LXXIV Premio Strega

in EVENTI by

Il prossimo 2 luglio verrà attribuito il 74ᵉ Premio Strega. In una sobria cerimonia a causa dell’emergenza sanitaria, saranno sei i libri a contendersi l’ambitissimo premio e non cinque come neglianni precedenti. In effetti, quest’anno è stata applicata per la prima volta la clausola del regolamento che prevede il sesto finalista se fra i primi cinque non c’è alcun libro pubblicato da un editore medio-piccolo. 

I sei finalisti sono stati annunciati il 9 giugno attraverso un’inedita votazione in diretta streaming dalla Camera di Commercio di Roma – sala del Tempio di Adriano. Tra i finalisti selezionati possiamo trovare: Sandro Veronesi il quale ha raccolto la maggior parte dei voti espressi (210 preferenza che lo portano in testa ai sondaggi come probabile vincitore) per il suo libro “Il Colibrì” edito da La Nave di Teseo. Al secondo posto si trovano ex equo due autori della casa editrice Einaudi, Gianrico Carofiglio con la sua opera “La misura del tempo” e Valerio Parrella con “Almarina”, entrambi con 199 voti. Sul gradino più basso del podio troviamo un autore Feltrinelli Gian Arturo Ferrari con 181 preferenze con il suo “Ragazzo italiano”. Seguito da Daniele Mencarelli con “Tutto chiede salvezza” Mondadori, con 168 votie vincitore del Premio Strega giovani. 

A completare un’inedita sestina troviamo Jonathan Bazzi con il suo “Febbre” edito da Fandango Libri, il quale benché totalizzando 137 preferenze e rimanendo fuori dalla selezione dei finalisti è stato ripescato grazie alla clausola di salvaguardia dal Comitato direttivo come autore pubblicato da una piccola-media casa editrice. Come riferisce l’ANSA, a esprimere la loro preferenza lo scorso 9 giugno sono stati 592 su 660 aventi diritto con una percentuale dell’89,60%.

Determinati i sei finalisti di un particolare Premio Strega 2020 non ci resta che attendere il verdetto del vincitore giovedì prossimo. La cerimonia avrà luogo come di consueto al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma e sarà trasmesso in diretta televisiva su Rai Tre, con la conduzione di Giorgio Zanchini e ospite speciale Corrado Augias. Nel rispetto delle prescrizioni governative in materia di distanziamento sociale la serata finale non vedrà l’abituale platea di pubblico e di interventi.

Di Ludovico Fiorucci

Bookreporter Settembre 22

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*