ESG: La misurazione della sostenibilità

in INNOVAZIONE by

Intervistiamo Luca Dal fabbro, Presidente dell’ESG European Institute ed autore del libro “ESG: La misurazione della sostenibilità”.

ESG è un acronimo che sta per Enviromental, Social e Governance, i tre fattori che stanno alla base dell’organizzazione aziendale per misurare l’impatto degli investimenti sulla sostenibilità. L’obiettivo del libro di Luca Dal Fabbro è quello di fare un’analisi valutativa dei vari criteri aziendali ascrivibili alla politica ESG esaminandone le valenze, le potenzialità ed eventuali criticità al fine di eliminare qualsiasi tipo di incertezza per guidare le aziende nell’intraprendere percorsi sicuri. Grazie a questo lavoro estremamente analitico e puntuale, nonostante l’ampio panorama di alternative o di criteri perseguibili dalle imprese, sono stati distinti 22 criteri comuni, omogenei e adattabili a tutti i contesti. Si tratta di un lavoro necessario perché la politica ESG darà una svolta epocale nel modo di fare impresa e nel modo investire i capitali che non prenderanno in considerazione soltanto il carattere finanziario evidenziando il profitto prodotto dalla singola impresa ma sul beneficio economico ad ampio raggio generato dall’intero panorama del tessuto imprenditoriale. Si parla di una quinta rivoluzione industriale che mira ad una trasparenza più ampia della governance aziendale a livello strutturale e della sostenibilità.

In ultima analisi, orientarsi verso un’economia ESG di tipo circolare e sostenibile converrebbe di più alle aziende anche in termini economici: inquinare è più dispendioso considerato l’aumento sostanziale dell’anidride carbonica, materia prima che viene utilizzata maggiormente dalle imprese. Quale migliore occasione per ristrutturare il sistema produttivo europeo a livello industriale che non miri all’immediatezza del largo consumo ma ad un’economia circolare, rigenerativa e condivisa anche a livello sociale.

Ne parliamo con l’autore in questa puntata di European Affairs Talks

 

Iscriviti al Canale di European Affairs Magazine

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*