Futuro Remoto: I classici del passato che danno spunti per il futuro

in LIBRI by

Nasce futuro remoto, la nuova collana firmata Edizioni Gruppo Abele, composta dai più grandi classici che si sono guadagnati la fama di essere controcorrente.

La raccolta, diretta da Tomaso Montanari, storico d’arte e rettore dell’Università per stranieri di Siena e Francesco Pallante, professore di diritto costituzionale presso l’Università degli studi di Torino; può vantare al suo interno nomi illustri di scrittori e scrittrici che sono stati maestri del pensiero, ma anche artisti, personaggi politici, uomini, donne e soggetti collettivi le cui parole sono state così alte e così profonde da parlare ancora oggi, anche a secoli di distanza. Una biblioteca rivoluzionaria per cambiare noi stessi e di conseguenza il mondo.

La collana nasce dalla volontà di provare ad evadere dai problemi che quotidianamente ci attanagliano quali l’aumento vertiginoso della disuguaglianza sociale, il consumo del pianeta e la distruzione del suo ecosistema. È forse possibile uscire da tutto questo avendo l’umiltà di tornare indietro per guardare a coloro che, nei decenni e nei secoli scorsi, hanno avuto il coraggio di far sentire forte e chiara la propria voce contro lo stato delle cose.

Un ritorno al passato che da spunti di riflessione sul futuro, attraverso i classici. La loro riscoperta è senza dubbio un’occasione per allargare gli orizzonti e guardare alle cose con uno sguardo diverso.

La nuova raccolta è dedicata a coloro che cercano un punto di partenza per analizzare e approfondire temi che si sono già verificati nel passato, affidandogli, a qualunque età abbiano, strumenti di conoscenza, di consapevolezza e di lotta.

Due saranno i volumi con cui la collana prenderà il via, scelti perché provengono da un’epoca simile ma da contesti sociali e geografici completamente differenti, esse sono: “Ricredetevi! Contro la guerra russo-giapponese” di Lev Tolstoj del 1904 e “Osservazioni sulla questione sociale” di Edmondo De Amicis datata 1892.

Due sono anche le uscite l’anno previste che esploreranno differenti contesti storici, geografici e sociali e la multiforme produzione di autrici e autori su molti aspetti della cultura e della società.

Bookreporter Settembre 22

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*