionale del 2016.

Questi incidenti hanno acuito le tensioni tra Cina e Filippine, con il timore che possano sfociare in uno scontro militare. Mentre Washington non rivendica territori nel Mar Cinese meridionale, ha dichiarato di essere obbligata a difendere le Filippine in caso di attacco armato. La Cina ha recentemente promulgato una legge che consente alla sua guardia costiera di agire contro navi straniere e trattenere presunti trasgressori senza processo.

Le controversie territoriali coinvolgono anche Vietnam, Malesia, Brunei e Taiwan, creando una delicata linea di frattura nella rivalità tra Stati Uniti e Cina nella regione.

Bookreporter Settembre

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*