Libri, autori e tanto altro

Tammaro De Marinis e la cultura napoletana del primo Novecento, di Giancarlo Petrella

in LIBRI by

Tammaro De Marinis, napoletano di nascita e fiorentino d’adozione, fu un assiduo frequentatore di archivi e di biblioteche napoletane e in poco tempo riuscì ad avere un enorme successo grazie alla sua attività di libraio. Pubblicò una serie di studi sul libro italiano del Rinascimento che hanno portato alla realizzazione di due straordinarie monografie: La legatura artistica in Italia nei secoli XV e XVI e La biblioteca napoletana dei re d’Aragona.

De Marinis ebbe un ruolo rilevante nel riportare in Italia, nel 1923, la celebre Bibbia allestita e miniata per Borso d’Este; organizza nel 1922 a Firenze la prima mostra internazionale della legatura e nel 1926 a Parigi è impegnato nell’esposizione dedicata al libro italiano. Oggi, nonostante tutto questo, il suo nome non è molto conosciuto al di fuori del mondo accademico.

 La fondazione della biblioteca Croce organizza un convegno in suo onore per ricordare questa figura polivalente. De Marinis è stato un uomo di cultura che ha avuto sempre un forte legame con la sua città natale.

Bookreporter Settembre 22

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from LIBRI

0 0,00
Go to Top
WhatsApp chat
× Come posso aiutarti?