Il magazine della tua Città

Tag archive

Ilaria Pisciottani

RECORDIS – Mostra personale di fotografia della Visual Artist New Fluxus Ilaria Pisciottani a cura di Valeria Cirone

in COMUNICATI STAMPA/CULTURA/PHOTOGALLERY by

Esposizione dal 28 al 31 Ottobre 2021
Palazzo Velli Expo
Piazza di S. Egidio, 10 Roma

Inaugurazione 30 Ottobre ore 17.00
Con evento performance “Cuore puro” con l’attrice e influencer sostenibile Mariella Sapienza

Ospite d’onore della serata anche l’artista Vito Bongiorno

Copyright © 2021 Vito Bongiorno

La mostra partecipa alla Rome art week (RAW 2021) manifestazione annuale, che vuole mettere in risalto l’arte contemporanea in tutte le sue forme nella città Eterna, mostrare l’antico che convive con il contemporaneo e indagare nuovi aspetti e volti che la città di Roma può offrire.

Ilaria Pisciottani, ci conduce in un viaggio personale, di scandalosa intimità, ma al tempo stesso comune e collettiva, attraverso segni, tracce, simboli ed emozioni che ci riportano alla dimensione più profonda del nostro Io.

Ilaria Pisciottani

“… sono dove la luce osteggia le tenebre, luce che non do mai per scontata, lasciandomi spronare a (ri)trovare un cuore puro.”

La mostra a cura di Valeria Cirone, indaga attraverso lo sguardo introspettivo della fotografa il tema della memoria dei ricordi. Intrecci tra quella individuale e quella collettiva, percezioni sensoriali ad essa legate, effetti che produce sulla coscienza e sulla conoscenza.
La memoria, intimo scrigno di ciascun essere umano, luogo ideale di selezione e archiviazione di frammenti di vita.

Valeria Cirone

Contenitore dell’insieme dei ricordi.
Non è un concetto di memoria, ma la capacità di conservare traccia più o meno completa degli stimoli esterni derivanti dall’esperienza e di rievocarli quando essi sono oramai cessati, riconoscendoli come stati di coscienza trascorsi.

La natura stessa della memoria si presenta come un campo di forze in cui i ricordi sono circoscritti dall’oblio. Un processo di selezione, taglio, sezionamento delle esperienze vissute; un gioco di forze da cui scaturisce la soggettività, connettendo i concetti fondamentali di “identità”, “tempo” e “coscienza”.

Copyright © 2021 Ilaria Pisciottani

“Il proprio tempo” così negato al mondo contemporaneo così veloce e frenetico nei suoi vettori spazio-temporali, negato alla riflessione, negato alla conoscenza, imprigionando la libertà dello sguardo da facili stereotipi in uno schema di semplicità costituito da dimenticanza se non dall’oblio stesso.

Identità, tempo, memoria, s’intrecciano acquistando una propria dimensione intimistica in cui il passato si mescola con il presente attraverso continui rimandi che divengono monito per azioni future, diventando la cifra ideologica del lavoro della Pisciottani.

Copyright © 2021 Vito Bongiorno

L’ingresso alla mostra è libero, rimane comunque contingentato, con obbligo di mascherina ed igienizzazione delle mani, come da obblighi di legge.

Orari esposizione dal 28 al 31 ottobre 2021
dalle ore 11.30 alle 19.00

“Locum Sacralis”

in COMUNICATI STAMPA/CULTURA by

Mostra fotografica dal 20 al 25 Agosto 2021

presso il Parco del Vallo Latino Volsco di Anzio

Località Santa Teresa

Ideata da Ilaria Pisciottani e LBretrA

Direttore della fotografia Romana Rostolis

e coordinamento dell’assessore del Comune di Anzio Laura Nolfi

Roma, 9 Agosto 2021

“Locum Sacralis” è il titolo della mostra fotografica a cura di Ilaria Pisciottani in collaborazione con il conceptual Artist romano LBretrA 16 scatti pensati per voler riportare in auge la figura dell’imperatore romano Nerone e l’antico splendore e la sacralità dei luoghi in cui è nato e cresciuto.

Il direttore della fotografia è Romana Rostolis.

“Locum Sacralis” prevede inoltre una meravigliosa performance teatrale “Racconto a due voci”,
scritta e interpretata da Roberta Gasparetti e regia di Laura Borgarucci: frutto di ricerche d’archivio sulla vita dell’Imperatore Nerone che verrà messo in scena in occasione dell’esposizione artistica, le sere di venerdì 20 Agosto e sabato 21 Agosto dalle 20.

I protagonisti di “Locum Sacralis” sono la fotografa e performer Ilaria Pisciottani che è anche ideatrice del progetto artistico insieme a Danilo Gheghi, LBretrA, appassionato di belle arti e arti applicate del ‘900, conceptual Artist che ha curato la parte storico-culturale del progetto; Romana Rostolis direttore della fotografia , nonché fotografa amante della luce e della trasparenza infatti in “Locum Sacralis” saranno esposte anche sue 5 opere fotografiche , Ludovica Gheghi che nelle foto interpreta la vestale guida dei ricordi e infine, ma non per ultima, Roberta Gasparetti, che scrive e lavora con la sua voce unica, doppiatrice professionista, dialoghista cinematografica e televisiva, voce ufficiale di molti documentari, reality show e autrice di testi teatrali che in “Locum Sacralis” porterà in scena una suggestiva performance teatrale “Racconto a due voci”, un monologo scritto e interpretato dalla stessa Gasparetti che, attraverso l’uso della voce, ci porterà indietro nel tempo e ci farà incontrare due donne della Roma Imperiale la cui storia è intrecciata con Nerone e con le sue vere passioni di uomo e di artista, regista Laura Borgarucci

Il tutto sapientemente coordinato dall’assessore alla cultura Laura Nolfi del Comune di Anzio .

La mostra gode del patrocinio del Comune di Anzio e si svolgerà all’interno della rassegna nazionale “Occidente FilmFest
presso il Parco del Vallo Latino Volsco dal 20 al 25 Agosto 2021

Il ringraziamento dell’organizzazione va al primo cittadino, Candido De Angelis e al Responsabile ufficio comunicazione grandi eventi dott Bruno Parente.

Il video messaggio di Carlo Verdone

Un po’ di storia.
La zona di Antium, che nell’antichità comprendeva gli attuali centri di Anzio e Nettuno,
è stata sede di popolazioni antichissime (1000 a.C.) ma la città di Anzio fu fondata dai Latini all’inizio del V secolo a.C. e poco dopo sottomessa dai Romani.
Diventata luogo di villeggiatura per i notabili romani vide la nascita (nel 37 d.C.) dell’Imperatore Nerone che ebbe Antium sempre a cuore abitando lui stesso sul Lungomare Nord, in una grandiosa villa che si estende per centinaia di metri a strapiombo sul mare facente parte, ad oggi, del Parco Archeologico.

Diversamente da quanto la storia ci tramanda Nerone non fu un Imperatore odiato, anzi! I primi 5 anni del suo potere furono uno dei periodi più felici dell’Impero Romano; allievo di di Seneca Nerone fece molte riforme tributarie e monetarie che aiutarono il popolo a vivere meglio.
La storiografia per lungo tempo lo considerò un nemico di Roma ma oggi, gli storici moderni, riconoscono come in realtà l’Imperatore, seppur con una personalità instabile e problemi psichici fosse anche un protettore delle Arti, un appassionato di sport e un leader amatissimo dal suo popolo.

Non mancate !!

Info :
– Ingresso libero
– Prenotazione obbligatoria all’indirizzo mail pol.culturali@comune.anzio.roma.it
– Obbligo possesso di Green Pass

“Bislacchi&Analogici”

in COMUNICATI STAMPA/CULTURA by

la fotografia analogica in mostra alla Sacripante Gallery
di Rione Monti a Roma

Dal 27 al 30 Maggio 2021

A cura di Valeria Cirone

Vernissage
giovedì 27 maggio ore 18
Happening “Rompi il silenzio”
Esposizione oggetti analogici e bislacchi

Video di back stage del progetto fotografico analogico “Bislacchi&Analogici”

“Prendi una scatola di cartone del 1906, un carrellino che scorre, una lastra su cui si imprime un’immagine, un paio di specchi, la luce che fa da protagonista e poi ci aggiungi una performer fluxus, un giovane fotografo di talento, un concept artist, una direttrice della fotografia e la loro curatrice ed ecco che ne esce una mostra originalissima, un’esposizione di fotografie unica e particolare, con scatti analogici, stampe old style, polaroid che dopo l’indimenticabile “sventolata” imprimono la luce sulla pellicola.

L’idea della mostra Bislacchi&Analogici
racchiude la storia e il linguaggio espressivo di quattro artisti, il giovane ma talentoso Francesco Minniti, Ilaria Pisciottani, LBretrA, Romana Rostolis e Valeria Cirone che ne è la curatrice, insieme, hanno guidato il loro modo di esprimersi convogliandolo in un incontro d’arte senza eguali.

«Noi non siamo immagini ma attimi eterni.
La fotografia ha un’anima, l’immagine è invece solo un attimo effimero!»

I protagonisti di questo nuovo progetto si sono confrontati e hanno giocato “bislaccamente” tra loro, tirando fuori lo stile New Dada che li accomuna hanno collaborato fondendo diversi pensieri artistici, diversi linguaggi e diverse sensibilità.

30 scatti in bianco e nero che mettono al bando l’immagine volgare e stereotipata della donna in un certo tipo di iconografia, esaltandone eleganza e delicatezza, accusano l’inquinamento che semina morte, denunciano i cadaveri che il mare tiene per sé, il dolore del Covid che subdolamente si porta via i nostri cari!

La mostra è anche esaltazione della bellezza il cui bisogno ci salverà, ci aiuterà ad evadere dalla quotidianità così intensa, così pesante.

La mostra nasce da un’idea di Ilaria Pisciottani ed organizzata in collaborazione con New Format Art

Ospite d’onore della mostra Candy Rose Burlesque performer

Redazione
Go to Top
× How can I help you?