Monitoraggio in tutta l’UE dell’acqua potabile

in EUROPA by

La Commissione europea ha deciso di avviare un monitoraggio dell’acqua potabile in tutta l’UE. Entro il 12 gennaio 2023 tutti gli stati membri dovranno introdurre obblighi di monitoraggio dell’acqua potabile e adottare misure in caso di presenza di sostanze potenzialmente dannose per la salute. Questo piano è volto al conseguimento di un ambiente privo di sostanze tossiche.

A seguito di una decisione della Commissione, l’acqua potabile in tutta l’UE dovrà essere oggetto di un monitoraggio più attento per verificare la potenziale presenza di due interferenti endocrini (beta estradiolo e nonilfenolo) lungo l’intera catena di approvvigionamento idrico. Come previsto dalle norme dell’UE sull’acqua potabile in vigore dall’anno scorso, la Commissione ha stilato un primo “elenco di controllo” di composti emergenti da monitorare e sui quali intervenire se necessario.

Virginijus Sinkevičius, Commissario per l’Ambiente, gli oceani e la pesca, ha dichiarato: “Non possono esserci compromessi sulle norme di qualità per l’acqua di rubinetto. Oggi diamo attuazione a nuove norme che non solo contrastano sostanze inquinanti ben note, ma ci forniscono anche strumenti per affrontare nuove preoccupazioni. Iniziamo con due interferenti endocrini che incidono sulla salute, sull’ambiente e sulla biodiversità.”

Gli Stati membri hanno ora tempo fino al 12 gennaio 2023 per introdurre obblighi di monitoraggio lungo tutta la catena di approvvigionamento dell’acqua potabile e adottare misure in caso di superamento dei valori guida. Nel corso del tempo, qualora emergessero nuove sostanze che possono essere presenti nell’acqua potabile e comportare un potenziale rischio per la salute – come interferenti endocrini, medicinali o microplastiche – la Commissione le aggiungerà all’elenco.

Questo nuovo meccanismo contribuirà al conseguimento degli obiettivi della strategia dell’UE in materia di sostanze chimiche e del piano d’azione per l’inquinamento zero per un ambiente privo di sostanze tossiche.

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*