Il magazine della tua Città

Tag archive

Largo Venue

Nobraino – Animali da Palcoscenico Club Tour

in European Affairs/MUSICA/PHOTOGALLERY by

Largo Venue Roma, 18 Aprile 2024

I Nobraino hanno scatenato la loro energia contagiosa al Largo Venue nella tappa romana del loro “Animali da Palcoscenico Club Tour”.
Dalla gabbia che li imprigionava all’inizio del concerto, i cinque musicisti sono esplosi in un vortice di rock genuino e fresco, travolgendo il pubblico con la loro inesauribile energia.

Il Largo Venue era gremito di fan che non aspettavano altro che cantare a squarciagola i brani più popolari della band, come “Endorfine”, “Film muto” e la nuovissima “Fermentazione”.

Lo show dei Nobraino è stato un concentrato di potenza e coinvolgimento. La band ha saputo tenere il pubblico incollato al palco per circa due ore, alternando brani vecchi e nuovi con una grinta e una passione che hanno conquistato tutti.
Con questo tour, i Nobraino hanno confermato il loro status di una delle band più interessanti del panorama musicale italiano. La loro musica sincera e potente, unita alla loro grande energia scenica, li rende una band imperdibile dal vivo.

La scaletta della serata

  1. Pixel
  2. Arte contemporanea
  3. L’ultimo uomo a cavallo sul pianeta
  4. Esperto di comunicazione
  5. Dubbi sul futuro
  6. Test di gravità
  7. Glenn Miller
  8. Fermentazione
  9. Canzone d’amore per correre
  10. Hotel Supramonte
  11. Nottambula
  12. Le tre sorelle
  13. La giacca di Ernesto
  14. Record del mondo
  15. Tradimentunz
  16. Lo scrittore
  17. Tempio di Iside
  18. Esca viva
  19. Bigamionista
  20. Endorfine
  21. Signori della corte
  22. Bifolco
  23. Film muto

Il cantautore Setak presenta il nuovo disco, Assamanù, a Largo Venue.

in COMUNICATI STAMPA/CULTURA/European Affairs by

SETAK IN CONCERTO A ROMA PRESENTA

 

“ASSAMANÙ”,

IL NUOVO ALBUM DI INEDITI

 

sabato 11 maggio 2024 – ore 21,30

Largo Venue – Via Biordo Michelotti 2 – ROMA

 

 

Un’immersione emotiva nelle profondità della propria storia personale, tracciata dalle corde di una chitarra che abbraccia i suoni globali e proietta le radici verso il futuro, dall’Abruzzo all’infinito.

 

“Assamanù” è il nuovo album del chitarrista e cantautore abruzzese Setak, nome d’arte di Nicola Pomponi, in uscita martedì 7 maggio, e che sarà presentato in concerto a Roma sabato 11 maggio sul palco di Largo Venue.

“Assamanù” è il culmine di una trilogia musicale iniziato con il suo acclamato disco di debutto “Blusanza” nel 2019 e proseguito con “Alestalè” nel 2021. Un’opera che suggella un percorso interiore che vede ciascun album raccontare le tre fasi più importanti della vita di Setak: infanzia (“Blusanza”), adolescenza (“Alestalè”) e infine, oggi, la maturità.

Ad accompagnare l’artista fra queste pagine di diario che prendono la forma di canzoni c’è ancora una volta la sapiente produzione di Fabrizio Cesare: un vero e proprio sodalizio artistico iniziato anni fa in una casa di campagna e che non a caso ha portato Setak a riappropriarsi delle proprie radici, intraprendendo un progetto che ha i piedi saldamente legati alla propria terra d’origine e lo sguardo proiettato in avanti.

Anticipato dal singolo “Curre curre” (guarda il videoclip realizzato in collaborazione con Medici senza frontierehttps://bit.ly/3U3mYYg), il terzo album dell’artista abruzzese è un gioiello che testimonia la sua abilità unica e personalissima nel saldare il dialetto della propria regione al blues, al folk d’oltreoceano e a tutte quelle musiche che hanno segnato la sua formazione emotiva di ascoltatore e musicista. Setak usa la propria tecnica sopraffina di chitarrista al servizio della scrittura di canzoni universali, setacciandonella propria storia più intima e nei suoi gusti per selezionare solo gli elementi più preziosi, come faceva anticamente lu setacciar, figura della tradizione agricola abruzzese nonché soprannome della sua famiglia, da cui Nicola Pomponi ha preso ispirazione per scegliere il suo pseudonimo.

Come per il nome d’arte, a dare il titolo all’album c’è un’altra parola abruzzese, “Assamanù”, che significa “in questa maniera”: una dichiarazione di identità, un atto liberatorio che rivendica la scommessa che l’artista ha saputo vincere lungo la sua trilogia discografica, mettendo al centro l’anima più sentimentale del dialetto per “dire cose normali condivisibili da tutte le persone del mondo”.

Attraverso le undici tracce dell’album, Setak esplora tematiche profonde come il tempo, la storia, la memoria e l’importanza di setacciare dentro sé stessi, esponendo un rapporto con la propria terra d’origine che sa essere anche critico e che non ha nulla di campanilistico o folkloristico. Perché “conoscere e fare sintesi del passato e della memoria ha un senso solo se serve per guardare al futuro”.

Le influenze di Setak, che spaziano da Paul Simon a Peter Gabriel, da John Lennon a Bon Iver, si fondono in un mix unico e al contempo eterogeneo, conferendo a ogni canzone un’anima e una ricchezza di stili diversa. Ogni collaborazione e influenza contribuisce a comporre un quadro emozionale e concettuale più ampio ma sempre personale, regalando un’esperienza di ascolto ricca e mai banale.

All’apice di un percorso che si distingue per la sua autenticità e la sua sperimentazione continua, con “Assamanù” Setak riesce nell’intento di lasciare un’impronta indelebile e riconoscibile sulla scena musicale italiana.

Setak ha presentato in anteprima “Assamanù” in un mini tour europeo che è partito da Parigi il 6 aprile (e poi Bruxelles, Liegi, Amsterdam), per poi proseguire in tutta Italia dal 3 maggio.

L’appuntamento di Roma è in programma sabato 11 maggio sul palco di Largo Venue.

Con Setak, saliranno sul palco Nazareno Pomponi alle tastiere, Fabrizio Cesare al basso, Flavia Massimo al violoncello, Valerio Pompei alla batteria e Alessandro Chimienti alla chitarra.

Biglietto: 15€

Link alle prevendite: https://largovenue.com/event/setak/

 

 

BIOGRAFIA

Con la sua chitarra e la sua voce, Setak, pseudonimo di Nicola Pomponi, incarna la quintessenza di una nuova coraggiosa musica d’autore italiana.

 

Il suo pseudonimo, “Setak”, trae ispirazione dal soprannome affettuoso della sua famiglia, “lu setacciar”, e rivela un legame profondo con le sue radici e la sua identità.

Nel corso della sua carriera, Setak ha sperimentato sia come session man che come cantautore, plasmando il suo percorso artistico con versatilità e creatività.

Nel 2019, irrompe sulla scena musicale con il suo primo album solista, “Blusanza”, un’opera completamente cantata in lingua abruzzese ma dalle sonorità universali. L’accoglienza entusiasta da parte del pubblico e della critica non tarda ad arrivare, culminando con la vittoria del prestigioso “Premio Loano” come miglior disco nella categoria under 35. L’album si fa strada nella scena musicale italiana, guadagnandosi una nomination alle prestigiose “Targhe Tenco” e aggiudicandosi il riconoscimento per la “migliore reinterpretazione di un brano di Andrea Parodi” al Premio Parodi.

Il suo stile compositivo è un vero e proprio melting pot di influenze musicali, che conferisce alla sua musica un’originalità senza tempo. Con il secondo album, “Alestalé”, pubblicato nel maggio 2021, Setak continua a stupire il pubblico. Brani come “Quanda sj ‘fforte” e “Coramare”, quest’ultimo interpretato in collaborazione con Francesco Di Bella dei 24 Grana e con l’eccezionale contributo di Fabrizio Bosso alla tromba, catturano l’attenzione degli ascoltatori. Il disco, arricchito dalla partecipazione del compaesano Mimmo Locasciulli nel brano “Lu juste arvè”, si aggiudica un posto d’onore nella cinquina delle Targhe Tenco 2021 come “Miglior album in dialetto”.

Il 7 maggio 2024, Setak pubblica il suo terzo album, “Assamanù”, anticipato dal singolo “Curre curre”.

Segui Setak

IG: https://www.instagram.com/nsetak

FB: https://www.facebook.com/setakmusic/

YT: https://www.youtube.com/channel/UCSxbkHpAgpCtYelQp6

 

Il Solito Dandy – Canta la rivoluzione gentile

in CULTURA/MUSICA/PHOTOGALLERY by

Roma, Largo Venue 20 aprile 2024

Due occhi giganti ai lati del palco, la batteria spostata sul lato sinistro, così si presenta il palco, pronto all’arrivo de Il solito Dandy per questa sua tappa romana al Largo Venue, con un singolo fresco fresco pronto per l’uscita il 26 aprile per Neverending Mina con distribuzione ADA/Warner.

Keep Reading

IL SOLITO DANDY

in COMUNICATI STAMPA/CULTURA/MUSICA by

Dopo il successo di X-Factor l’artista torna live con la sua rivoluzione gentile

20 aprile – Largo Venue – Roma

 

Milano, 17 aprile – Dopo il successo di X-Factor il Solito Dandy torna dal vivo in full band il 20 aprile nella cornice del Largo Venue a Roma.

L’artista porterà dal vivo il suo singolo  Irresistibile, il nuovo singolo in uscita il 26 Aprile per Neverending Mina con distribuzione ADA/Warner, in cui racconta un viaggio intenso di rinascita, ricco di speranza e di nuovi inizi.

Spazio anche ai brani di Turismo sentimentale, il suo precedente lavoro e i successi nati durante X-Factor, con i quali l’artista canta la sua rivoluzione gentile.

“In questo mondo distratto e rumoroso mi piace immaginare una rivoluzione gentile, fatta di persone che rispondono alla rabbia con comprensione” dice l’artista. “Un’incredibile rivoluzione dove tutti puntiamo al bene altrui, oltre gli individualismi augurandoci il meglio.”

Il live sarà occasione per rivedere dal vivo l’artista, dopo le sue performance televisive: Il Solito Dandy torna infatti alla dimensione dalla quale è nato il suo percorso musicale, quella della musica dal vivo, e lo fa raccontando storie che toccano le corde più surreali del nostro lato umano.

Miles Kane, il “One man band”

in CULTURA/MUSICA/PHOTOGALLERY by

Il chitarrista e cantante britannico Miles Kane è tornato ad esibirsi in Italia, sul palco del club romano Largo Venue, nell’ambito del suo nuovo tour “One man band:solo tour ‘24”.

Uno show solo elettrico in cui Kane presenta il suo lavoro, l’album appunto “One man band” pubblicato lo scorso anno, che dà anche il titolo anche al tour e che è stato preceduto dall’uscita del singolo “Baggio”, dedicato all’ex calciatore Roberto Baggio.
Keep Reading

Da Largo Venue parte il tour dei BNKR44

in CULTURA/MUSICA/PHOTOGALLERY by

Da Largo Venue a Roma parte il tour dei BNKR44 con il loro “I LOVE VILLANOVA club tour”,.

Erin, Piccolo, Faster, JxN, Caph e Fares, con Gheray0, il direttore artistico e manager della band, dopo la presenza a Sanremo 2024 tra gli artisti (l’anno prima ospiti  in duetto con Sethu nella cover di Charlie Fa Surf dei Baustelle) fanno sold out con le prime due date nella capitale, con un pubblico in trepida attesa fin dal pomeriggio in fila fuori dal locale.

Una scaletta di 26 brani, una intro e poi in ordine Cambiare non posso, Guida spericolata, So chi sei, Disordine, Latte e cereali, Effetti speciali, Girasole, Pianeta 3, Giorni vuoti, Scritto per te, Cosa ci resta, Specchio, Troppe caramelle, Charlie fa surf, Tira e molla, Tocca il cielo, Mai sonno, Tra i rottami, Esco, Ma che idea, Parole, Per non sentire la noia, Non riciclo piu, Nero mascara, Ric flair, Sabbia  per chiudere Governo punk.

Il tour prosegue ora da Napoli per toccare Perugia, Cesena, Milano, Firenze, Padova, Trento, Bologna ed infine Torino.

Insomma, da uno scantinato, il bunker appunto, il 4 aprile del 2019 (da cui deriva il 44) fino a Sanremo sta a dire che il gruppo di strada già ne ha fatta e grazie ai social il futuro sembra roseo.

 

1 2 3 4
Giulio Paravani
0 £0.00
Go to Top
× How can I help you?