“Lidia Poët. La prima avvocata”. Coraggio e passione nel nuovo romanzo di Ilaria Iannuzzi e Pasquale Tammaro

in LIBRI by

Lidia Poët. La prima avvocata”, è il nuovo romanzo di Ilaria Iannuzzi e Pasquale Tammaro. Con una bellissima prefazione di Simona Grabbi (Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Torino) e un saggio di Clara Bounous (la prima storica impegnata in varie ricerche sulla vita di Lidia Poët), il romanzo sarà disponibile dal 17 maggio 2022, ma è già preordinabile sul sito della Casa Editrice “Le Lucerne”, nata nel 2020 grazie alla fruttifera collaborazione tra Pasquale Tammaro e Brenno Bianchi.

Il libro racconta la storia di Lidia Poët, figura femminile pregna ancora oggi di un fascino particolare. È stata infatti una delle prime donne a laurearsi, nel 1881, alla Facoltà di Legge dell’Università di Torino e ad iscriversi, nel 1883, all’Albo degli Avvocati, e si ricorda soprattutto per per la straordinaria determinazione con la quale difese il diritto di esercitare la professione di Avvocata e di far valere le sue scelte.

La sua è una storia fatta di battaglie. L’iscrizione all’Albo si rivela infatti effimera, perché qualcuno nel Consiglio non è d’accordo: siamo negli anni Ottanta dell’Ottocento e la Corte di Cassazione afferma che le donne non possono esercitare l’Avvocatura. Ma Lidia non si arrende, come ogni grande donna che si rispetti. Si prepara al ricorso in Cassazione, mentre l’intero Regno attende col fiato sospeso la sentenza definitiva. 

Passano quarant’anni. Solo nel 1919 la donna riesce ad iscriversi nuovamente all’Albo e la legge permette definitivamente alle donne di esercitare l’avvocatura.

Lidia Poët. La prima avvocata è un romanzo che va letto perché insegna qualcosa. Perché ci sono alcune storie che è giusto conoscere. Non si tratta solo della descrizione di un’epoca difficile e contraddittoria, ma, soprattutto, del ritratto di una donna straordinaria, che ha combattuto per sé stessa e per tutte le donne, rompendo indissolubilmente le pareti di quella gabbia soffocante entro la quale esse sono state relegate per anni.

Attraverso la presenza di documenti storici per la prima volta presentati al pubblico, come la Tesi di Laurea di Lidia e la presenza di vari atti giudiziari, il libro si rivela un indice perfetto, un manuale che, attraverso una polifonia di voci, dipinge l’incredibile realtà di una donna incredibile.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*