Presentata la nuova linea editoriale di  Rivista Militare

in SOCIETA' by

Presentata a Roma al circolo ufficiali delle Forze Armate la nuova linea editoriale di “Rivista Militare” dal  direttore responsabile della testata, Colonnello Giuseppe Cacciaguerra, 

Rivista Militare Fu fondata a Torino nel 1856 dai fratelli Carlo e Luigi Mezzacapo, patrioti napoletani esuli nella capitale sabauda che si erano posti l’obiettivo di promuovere gli aspetti scientifici della disciplina militare in un contesto nel quale il coraggio e l’impeto erano gli unici criteri di valutazione del soldato e dei loro ufficiali. Come ha raccontato durante la presentazione il direttore, in quel periodo di guerre risorgimentali, gli ufficiali con la loro preparazione e cultura erano spesso invisi dai loro stessi uomini che li valutavano solo ed esclusivamente secondo il metro del coraggio in battaglia.

La rivista nasce per promuovere la cultura militare basata sulla preparazione e lo studio scientifico dell’arte della guerra, cosa che oggi diamo per scontato nella preparazione sia degli ufficiali che dei militari in generale.

La nuova linea editoriale si vuole muovere proprio in tal senso riprendendo l’obiettivo di far conoscere in modo facilmente comprensibile ad un ampio pubblico l’insieme delle attività e degli studi che compongono nel loro insieme quella che possiamo definire la “cultura militare” soprattutto tra le fasce di pubblico più giovane.

Raggiungere i più giovani per la testata tra le più antiche d’Italia e forse anche tra le edizioni militari europee è molto importante per colmare quel divario di informazione che si è creato tra i cittadini e il contesto militare dopo la sospensione del servizio di leva obbligatorio, moltissimi giovani non conoscono e non hanno opportunità di conoscere l’ambiente militare di persona facendosi una opinioni talvolta negativa sulla base di sensazioni e disinformazione.

Ambiente e sviluppo sostenibile saranno affrontate nei numeri della rivista tenendo conto dell’importanza che la transizione ecologica ha nel settore militare e sulla quale la Difesa punta molto per poter dare un contributo a questo percorso di sviluppo sostenibile che coinvolge l’intero sistema paese

Non solo tecnica e studi scientifici militari nei nuovi numeri ma anche uno sguardo alle eccellenze sportive che nascono o crescono nei gruppi sportivi militari distinguendosi nelle competizioni internazionali in tante discipline sportive.

Saranno gli speciali che affiancheranno la pubblicazione una delle novità dal 2022 che affronteranno storie e temi specifici come quella del Generale Supino pubblicata per la giornata della memoria in ricordo di un ufficiale di grande spessore epurato dalle forze armate dopo l’infamante promulgazione delle leggi razziali nel 1938 e che solo dopo il termine del conflitto ha potuto essere reintegrato nel suo ruolo  continuando a dare un contributo alla forza Armata che ancora oggi e riconosciuto di grande valore scientifico militare.

Ad affiancare la redazione coordinata dal Tenente Colonnello Pierfrancesco Sampaolo saranno ospitate le firme dei tanti collaboratori esterni provenienti sia dall’istituzione militare che da prestigiosi istituti accademici che potranno dare un contributo intellettuale sui temi più rilevanti della Rivista Militare.

Più di 10.000 copie pubblicate trimestralmente testimoniano l’interesse  e l’apprezzamento dei lettori per la rivista che conta uno degli archivi storici più importanti nel settore e che riesce a far conoscere l’impegno e la dedizione di chi ha scelto la carriera militare a sevizio dello Stato.

Al direttore Cacciaguerra inviamo il nostro più caloroso in bocca al lupo per questa nuova sfida.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*