Prestiti gratis nella biblioteca italiana di Benfica

in CULTURA by

Che cosa c’è di meglio di una bibita fresca e della lettura di un buon libro sotto l’ombrellone in questa torrida estate? Alla bibita dovete pensare voi, al libro, in prestito, gratis, per gli italiani che vivono a Lisbona e dintorni, ci pensa la Freguesia di Sao Domingo de Benfica dove esiste da alcuni anni una ben fornita biblioteca di testi di autori italiani e di autori stranieri tradotti in italiano.

La biblioteca si trova al piano terra del primo dei due edifici neoclassici che formano il Forum Grandela e che sorgono su Estrada de Benfica, al n.419, e che ospitano, oltre alla biblioteca, alcuni locali dove si svolgono mostre di pittura e di fotografia ed altre attività culturali.

Qui ha sede anche l’AIRP, l’Associazione degli Italiani in Portogallo (un tempo UIM, Unione italiani nel Mondo) alla quale si deve questa lodevole iniziativa, insieme a tante altre attività culturali (in primis la presentazione di libri, corsi di lingua, conferenze, ecc.) che permettono agli italiani che vivono in questo paese di incontrarsi e integrarsi meglio. Prima della pandemia c’è stata anche un’aula gratuita di tango argentino tenuta dalla professoressa Eugenia Brandulo.

Fanno parte oggi del patrimonio librario in italiano della Freguesia circa 800 volumi raccolti sotto la spinta decisiva di Silvana Consalvo, tra le animatrici in Italia della Biblioteca Gino Pallotta di Fregene, che ha portato la sua competenza e la sua passione anche a Lisbona. Per mesi, negli anni passati, ad ogni volo Roma-Lisbona ha portato una valigia di libri e, seguendo il suo esempio, altri italiani (soprattutto pensionati) hanno arricchito questo patrimonio. Un patrimonio che, pur diligentemente registrato e codificato da Silvana Consalvo, purtroppo ancora non è on line, ma al quale si accede facilmente grazie alla disponibilità del bibliotecario portoghese Antonio Ferro, che – dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 17 (con breve pausa pranzo) – registra puntualmente a mano prestiti e restituzioni.

I più richiesti sono naturalmente i testi di letteratura, ma va forte anche la saggistica, con una sezione piuttosto ben fornita di libri di noti giornalisti italiani. Tra le ultime presentazioni al Forum Grandela proprio quelle di libri di giornalisti: Antonio Ortoleva  con “A doppia mandata” e  Enzo Mignosi con “Non posso salvarmi da solo”. In precedenza anche Carlo Giacobbe  con il libro “Il sionista gentile”. Al libro è abbinato un cd, che, grazie al potere evocativo della musica, fa da guida emotiva ai lettori/ascoltatori. Il disco è una compilation di 18 canzoni, in lingua Yiddish, in ebraico, in sefardita e in italiano. Le canzoni sono state tutte arrangiate ex novo e reinterpretate da da Carlo Giacobbe (che è anche cantante) e da un gruppo di artiste sue amiche.(c.p)

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*