Libri, autori e tanto altro

Tag archive

narrativa

URBAN LEGENDS – RILA’S EDITION Vol. 1 di Francesca Santi

LIBRI by

“Non prendete mai una leggenda metropolitana alla leggera, soprattutto se ha gli occhi senza palpebre e cerchiati di fuliggine”. Rila, Urban Legends 

Arriva in libreria Urban Legends – Rila’s Edition Vol. 1 di Francesca Santi disponibile da oggi, 28 novembre. Cos’è una leggenda metropolitana? È una storia improbabile che viaggia di bocca in bocca, raccontata talmente tante volte da guadagnarsi attendibilità.

Keep Reading

Incandescente di Lucrezia De Lellis

AUTORI/LIBRI by

La poesia attraversa la distanza tra significati e significanti. Ha il compito di dissolvere, dal participio passato latino DIS-SOLUTUS: disfare, separando e disordinando le parti che compongono un tutto o mandando questo in frantumi. Le metafore, incandescenti, infuocate, ripristinano più veri e più lucenti i legami tra le parole, e delle parole con il nostro personale vissuto. Essa germoglia tra le macerie dell’anima dopo che, imprudente, si sporge a osservare la profondità del divario tra sé e il mondo. All’origine non vi è mai una pace interiore ma una vertigine di fronte al paradosso che fonda il senso.

Edoardo Buroni affermava che nella poesia e nell’essere poeti si individuano spunti semantici, enciclopedici o metalinguistici molto interessanti, che sovente si intersecano con altri temi cari all’autrice quali la dimensione spirituale, l’amore, la sofferenza, la carnalità, la pazzia e la vita. Sono tentativi di definizione evocativi, icastici, a volte ben circoscritti, a volte aperti a ulteriori pensieri non delimitabili in un orizzonte chiaramente definito; lo si può vedere già a proposito della poesia stessa. 

É quello che emerge in “Incadescente”, raccolta poetica di Lucrezia De Lellis, in grado di trasportare il lettore all’interno di una magia. La magia, secondo François Truffaut, non è quella dell’ipnologo tradizionalmente inteso, il quale è supposto a cercare, in vari modi, di veicolare il proprio ‘senso’ nella mente altrui, ma è il contrario! La magia non è altro che il sapere aprire l’accesso al ‘non-senso’ e a equipaggiare lo spettatore, a godere di esso invece di soffrirne. Scrivere versi non è dunque qualcosa che astrae dal mondo, ma qualcosa che conduce all’interno di una duplice dimensione: essere e non-essere, reale e non-reale.

“Scopro nuovi modi

Di essere me stessa,

Non trovo il fondo

Di questa mia essenza.”

Basta chiudere gli occhi, immergersi nelle parole della poetessa, abbandonarsi al proprio immaginario, al proprio reale. Lucrezia De Lellis regale un viaggio introspettivo, un viaggio di comprensione e accettazione di sé, del proprio essere, del proprio non-essere. Alda Merini diceva che la poesia è vita e la vita è poesia. Bisogna soprattutto vivere, stare fra la gente, avere contatti con le persone che ci interessano, magari andare a vedere un buon film altrimenti si parla solo di sé stessi. La prima condizione della poesia è la libertà, la gioia. La poesia è gioia, è transfert; non si può fare poesia in un luogo ristretto della dimora del proprio essere. La poesia è totale. 

Totale.

É questa la parola che descrive “Incandescente”.

Una poesia totale, matura, incredibilmente vera.

Il poeta altro non è che un uomo isola che viaggia tra sogno e realtà, che vive in quegli spazi fantastici dell’immaginario. La verità che emerge dai versi è una verità cruda, memorabile, talvolta sofferente, ma che si racconta come storia, come aneddoto, come appiglio alla vita, alla sopravvivenza. Il poeta è un buon giocatore, le sue bische clandestine sono le sue parole. È un giocatore “truccato”, fuorilegge della realtà.

“Cado negli 
Odori 
Dell’universo

Livido
Lo spessore 
Del silenzio 

Lascio sciogliere 
In questo buio 

Corpo senza scheletro, 
Cedo le mie ossa.”

Mercante dei sogni, il nuovo romanzo di Sveva Casati Modignani

LIBRI by

L’epopea di un uomo di successo – ispirato alla figura di Attilio Ventura, storico presidente della Borsa di Milano – in cui rivive un pezzo della storia d’Italia; un affresco della nostra società dal secondo dopoguerra ai giorni nostri.

Uno sparo rimbomba nell’atrio di un elegante palazzo nel centro di Milano e un uomo si accascia a terra, in un lago di sangue. È una notizia da prima pagina, perché la vittima dell’agguato, Raimondo Clementi, è stato presidente della Borsa Valori, da tutti stimato e rispettato. L’uomo riesce a salvarsi, ma l’attenzione intorno a lui non si spegne, perché una nota rivista decide di dedicargli un lungo articolo da copertina. L’intervistatrice è una giornalista giovane e ambiziosa, Giovanna Vitali, che ha il compito di vincere le resistenze di Clementi, notoriamente schivo, per tracciarne la biografia. Ben presto, le loro chiacchiere a Villa Dorotea, sul lago d’Orta, diventano piacevoli confidenze, e l’uomo ripercorre pagina dopo pagina la sua vita, coinvolgente come un romanzo. Dagli studi all’Università Cattolica ai vertici di Piazza Affari, la carriera di questo mercante di sogni ha scritto infatti un pezzo di storia italiana e, in parallelo, il suo privato è stato un susseguirsi di passioni folgoranti e drammi inconfessabili, fino al grande amore per Tilli, la vera donna del suo cuore, conosciuta in tenera età e infine ritrovata dopo mille peripezie.

Sveva Casati Modignani è una delle firme più amate della narrativa contemporanea: i suoi romanzi, tradotti in venti paesi, hanno venduto fino a oggi oltre dodici milioni di copie. Tra i motivi di tanto gradimento, la ricchezza delle trame e dei contenuti, capaci di ripercorrere – attraverso le vicende familiari e sentimentali dei protagonisti – la storia del nostro Paese, i mutamenti sociali, quelli economici e il ruolo della donna nel contesto reale di ieri e di oggi. L’autrice vive da sempre a Milano nella stessa casa dove è nata e che apparteneva a sua nonna.

Tra i libri di Sveva ricordiamo: Anna dagli occhi verdi (1981), Il barone (1982), Saulina (Il vento del passato) (1983), Come stelle cadenti (1985), Disperatamente Giulia (1986), Donna d’onore (1988), E infine una pioggia di diamanti (1989), Lo splendore della vita (1991), Il Cigno nero (1992), Come vento selvaggio (1994), Il corsaro e la rosa (1995), Caterina a modo suo (1997), Lezione di tango (1998), Vaniglia e cioccolato (2000), Vicolo della Duchesca (2001), 6 aprile 1996 (2003), Qualcosa di buono (2004), Rosso corallo (2006), Singolare femminile (2007), Il gioco delle verità(2009), Mister Gregory (2010), Un amore di marito (2011), Léonie (2012), Il diavolo e la rossumata, (2012), Palazzo Sogliano (2013), Il bacio di Giuda (2014), La moglie magica (2014), La vigna di Angelica (2015), Dieci e Lode (2016), Un battito d’ali (2017), Festa di famiglia (2017), Suite 405 (2018), Segreti e ipocrisie (2019), Il Falco (2020), L’amore fa miracoli (2021).

Di Anna Tulimieri

AL VIA LA 13ᵃ EDIZIONE DEL FESTIVAL DELLA LETTERATURA DI VIAGGIO

EVENTI by

Torna a Roma dal 29 settembre al 2 ottobre il Festival della Letteratura di Viaggio, 50 eventi dedicati alle diverse forme di narrazione di luoghi e culture: dalla geografia all’antropologia, dalla filosofia alla storia, dalla letteratura al giornalismo, dalla fotografia al cinema, dalla musica al fumetto e al gaming.

Il Festival della Letteratura di Viaggio, avviato nel 2008 da Società Geografica Italiana Onlus, è organizzato dall’associazione Cultura del Viaggio, con la direzione artistica di Antonio PolitanoIl progetto, promosso da Roma Capitale – Assessorato alla Cultura, è vincitore dell’Avviso Pubblico Estate Romana 2022 – Riaccendiamo la Città, Insieme, curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE econ il supporto di Zètema Progetto Cultura.

Circa 100 autori, nazionali e internazionali, ospitati in luoghi d’eccezione: Palazzetto Mattei a Villa Celimontana, sede della Società Geografica Italiana (il 29 settembre), Casa delle Letterature, in collaborazione con Biblioteche di Roma (il 30 settembre), e Palazzo Merulana, in collaborazione con Coopculture (il 1° e il 2 ottobre). Circa 50 eventi distribuiti in 4 giornate con incontri, premi, laboratori, passeggiate e mostre in cui esplorare il mondo del racconto di viaggio attraverso ricerche, scritture, rappresentazioni, libri e visioni. A eccezione dei laboratori, tutti gli eventi sono gratuiti e a ingresso libero fino a esaurimento posti con prenotazione consigliata.

Tra i protagonisti di questa edizione ci sarano: Dacia Maraini, Umberto Galimberti, Luca Mercalli, Lucio Caracciolo, Paolo Di Paolo, Andrea Riccardi, Tim Parks, William T. Vollmann, Paweł Smoleński, Rene Maisner Kapuścińska, Lorenzo Cremonesi, Alberto Negri, Gabriele Micalizzi, Marica Di Pierri, Caterina Bonvicini, Maura Gancitano, Marilù Oliva, Attilio Brilli, Giuseppe Culicchia, Matteo Nucci, Giuseppe Catozzella, Paolo Pecere, Federico Pace, Pietro Del Soldà, David Monacchi, Eleonora Marangoni, Lorenzo Pavolini, Fabio Viola, Niccolò Scaffai, Alessandro Vanoli, Gianluca Caporaso. Presenti anche Unesco, Survival International, Fridays for Future, Casetta Rossa, Legambiente, Lonely Planet Italia, Touring Club Italiano, IED e molti altri.

Un ricco calendario di appuntamenti: dalla celebrazione di  anniversari (il centenario della nascita di Giorgio Manganelli e Pier Paolo Pasolini, i 50 anni dalla pubblicazione de Le città invisibili di Italo Calvino, i 150 anni dalla partenza per il Giro del mondo in 80 giorni di Jules Verne, il 500° anniversario della prima circumnavigazione del globo di Magellano raccontata da Antonio Pigafetta, il 50° anniversario della Convenzione dell’Unesco per il Patrimonio Mondiale Culturale e Naturale) alle testimonianze di chi viaggia e si fa poi narratore, dalla difesa dei diritti alla cura del pianeta

Giulia Boero, assistente al programma del Festival, ha dichiarato: “Il focus principale del Festival è il racconto del mondo vicino e lontano, tematiche legate al viaggio in senso ampio, all’incontro con l’altro. Intende includere ogni forma di narrazione del viaggio e proprio per questa sua natura multiforme ingloba tematiche che si relazionano con quest’ultimo. Per l’edizione di quest’anno ci siamo resi conto che uno dei temi più urgenti sia stato il cambiamento climatico e per questo abbiamo invitato narratori di diversa provenienza e disciplina che potessero raccontare tale questione dal loro punto di vista”.

Il Festival sarà, infatti, il momento per celebrare i vincitori di due premi nati in occasione della rassegna. Come il Premio Navicella d’Oro Società Geografica Italiana, assegnato quest’anno alla Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco nel 50° anniversario della Convenzione per il Patrimonio Mondiale Culturale e Naturale; a Survival International, movimento per il sostegno e la difesa dei diritti dei popoli indigeni e della necessità di decolonizzare la conservazione della natura; a Umberto Galimberti, filosofo, psicoanalista, docente e saggista (per i temi che attraversano la sua analisi e riflessione e lo sguardo sempre attento sulla contemporaneità); a Luca Mercalli, meteorologo e climatologo (per l’attività scientifica e divulgativa sugli impatti dei cambiamenti climatici e su come reagire agli allarmi ambientali). Presenti anche i vincitori del Premio Kapuściński per il reportage, istituito nel 2012 in memoria dello scrittore e giornalista polacco Ryszard Kapuściński, assegnato quest’anno a: Lucio Caracciolo, giornalista e scrittore, fondatore e direttore di Limes (per l’opera di analisi e approfondimento che si accosta a quella di racconto e testimonianza di chi è sul campo); Paweł Smoleński, giornalista e scrittore polacco (in riconoscimento, in particolare, del suo lavoro di reportage letterario sull’Ucraina); Alberto Negri, giornalista e scrittore (per la testimonianza diretta da inviato in vari scenari di crisi di eventi politici e bellici, dal Medio Oriente ai Balcani, dall’Asia centrale all’Africa); Gabriele Micalizzi, fotogiornalista e documentarista (per la potenza del racconto visuale dei suoi reportage su conflitti, territori di confine, spaccati sociali, dalla Siria a Gaza, dall’Egitto all’Ucraina).

Nelle edizioni degli ultimi anni – come ha dichiarato Giulia Boero – abbiamo cercato di venire incontro alle generazioni più giovani, attraverso narrazioni dinamiche che potessero suscitare maggior interesse e attrazione, e che si focalizzassero anche sui temi della geografia e del racconto, i quali ai giorni nostri vengono sempre più ignorati.

 

Ci saranno, inoltre, numerose attività diffuse sul territorio. Nove i laboratori, per pubblici di diverse età. Per bambini, (3-5 anni e 6-11 anni) a cura di Casina di Raffaello; per ragazzi (11-15 anni) di scrittura creativa a cura di Anselmo Roveda. Per adulti, i laboratori dedicati al reportage a cura di Officine Fotografiche (Fotografia), Centro di Giornalismo permanente (Giornalismo e fake news), AntropicA (Film-making etnografico); e i laboratori dedicati ad ambiente e natura a cura di Marica Di Pierri (Climate justice now!), Laura Terzani (Colonialismo verde, decolonizzare la conservazione), Silvana Volpato (Acquerello botanico). Da non perdere, inoltre, le passeggiate: dalle letterarie, come quella a Ostia dedicata a Pier Paolo Pasolini, a cura di Teatro Mobile, ai trekking urbani multiculturali e alla scoperta di quartieri storici della Capitale come l’Esquilino, a cura di Migrantour e Coopculture-Palazzo Merulana; ma anche la passeggiata matematica, a cura di Silvia Benvenuti, e l’arche-ciclo pedalata sul GRAB/Grande Raccordo Anulare delle Bici, a cura di Legambiente.

Due le mostre del Festival: a Palazzetto Mattei, sede di Società Geografica Italiana, la mostra fotografica sulla Rete delle Grandi Macchine a Spalla italiane (a NolaPalmiSassariViterbo), iscritte dal 2013 nella lista Unesco del Patrimonio Culturale Immateriale, frutto di un workshop di fotografia (Reportage di Patrimonio) organizzato da Cultura del Viaggio; a Palazzo Merulana sarà possibile visitare la mostra prodotta dall’Azienda di Promozione Turistica della Regione Basilicata intitolata Taccuino di viaggio nei parchi lucani con gli acquerelli di Raffaele Pentasuglia.

Il 1° e 2 ottobre, inoltre, Palazzo Merulana ospiterà la Piccola Libreria di Viaggio a cura di Adei, Associazione degli editori indipendenti, in collaborazione con la libreria Altroquando, con le proposte di 66thand2ndExormaKeller, L’OrmaMarcos y MarcosNutrimentiGiulio PerroneSur e Voland.

Gli incontri saranno trasmessi in diretta sulle pagine social del Festival e  saranno coordinati da Tommaso Giartosio, scrittore, poeta e conduttore di Fahrenheit su Rai Radio 3.

Informazioni più dettagliate si potranno consultare sul sito culture.roma.it e sui canali social di @cultureroma, sul sito www.festivaletteraturadiviaggio.it e sui canali social del Festival (Facebook: Festival della Letteratura di Viaggio; Instagram: festivalletteraturadiviaggio).

Di Anna Tulimieri

La Cultour Moscufo presenta “Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio” con Remo Rapino

EVENTI by

Il Frantoio delle Idee di Moscufo (Pescara) ospiterà la Cultour Moscufo, durante la quale sarà presentato il libro vincitore del prestigioso Premio Campiello 2020, “Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio” di Remo Rapino, abruzzese di Lanciano (Chieti).

L’appuntamento è per sabato 1 ottobre alle ore 17.30, con ingresso libero.

Nel libro si narra la vita di Liborio, detto il Cocciamatta, protagonista di una storia che potrebbe essere definita “universale” in quanto un personaggio come lui, a cui la vita ha negato quasi tutto, lo si può trovare in ogni piccola o grande realtà sociale.

Ad introdurre l’evento ci sarà Mimmo Ferri,  presidente dell’associazione che ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di ospitare l’autore abruzzese in area vestina che sicuramente richiamerà l’attenzione di tanti amanti della letteratura locale e nazionale. Un vero e proprio ‘cult’ della narrativa italiana contemporanea, se ne è parlato tanto e non potevamo perdere l’occasione di invitarlo nella nostra terra”.

Remo Rapino racconta un Novecento visto dal basso, con gli occhi di un ignorante, che ha frequentato poco la scuola, che non sa parlare l’italiano, in parole semplici questo è un libro che, come dichiara Ferri, “sta dalla parte degli ultimi dei fuori margini, dove spesso sta la letteratura o comunque dove la letteratura sa stare”.

Modera l’evento la giornalista pescarese Alessandra Renzetti, le letture sono affidate all’attrice e regista Rossella Mattioli, mentre le musiche sono di Paolo Rosato, compositore e musicologo.

L’evento è stato realizzato grazie alla collaborazione tra il Patrocinio del Comune di Moscufo e la Mondadori Bookstore di Pescara.

Sperling & Kupfer e Frassinelli: i libri di Settembre 2022

LIBRI by

Indecisi sui libri da leggere al rientro dalle vacanze? Di seguito le novità di questo mese delle case editrici Sperling & Kupfer e Frassinelli.

Narrativa Frassinelli

«Noi tre» di Johanna Hedman

Romanzo d’esordio per la ventinovenne svedese Johanna Hedman. Noi Tre è già un bestseller in Svezia e in corso di traduzione in dodici paesi. 

Raccontando la storia di Thora, August e Hugo, tre ragazzi di vent’anni appartenenti a mondi completamente diversi, il testo affronta i temi principali della vita: amore, amicizia e formazione. I primi due si conoscono da anni e vivono in un ambiente agiato e similare, Hugo proviene invece dalla periferia ma, affittando un appartamento di proprietà della famiglia di Thora, si trova faccia a faccia con una realtà del tutto nuova nuova rispetto a quella vissuta fino ad allora. 

Molti anni dopo la figlia di Thora e August, cercando di ricostruire la vita dei genitori, fa visita a Hugo. Quest’ultimo ripercorre così le vicende e i ricordi di quell’amicizia potente che li ha resi inseparabili per due lunghe estati. 

Noi tre, in uscita il 20 settembre, prende in esame quei legami che ci plasmano e racconta di come le scelte non fatte e le decisioni non prese influiscono sulla nostra crescita. 

Narrativa Sperling & Kupfer

«Fairy Tale» di Stephen King

Esce il 6 settembre in tutto il mondo il nuovo romanzo del più celebre scrittore statunitense contemporaneo. Fairy Tale ha come oggetto uno degli intramontabili temi di Stephen King: il ragazzo qualunque costretto a improvvisarsi eroe.

Il protagonista è Charlie Reade, all’apparenza un diciassettenne come tanti, obbligato però ad affrontare problemi troppo grandi per la sua giovane età. Orfano di madre, Charlie ha dovuto imparare a essere l’adulto di casa. Un giorno incontra Howard Bodwitch, vecchio che vive con il suo cane Radar in una casa isolata soprannominata nel quartiere la “casa di Psycho”. 

Guadagnandosi la fiducia dell’uomo, Charlie e Radar diventano inseparabili, tanto che, in punto di morte, Howard confessa a Charlie che dentro il capanno sul retro si trova una porta d’accesso per un mondo parallelo, dove Bene e Male combattono una. È in questo momento che Charlie e Radar saranno, a loro dispetto, indispensabili per le sorti del nostro mondo. 

«24 FEBBRAIO: e il cielo non era più blu» di Valeria Shashenkov

Il 24 febbraio 2022 sfocia in invasione lo scontro diplomatico-militare che era in atto già da alcuni anni tra la Russia e l’Ucraina. Il profilo TikTok dell’ucraina Valeria Shaskenkov (@Valerisssh) cambia drasticamente: la ventunenne decide di mostrare senza alcun filtro la realtà e gli orrori della guerra facendo vedere la distruzione che regna a Chernihiv e il rifugio antiaereo nel quale è costretta a vivere con la sua famiglia. 

In uscita il 13 settembre, 24 FEBBRAIO: e il cielo non era più blu è il diario di una normalissima ragazza la cui vita, nonostante la fuga a Milano, non sarà mai più la stessa. Valeria cerca così di mostrarlo al mondo raccogliendo foto, testimonianze e mettendo nero su bianco i suoi pensieri e le sue paure ormai diventate realtà.

«L’atelier dei sogni» di Marlene Averbeck

In uscita il 13 settembre, L’atelier dei sogni dell’autrice freelance tedesca Marlene Averbeck è il romanzo che avvia la trilogia dedicata alla famiglia Lichtenstein.

1913. Nel pieno centro della città di Berlino, importante capitale della moda, si trova l’attività commerciale della famiglia Lichtenstein dove abiti cuciti su misura e confezionati con notevole accuratezza vengono commissionati da benestanti acquirenti. Tra la commessa Heidi, la sarta Thea e i vari membri della famiglia proprietaria, il negozio è un piccolo mondo a parte in cui passano individui appartenenti a classi sociali a volte totalmente diverse tra loro accomunate dalla medesima passione: la moda. 

Il sogno si interrompe quando l’attività viene distrutta da un incendio che mette a rischio il futuro e le ambizioni dei Lichtenstein e dei dipendenti dell’atelier. 

L’atelier dei sogni, romanzo d’esordio di Marlene Averbeck in Italia, racconta i moventi e le passioni dei diversi ceti sociali, in Germania, sullo sfondo del primo conflitto mondiale. 

«Una fortuna inattesa» di Danielle Steel

È il 13 settembre la data di uscita della nuova creazione di Danielle Steel, una delle maggiori scrittrici di bestseller al mondo con oltre un centinaio di romanzi scritti e più di 900 milioni di copie vendute.

Una fortuna inattesa racconta la vita di Isabelle McAvov e delle sue tre figlie avute da tre uomini diversi. La storia di Isabelle è un susseguirsi di cambiamenti e di sfide da affrontare. Costantemente messa alla prova con gli imprevisti della vita quotidiana, Isabelle riesce a crescere da sola le sue figlie e, contemporaneamente, a intraprendere una brillante carriera come consulente d’arte. 

Le tre ragazze diventano adulte in modi molto differenti. Quando il destino porta a galla un grande segreto del passato, sembra che finalmente la ruota della fortuna inizi a girare nel verso giusto per le quattro donne. 

«Istruzioni per innamorarsi» di Nicola Yoon

Quante volte abbiamo desiderato di avere un superpotere che ci permettesse di riuscire a guardare sia nel passato che nel futuro? E cosa accadrebbe se, pur avendo questo potere, incontrassimo qualcuno che non rappresenta affatto il nostro prototipo di ragazzo ma che riesca a far vacillare tutte le nostre certezze?

Dalla scrittrice de Noi siamo tutto e Il sole è anche una stella, il 20 settembre sarà in tutte le librerie Istruzioni per innamorarsi. Nel suo nuovo romanzo, Nicola Yoon, autrice bestseller n.1 del New York Times, racconta la storia della disincantata Evie, la quale ha deciso di smettere di credere nell’amore dopo il divorzio dei genitori. 

Un giorno, per puro caso, mentre è intenta ad osservare una coppia, si rende conto di essere in grado di vede sia l’inizio della loro relazione, sia come finirà. Più passa il tempo e più questo tipo di avvenimento aumenta. Dopo aver incontrato X, ragazzo gentile e avventuroso ma che non è assolutamente il suo tipo, Evie inizia a non avere più sicurezze sulle sue teorie amorose. Cosa deciderà di fare?

«LIFE. Like strangers do» di Maria Filocomo

In libreria dal 20 settembre Life, Like Strangers Do, il secondo romanzo della saga Life, diventata virale sui social media.

Maria Filocomo, ventitreenne italiana con base a Londra, dà origine alla storia d’amore tra Shawty e Aaron che procede a gonfie vele fino all’incidente, momento in cui le loro vite vengono stravolte: la ragazza non ricorda più nulla mentre lui sente gravare su di sé la colpa di tutto. Per Aaron la situazione peggiora quando si rende conto che una delle poche persone che Shawty ricorda è un suo collega conosciuto da poco. Anche quando la memoria di Shawty comincia a ristabilirsi, ci sono problemi e preoccupazioni che sembrano bloccare il loro legame. Riusciranno a riconciliarsi nonostante le avversità?

«Inseguendo l’uomo nero» di Richard Chizmar

Per la felicità degli amanti dell’horror letterario, Richard Chizmar, creatore insieme a Stephen King della celebre saga di Gwendy e editore della Casa Editrice Cemetery Dance, è in uscita il 27 settembre con il suo nuovo romanzo da aggiungere alla collana Macabre.

Inseguendo l’uomo nero è un impeccabile connubio tra horror e true crime. La storia si svolge nel Maryland dove cominciano a essere rinvenuti cadaveri di ragazze mutilate. E se già si vive nel terrore sapendo che vi è un serial killer in città, come lo si fa quando inizia a spargersi voci secondo cui il male non sarebbe del tutto umano?

Con un tempismo perfetto, il neolaureato Richard Chizmar torna nella sua città d’origine nella peggiore delle circostanze. Trovandosi di colpo in mezzo a una vera e propria storia dell’orrore, Richard decide così di iniziare a scrivere un libro, raccontando ciò che ha visto e vissuto. Quello che non sa il protagonista, è che le esperienze trascorse lo continueranno a perseguitare negli anni a venire. 

«DANCE OF BULLS. Tempo siderale» di Ribes Halley

Dal 27 settembre sarà disponibile in tutte le librerie d’Italia e negli store online Tempo Siderale, il primo volume della saga sport romance Dance Of Bulls, scritto dall’autrice italiana Ribes Halley vincitrice Wattys 2020 e 2021. 

Ispirandosi al mondo del basket americano e dei Chicago Bulls, il romanzo racconta la storia di Chloe, giovane ragazza che, trasferitasi a Chicago, ottiene il posto come fotografa ufficiale dei Taurus, la squadra di pallacanestro allenata da suo padre. 

Malgrado il suo intento sia quello di immortalare le vicende del team, sembra che l’obbiettivo della sua macchina fotografica venga continuamente attratto da Hyade Reyes, l’affascinante capitano della squadra dal carattere scontroso e imprevedibile. Riuscirà Chloe a tenersi a distanza o si lascerà trasportare dalla passione?

«IL ROMANZO DI AFTER 4. Amore infinito» di Anna Todd

Dopo lo straordinario successo dei capitoli precedenti e in occasione dell’uscita su Amazon Prime Video del film After 4 il 28 settembre, Anna Todd, scrittrice, produttrice e influencer, chiude con Amore Infinito la saga After, serie Wattpad più popolare di sempre con oltre due miliardi di letture. 

L’ultimo romanzo, disponibile dal 27 settembre, ha ovviamente come tema principale la complicata ma travolgente storia d’amore tra Tessa e Hardin. Se è vero che le cose tra i due non sempre sono filate lisce, è anche vero che l’amore che li lega gli ha sempre permesso di superare tutte le difficoltà. Il tempo però passa e le persone crescono. Tessa non è più l’ingenua e dolce ragazza che era quando si sono conosciuti, Hardin non è più l’insensibile e scontroso della coppia. Quindi, nel momento in cui, ancora una volta, affiora una verità scomoda e scioccante del passato di Hardin, Tessa è costretta a scegliere. Amare significa volere la felicità dell’altro più di ogni altra cosa, ma questo vale anche quando fare ciò significa annullarsi fino a farsi del male? I due amati riusciranno nuovamente a superare le difficoltà che la vita situa sul loro percorso?

Saggistica Sperling & Kupfer

«Una vita da Sirenetta» di Benedetta De Luca

Quante volte abbiamo sentito la frase “i social non sono la realtà”? Tra chi modifica ciò che vorrebbe migliorare e chi millanta una vita perfetta, ci sono anche persone che riescono ad emergere soprattutto per la loro sincerità. È il caso di Benedetta De Luca, ragazza nata con una malformazione congenita rara. Dopo aver trascorso quasi tutta la sua infanzia in ospedale, sottoponendosi a numerosi interventi chirurgici, e aver sopportato il bullismo in età adolescenziale, Benedetta è riuscita attraverso i social media ad accrescere la sua autostima e cerca ogni giorno di trasmettere ai suoi numerosi followers uno dei messaggi più importanti dell’epoca contemporanea: l’amore per sé stessi è la cosa più importante. 

Il suo obiettivo è far riflettere sul fatto che i disabili debbano essere considerati come persone senza che sia rivolto loro uno sguardo pietistico. 

In Una vita da sirenetta, Benedetta racconta la storia della sua vita, combattendo con ironia e leggerezza, proprio come fa su Instagram e TikTok, i pregiudizi e gli stereotipi da troppo tempo legati alla disabilità. Appassionata di moda e make-up, laureata in Giurisprudenza e abilitata alla professione di avvocato, si sta facendo sempre di più promotrice dei valori di inclusione e di accettazione della diversità.

Nella sua autobiografia in uscita il 6 settembre, Benedetta De Luca cerca di spiegare, nella maniera più chiara possibile, il motivo per il quale le persone affette da disabilità possono inseguire e realizzare i propri sogni senza tenere conto delle opinioni altrui. 

Redazione
0 0,00
Go to Top
× How can I help you?