Attaccata la centrale nucleare di Zaporizhzhya

in Guerra in Ucraina/Senza categoria by

Riferiamo quanto accaduto nella città di Energodar da testimonianze inviateci dal luogo. Mentre si avvicinavano alla città di Energodar nella regione di Zaporizhzhya, le forze armate russe avrebbero minacciato la gente del posto puntando armi di artiglieria alla centrale nucleare di Zaporizhzhya chiedendo di arrendersi e arrendersi. A causa dell’attuale situazione di combattimento, la centrale nucleare di Zaporizhzhya rimane nella zona a più alto rischio di attacchi militari da parte delle forze armate russe.

Essendo la più grande centrale nucleare d’Europa, le azioni militari nelle sue immediate vicinanze rappresentano una minaccia estrema per l’intera Europa.
“Diverse volte, gli aerei russi Su-30 e Su-35 hanno manovrato nella prevista no-fly zone di 30 km sopra la centrale nucleare di Zaporizhzhya e stanno sparando da lì. Viene fatto per impedire alle forze armate ucraine di rispondere al fuoco, poiché l’abbattimento di un aereo sopra una centrale nucleare potrebbe portare a una catastrofe ambientale.
Gli occupanti russi e il loro equipaggiamento militare, compreso, rimangono nelle loro posizioni fuori dalla zona di 30 km della centrale nucleare e continuano i tentativi di assumere il controllo della stazione. Continuano a minacciare il personale e i difensori della centrale nucleare di Zaporizhzha” testimoniano le nostre fonti locali


“Il 2 marzo, truppe russe con veicoli militari pesanti si sono avvicinate tre volte alla città e hanno tentato di assaltare le linee difensive a 6 km dall’unità centrale di Zaporizhzhya №1, ma sono state fermate da una folla di civili. Le forze russe hanno usato granate contro i civili, una persona è rimasta gravemente ferita.
Il 3 marzo, le truppe russe hanno intensificato i tentativi di catturare la centrale nucleare di Zaporizhzhya. Nonostante il fatto che le strade per la città di Energodar siano state bloccate dai rappresentanti della difesa territoriale e dai residenti locali, 2 carri armati e 2 mezzi corazzati si sono avvicinati alla città, cercando di sfondare la difesa. Le riprese caotiche sono iniziate.”

In tanto i russi trasferiscono gli abitanti della Crimea occupata con il pretesto di essere residenti Ucraini con l’obiettivo di proclamare una falsa Repubblica.
“Durante la giornata del 4 marzo, gli occupanti russi hanno in programma di tenere uno spettacolo nella città ucraina di Kherson e nella regione di Kherson per “proclamare” altri falsi “poteri” con il trasferimento di  massa di sostenitori inviata dalla Crimea.” ci dicono le nostre fonti.


“In precedenza, i tentativi degli occupanti russi di radunare una popolazione locale con il pretesto di una falsa “distribuzione di aiuti umanitari” – ci raccontano – ” non hanno avuto successo negli ultimi due giorni. Tra le comparse, una parte significativa non sono i residenti della Crimea, ma i colonizzatori russi della penisola, comprese le famiglie dei loro militari e “ufficiali”, coinvolti dallo Stato aggressore. Gli aggressori stanno anche portando prigionieri della Crimea, incarcerati per “reati penali generali” a uno spettacolo di occupanti così specificato.”


“Gli invasori russi porteranno nella regione alcuni dei falsi “residenti di Kherson” travestiti la mattina presto del 4 marzo. In particolare, hanno in programma di inviare fino a 50 autobus da Yevpatoria e Sebastopoli. Tra l’altro, le comparse vengono reclutate dalle “istituzioni statali” della Crimea, l’organizzazione degli eventi è affidata dall’aggressore all’FSB “della Crimea”. Ai partecipanti agli eventi è attualmente promesso di ottenere il pagamento per conto dei servizi speciali russi, da 50 a 150 mila rubli al giorno, e si stanno preparando ad “allenarsi” in diverse città dell’Ucraina continentale contemporaneamente, per diversi giorni.” continua il nostro testimone.


“Dopo quello spettacolo, le persone, criminali portati da fuori, dalla Crimea dovrebbe essere utilizzati dagli occupanti per il saccheggio e il terrore nei villaggi e negli insediamenti dell’Ucraina meridionale per intimidire e reprimere, e hanno in programma di “nominare” un “nuovo governo locale” a livello locale.”

 

Iscriviti al Canale di European Affairs Magazine

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*