Libri, autori e tanto altro

Premio Mastercard letteratura, Dario Ferrari vince l’edizione 2023. Ad Annalena Benini il Premio esordienti

in EVENTI by

È Dario Ferrari con “La ricreazione è finita” (Sellerio) il vincitore della quarta edizione del Premio Mastercard Letteratura. Annalena Benini, con “Annalena” (Einaudi) si è aggiudicata il Premio Mastercard Letteratura Esordienti 2023. La cerimonia di premiazione si è svolta nella serata di sabato 9 dicembre a Roma in occasione della fiera ‘Più Libri Più Liberi’, con la conduzione di Marco Lodoli, presidente di giuria, Sebastiano Nata, presidente del Comitato direttivo, e Valeria Parrella.

“Quella di Ferrari è una perfetta macchina narrativa che, pagina dopo pagina, trasporta un giovane inetto dei nostri giorni a fare ricerche su un terrorista degli anni settanta – ha spiegato Nata – Vicende minime quotidiane si intrecciano a un periodo della storia italiana poco rappresentato, tanti sipari si alzano, nulla alla fine è come appare. Ma, più che in altri romanzi, l’irriverente gioco di magia della letteratura ci emoziona, e ci costringe a riflettere”.

Dario Ferrari, che ha vinto un assegno di 10.000 euro, ha deciso poi di devolvere il premio in solidarietà a Progetto Rwanda (per l’impegno nel”istruzione dei ragazzi) che riceverà 40.000 euro, mentre le altre Ong (Busajo Ngo, Caritas, Operation Smile, Save the Children)  riceveranno 20.000 euro ciascuna.

Marco Lodoli ha sottolineato che “il libro di Annalena Benini ha un grande pregio, quello che hanno solo le opere importanti: costringe noi che lo leggiamo a sollevare pensieri e sentimenti, a immaginare che la nostra vita, anche se così semplice e presa da mille piccoli  impegni, possa essere migliore, più attenta agli altri, almeno un po’ più nobile. Abbiamo bisogno di storie eccezionali, e questa lo e”. All’autrice è stato conferito un riconoscimento di 3.000 euro. Durante la cerimonia la scrittrice Valeria Parrella ha affermato: “A me stanno a cuore due particolari filoni del Premio: gli esordienti e quello della solidarietà. Trovo straordinario invitare gli scrittori, sempre chiusi nelle loro pagine, affaccendati sulla propria idea, ad affacciarsi sul mondo e su chi ha fatto dell’aiuto all’altro il proprio mandato esistenziale”.

La cinquina del Premio Mastercard Letteratura comprendeva anche: Matteo B. Bianchi con “La vita di chi resta”  (Mondadori), Antonella Lattanzi con “Cose che non si raccontano” (Einaudi), Francesco Pecoraro con “Solo vera è l’estate” (Ponte alle Grazie) e Francesco Piccolo con “La bella confusione” (Einaudi). Gli altri finalisti del Premio Mastercard Letteratura Esordienti erano Maria Castellitto con “Menodramma” (Marsilio) e Simona Pedicini con “Morte per grazia ricevuta” (Fandango)

Alla cerimonia sono intervenuti, insieme ai finalisti, i giurati Giulia Caminito, Carlo D’Amicis, Angelo Ferracuti, Maria Ida Gaeta, Filippo La Porta, Annamaria Malato, Sandra Petrignani, Gianluigi Simonetti. La giuria completa è composta inoltre da Andrea Carraro, Donatella Di Cesare, Donatella Di Pietrantonio, Carlo Lucarelli, Roberto Saviano, Antonio Spadaro, Emanuele Trevi e Sandro Veronesi.

 Michele Centemero, Country Manager Italy di Mastercard, ha commentato: “Anche quest’anno celebriamo i talenti del Premio Mastercard. É un grande privilegio supportare un’iniziativa che ci consente di continuare ad esprimere la nostra vicinanza alle passioni degli italiani e ai valori di solidarietà, che condividiamo. È molto importante continuare a sostenere la diffusione della cultura e della letteratura per proiettarci verso un futuro sempre più equo, digitale e sostenibile”.

Bookreporter Settembre 22

Latest from EVENTI

0 0,00
Go to Top
WhatsApp chat
× Come posso aiutarti?