Il magazine della tua Città

Tag archive

the base

Francesco Gabbani – Volevamo solo essere felici Tour

in CULTURA/MUSICA/PHOTOGALLERY by

Roma 08.10.2022

Inizia con “Amen”, il primissimo successo di Francesco Gabbani, il concerto al Palalottomatica di Roma con “Volevamo solo essere felici tour”, che prende il nome dal suo ultimo album uscito quest’anno e dove ripercorre, con 26 brani, la sua ancor giovane ma brillantissima carriera di cantautore.

Uno spettacolo dove il carrarese non si risparmia con salti e balli lungo la passerella allestita per il palco Si diverte e ringrazia i numerosi intervenuti, che “Viceversa”, rispondono calorosamente accompagnandolo per tutto il concerto. Oltre a cantare Francesco si esibisce alla chitarra ed al pianoforte con il quale introduce uno spicchio di acustico accompagnato poi dalla sua band che vede Lorenzo Bertelloni al piano, Marco Baruffetti alla chitarra, Giacomo Spagnoli al basso ed il fratello Filippo alla Batteria.

C’è modo di partecipare al bellissimo concerto anche per il cast della serie televisiva “Un professore” a cui il cantautore ha collaborato con il brano “Spazio tempo”.

Di seguito la scaletta della serata e la nostra galleria fotografica

Scaletta

  1. Intro + Amen 
  2. Duemiladiciannove
  3. Pachidermi e pappagalli
  4. Eternamente ora 
  5. E’ un’altra cosa
  6. Foglie al gelo 
  7. Tra le granite e le granate 
  8. Spazio tempo (21. con il cast di Un professore)
  9. Il sudore ci appiccica 
  10. La Mira
  11. Occidentali’s Karma
  12. La mia versione dei ricordi 
  13. Tossico indipendente 
  14. Viceversa 
  15. Spogliarmi (acustico)
  16. Einstein (acustico)
  17. La rete
  18. Il bambino con fucile (acustico)
  19. Immenso (acustico)
  20. Puntino intergalattico 
  21. Un sorriso dentro il pianto 
  22. Sangue darwiniano
  23. Peace & Love 
  24. Cancellami 
  25. L’amore leggero (bis)
  26. Volevamo solo essere felici (bis)

Opeth, In Cauda Venenum Tour

in CULTURA/MUSICA/PHOTOGALLERY by

Seconda data del tour italiano “In Cauda Venenum Tour”, inizialmente programmato a Marzo 2021 solo Milano, ha visto la band Svedese esibirsi nel Teatro Antico di Ostia Antica.

Prima di loro si sono esibiti i The Vintage Caravan, il trio islandese ha scaldato il pubblico con un’ottima esibizione.

Alle 21 puntualmente salgono sul palco gli Opeth, nel frattempo il suggestivo Teatro Antico di Ostia Antica raggiunge la massima capienza, ed il concerto inizia con “Demon of the Fall” e “Ghost of Perdition”.

La Band composta da Mikael Åkerfeldt (voce e chitarra), Martin Mendez (basso), Fredrik Åkesson (chitarra) e Joakim Svalberg (tastiere), si arricchisce dalla presenza del nuovo batterista Waltteri Väyrynen, di seguito la nota della band, pubblicata sui social:

“Siamo lieti di annunciare che il nuovo batterista degli Opeth è niente meno che Waltteri Väyrynen (Paradise Lost, Bloodbath, Bodom after midnight). Walt assumerà il suo incarico con effetto immediato e suonerà il suo primo concerto con la band a Tallinn/Estonia il 14 settembre 2022. Sostituirà il batterista Sami Karppinen, che ha sostituito temporaneamente Martin Axenrot dall’autunno del 2021.

La band è attualmente impegnata nelle prove per il prossimo tour Mikael commenta:

“Ieri abbiamo fatto la prima prova con Walt ed è andata incredibilmente bene! Eravamo tutti molto nervosi prima, ma Waltteri ha spaccato! Una consegna pura! Abbiamo suonato 16 canzoni (!) dall’inizio alla fine e non abbiamo avuto un solo commento correttivo. È davvero notevole! Sono rimasto sbalordito, così come il resto della band. Ha tutto, davvero. Dalla necessaria sensibilità rilassata di cui un batterista degli Opeth ha bisogno, passando per il rock classico, il prog rock, i groove del metal, fino ad arrivare a un virtuosismo tecnico davvero mega-intricato. Inoltre, conosce estremamente bene le canzoni (già) sia dalle versioni registrate che da quelle dal vivo, a volte modificate. Abbiamo sentito rulli di batteria e ritmi che non avevamo mai sentito da quando le canzoni erano state registrate. Il pubblico è sicuramente pronto ad assistere a numerosi momenti di air-drum legati alle loro canzoni preferite degli Opeth. Walt ci ha preso gusto, per usare un eufemismo.

Vorrei anche cogliere l’occasione per ringraziare Sami per averci salvato il culo quando ne avevamo più bisogno. Se non fosse stato per i suoi sforzi, la sua amicizia e le sue attenzioni, probabilmente saremmo “sotto ghiaccio” in questo momento. Siamo inoltre felici di mantenere Sami come parte della famiglia Opeth. Il suo contributo agli Opeth va oltre le parole e continuerà a contribuire a rendere le nostre performance le migliori possibili. Dal profondo dei nostri cuori, grazie, Sami!”.

Di seguito la scaletta della serata:

  • Demon of the Fall
  • Ghost of Perdition
  • Hjärtat vet vad handen gör
  • The Leper Affinity
  • Reverie/Harlequin Forest
  • Nepenthe
  • Hope Leaves
  • The Devil’s Orchard
  • Face of Melinda
  • The Lotus Eater
  • Sorceress
  • Deliverance

Il Tour riprende a Novembre, toccando la Danimarca, la Germania, Francia, Gran Bretagna, Olanda, Svizzera, Spagna e Portogallo (tutte le date del Tour).

Vasco Live 2022

in CULTURA/MUSICA/PHOTOGALLERY by

Roma Circo Massimo 12.06.2022

E’ l’uomo dei grandi numeri, “c’è chi dice no”, o potrebbe dire di no, ma è lui quello dei record, il Komandante che con una doppia data al Circo Massimo di Roma, mai tentata da nessuno tra le altre, ha fatto venire i brividi a 140.000 persone intervenute nelle due giornate.

E come non esultare, cantare, ballare sulle note dei tantissimi successi scritti e intonati da questa icona del rock Italiano in una cornice magica per Roma e per il mondo come il Circo Massimo?
Grandi numeri dicevamo, 2 serate Romane sold out da 70.000 persone a serata, mega struttura scenica con un palco di circa 60 metri, oltre 1500 fonti luce per l’illuminazione dello spettacolo, 3 megaschermi sul palco e 8 wall disposti lungo tutto lo stadio romano con altrettante uscite audio per un totale di 750.000 watt di pura pressione sonora, in totale 12 date tutte sold out per una cosetta come 670.000 biglietti venduti.

Serata strepitosa quella a cui abbiamo assistito, abbiamo avuto anche la fortuna di scattare qualche foto da sopra il palco e vi possiamo garantire che è veramente impressioanante la marea umana vista da lassù e l’emoizione che possono trasmettere, specialmente dopo due anni di stop assoluto per questo tipo di eventi.

Tanti i VIP presenti nel parterre de roi, compresi i componenti dei Maneskin che si esibiranno proprio qui il 9 Luglio prossimo per ascoltare una carrellata dei tantissimi successi del Blasco, accompagnato da una band di tutto rispetto come oramai consuetudine formata da Stef Burns Vince Pastano alla chitarra, il bassista Andrea Torresani, i tastieristi Alberto RocchettiFrank Nemola Beatrice Antolini (anche percussioni), Matt Laug alla batteria e la sezione fiati composta da Andrea Ferrario al sax, Tiziano Bianchi alla tromba e Roberto Solimando al trombone.

Scaletta:

  1. XI comandamento
  2. L’uomo più semplice
  3. Ti prendo e ti porto via
  4. Se ti potessi dire
  5. Senza parole
  6. Amore… aiuto
  7. …Muoviti!(new arrangement with brass section)
  8. La pioggia alla domenica
  9. Un senso
  10. L’amore l’amore
  11. Interludio 2022
  12. Tu ce l’hai con me
  13. C’è chi dice no
  14. Gli spari sopra
  15. …..Stupendo
  16. Siamo soli
  17. Una canzone d’amore buttata via
  18. Ti taglio la gola
  19. Rewind
  20. Delusa(only a couple of verses and… more )
  21. Eh… già
  22. Siamo qui

Encore:

  1. Sballi ravvicinati del terzo tipo(preceded by snippets of the… more )
  2. Toffee
  3. Sally
  4. Siamo solo noi(with band presentation)
  5. Vita spericolata / Canzone
  6. Albachiara

Loreena McKennitt – Lost Souls Tour

in CULTURA/MUSICA/PHOTOGALLERY by

 

Teatro Antico di Ostia Antica, 25 Luglio 2019

Live report di Ernesto Fiorentino e Sandra Paul, galleria fotografica di Domenico Cippitelli

Loreena McKennit ad Ostia Antica, ovvero quando una canadese ricorda a noi che viviamo da questa parte dell’Atlantico le nostre origini musicali con un viaggio sulle tracce dei celti che si spostarono per l’Europa nei corsi dei secoli, lasciandosi contagiare dai suoni caldi del mediterraneo con le sue chitarre spagnole o i suoni dolci di una Istanbul incantata.

Keep Reading

Domenico Cippitelli
0 £0.00
Go to Top
× How can I help you?