Dee Dee Brigdewater live alla Casa del Jazz

in CULTURA/MUSICA/PHOTOGALLERY by

Roma, 10 Luglio 2021

Alla vigilia della sua performace Dee Dee Bridgewater dichiara:

“Sono molto felice di essere di nuovo in Italia credo siano almeno due anni che non venivo qui.

Sono qui per un progetto speciale con musicisti italiani appena incontrati, Claudio Filippini al pianoforte e alle tastiere, Rosa Brunello al contrabbasso, Evita Polidoro alla batteria, Mirco Rubegni alla tromba, Michele Polga al sassofono tenore.

Ho deciso di provare per l’occasione qualcosa di nuovo e differente di fare un omaggio a Chick Corea con cui ho lavorato quando lui suonava insieme al bassista Stanley Clarke e quindi interpreterò canzoni che Clarke fece con Corea alcune composizioni di Corea e ho pensato che fosse anche bello includere altri compositori del mondo Jazz che io amo.

Farò quindi composizioni di Wayne Shorter, tre brani di Horace Silver, due canzoni di Thelonious Monk e una di Herbie Hancock.

La maggior parte del materiale non lo conoscevo e quindi il pubblico mi vedrà sul palco con i miei spartiti, così come anche i musicisti.

E’ una bella sfida per me perché credo che come individui dobbiamo costantemente sfidare noi stessi per mantenere le nostre menti attive e incrementare sempre di più la nostra creatività.

E’ un’avventura esaltante per me anche un po’ spaventosa. Spero di vedervi tutti alla Casa del Jazz di Roma uno dei miei luoghi preferiti.”

E le premesse non potevano che essere mantenute, in un’atmosfera caldissima Dee Dee Bridgewater ha allietato il pubblico romano con i brani di seguito riportati:

  • Sea Journey
  • Unexpected Days
  • Doodlin’
  • Round Midnight
  • Nica’s Dream
  • Long Time Ago
  • Song for My Father
  • Butterflyes Dreams
  • Blue Monk
  • Spain
  • Space Captain

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*