Diario di un ragazzo invisibile: la difficoltà di trovare il proprio posto nel mondo.

in AUTORI/LIBRI/NEWS by

Hélène Vignal, nata nel 1968 a Parigi, dal 2005 è tra gli autori più prolifici della letteratura francese per bambini e ragazzi. Camelozampa fa conoscere questa autrice al pubblico italiano con il romanzo Troppa Fortuna, finalista al Premio Andersen 2012 e selezionato per l’Ibby Honour List 2012, e successivamente pubblica un secondo romanzo breve, Passare col rosso, selezionato tra i primi 100 titoli per la Biblioteca della Legalità di IBBY Italia.

Dopo il bestseller Passare col rosso, torna con un romanzo spiritoso e frizzante, su un ragazzino che ha il dono dell’invisibilità… o almeno crede! 

Sentirsi invisibili, trascurati, l’esatto opposto dell’essere centro dell’attenzione: una sensazione che può essere vissuta da molti giovani. Ma Vivien non ne fa un dramma, anzi. Il diario di un ragazzo invisibile è un resoconto delle osservazioni rigorose che fa per dimostrare la sua tesi, un record che in realtà possiede un dono invisibile. Un romanzo insolito e interessante di un’autrice di successo come Hélène Vignal, nota fino ad oggi per i suoi temi frenetici.

Vivien vive in una famiglia molto numerosa, il più delle volte passa inosservato, spesso viene dimenticato, quasi trascurato. Ma questa non è negligenza… forse Vivien ha il dono dell’invisibilità! In quanto aspirante scienziato, decide di scrivere ogni episodio della sua vita per sostanziare le sue tesi, le sue impressioni con precisione scientifica. Fino al momento in cui due occhi profondi, solitamente indifferenti, lo fissarono fissi… Un ritratto umoristico di un ragazzo anticonformista e pieno di risorse, una storia spiritosa, ma attuale, sulla difficoltà di trovare il suo posto in famiglia, nel mondo.

Diario di un ragazzo invisibile è stato illustrato da Luca Tagliafico e tradotto da Mirella Piacentini.

Bookreporter Settembre 22

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*