Video Città 2024 – Il festival dell’audiovisivo

in ARTE/CULTURA/European Affairs/PHOTOGALLERY by

Dal 5 al 7 luglio, Videocittà è tornato a Roma. Il festival, ideato da Francesco Rutelli e diretto da Francesco Dobrovich, è giunto alla sua settima edizione, esplorando il mondo innovativo dell’audiovisivo. Migliaia di visitatori si sono riversati al Gasometro di Roma, la più grande area di archeologia industriale d’Europa, attratti da installazioni maestose, videoarte, esperienze immersive, live e dj set, talk e AV experience.

L’edizione 2024 ha ottenuto un enorme successo, registrando il tutto esaurito da venerdì a domenica. Dopo aver avuto come temi l’elemento lunare nel 2022 e la Terra nel 2023, quest’anno il focus è stato la Galassia. All’interno della location di Ostiense, si sono intrecciati i temi della centralità dell’essere umano, dell’innovazione e della cultura, riflettendo le energie diversificate di Eni, partner del festival.

L’inaugurazione di Videocittà è stata segnata dalla spettacolare opera site-specific “Nebula”, che ha investito il cilindro metallico più grande del Gazometro, simbolo del quartiere Ostiense e della Roma contemporanea. L’installazione, firmata da Quiet Ensemble e Giorgio Moroder, ha offerto un’esperienza audiovisiva coinvolgente. Quiet Ensemble, noto studio creativo italiano, ha combinato arte, scienza e tecnologia utilizzando tecniche interattive e dettagli minimi come i suoni della natura. La colonna sonora di “Nebula” è stata realizzata da Giorgio Moroder, maestro del sintetizzatore, premiato con l’Oscar e il David di Donatello alla Carriera.

La struttura del Gasometro è stata trasformata in una fitta costellazione luminosa, avvolgendo il pubblico in un’esperienza immersiva unica. Tra i partecipanti di Videocittà 2024 ci sono stati il Leone d’Argento Camille Henrot, il Leone d’Oro Blanca Li con l’esperienza VR “Le Bal de Paris”, e la prima nazionale di “ODE corporis”, un progetto VR del Teatro dell’Opera di Roma. Sono stati presenti anche gli Overmono, Tomy Cash, Venerus, Caterina Barnieri & MFO, Bluem, Thru Collected, oltre alla videoarte di Sahej Rahal e BjØrn Melus.

I talk hanno visto protagonisti Tinti & Rapone, Vita Lenta, Michela Giraud e Maria Onori, insieme a un evento speciale su Guglielmo Marconi nei 150 anni dalla sua nascita, condotto dal Prof. Vincenzo Schettini “La Fisica che ci piace”. Il programma professionale di Pro-Agorà e i panel tecnici dell’Unione Editori e Creators Digitali di ANICA hanno completato l’offerta.

A presentare l’evento nella serata del 5 luglio è stato Francesco Rutelli, ideatore del festival.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*