TIM, in sciopero gli addetti al customer care del 119

in ECONOMIA by

Il sindacato UGL ha dichiarato un periodo di sciopero che partendo dalla data odierna si articolerà in varie azioni fino al 15 di marzo, Lo sciopero  è stato dichiarato dopo l’esito negativo dell’ultimo incontro con l’azienda dello scorso 16 gennaio.

“Per tutti i problemi denunciati da tempo dal Sindacato, senza alcuna volontà dell’azienda nel volerli affrontare e che interessano i lavoratori di Palermo di TIM del settore Consumer Caring addetti al servizio gestione clienti di telefonia fisso/mobile 119.” Ha denunciato la UGL Telecomunicazioni in una nota diffusa nella giornata odierna.

I motivi principali dello sciopero che denuncia l’UGL sono:

– indisponibilità turni agevolati per i part-time mamme/papà ;

– Turni lavoratori full time prevalentemente serali ;

– Utilizzo del personale prevalentemente in attività di front-end ;

– Chiusura a Palermo del servizio « Access team » ;

– Criticità riguardanti i posti auto riservati ai turnisti serali;

– Difformità presenti al sistema di climatizzazione;

– Mancati passaggi dei lavoratori in ammortizzatore sociale (solidarietà) dal servizio 119 verso il settore dei tecnici On Field della rete di open Access.

Lo sciopero parte oggi fino al giorno 15 marzo 2019 così articolato: lavoratori full time 2 ore di sciopero a fine turno e i lavoratori part-time 1 ora di sciopero a fine turno.

La UGL Telecomunicazioni chiede all’azienda l’apertura di un tavolo azienda/sindacato per affrontare tutti i problemi presenti sul sito produttivo di Palermo.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*