Dacia Mariani Sguardo a Oriente

“Sguardo a Oriente”, l’immenso continente asiatico visto dagli occhi di Dacia Mariani

in AUTORI/EVENTI/LIBRI by

Sguardo a Oriente” è il nuovissimo libro di Dacia Mariani per Marlin Editore. Disponibile online e in tutte le librerie dal 19 maggio, il libro sarà presentato dalla stessa autrice – in dialogo con il giornalista Edoardo Vigna (Corriere della Sera) – sabato 21 maggio, alla XXXIV edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino, presso la Sala Madrid. 

Dacia Maraini nasce a Fiesole nel 1936 e vive a Roma. È autrice di romanzi, racconti, opere teatrali, poesie e saggi tradotti in oltre cinquanta Paesi ed è vincitrice dei premi Campiello, Strega, Napoli, Fregene, Brancati-Zafferana, Flaiano, Scanno, Cimitile, Hemingway e Viareggio alla carriera. 

Sguardo a Oriente” è il suo ultimo romanzo ed è il quarto in edizione Marlin, dopo “Dentro le parole” (2005), “Dacia Maraini in cucina” (2007) e “Alfabeto quotidiano” (2021), scritto con Gioconda Marinelli. 

Il libro racconta, come si evince dal titolo, l’immenso continente asiatico visto dagli occhi della scrittrice: un insieme di memorie, reportage, ricordi e racconti per descrivere una terra unica e contraddittoria. Questa affascinante novità, curata da Michelangelo La Luna, si presenta ricca di ricordi e testi, nei quali emerge un vivace ritmo narrativo che mostra in sé qualcosa di intimo e personale, come la volontà, da parte dell’autrice, di raccontare la propria storia attraverso la passione per la scrittura e l’amore per il viaggio.

In questo particolarissimo viaggio nel tempo, durante il quale l’autrice è accompagnata da autori di grande calibro, come Maria Callas, Alberto Moravia e Pier Paolo Pasolini, il continente asiatico è visto e descritto da occhi attenti: dalle bellezze naturali alla condizione umana e sociale della popolazione, questo insieme di sensazioni riserva un’attenzione speciale a temi attualissimi, come la coraggiosa protesta delle donne afghane contro le restrizioni imposte dal regime talebano.

Bookreporter Settembre 22

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*