Il Magazine della tua Città

Tag archive

European Affairs

Stadio – Mobile Live 4.0

in CULTURA/MUSICA/PHOTOGALLERY by


Outlet Summer Fest 2019
– Valmontone – 20.07.2019

Live report, pregalleria e galleria fotografica di Claudio Enea

Chiude i battenti e finisce così come era iniziato, l’Outlet Summer Fest 2019 di Valmontone, ovvero con il botto.

Protagonisti della serata gli Stadio, la storica band emiliana  tra le più longeve del panorama musicale Italiano, che vanta collaborazioni di tutto rispetto come quelle con Lucio Dalla, Vasco Rossi e tante altre, con il suo tour “Stadio Mobile live 4.0”, ripropone uno degli album di maggior successo registrato dal vivo ovvero “Stadio Mobile Live”.

La preziosa affluenza di pubblico, accorso numeroso, dona alla serata la giusta atmosfera di chiusura, con tanta energia e tanto entusiasmo da una parte e dall’altra del palco, mentre scorrono le note dei tantissimi successi della band capitanata da Gaetano Curreri, da  “Un disperato bisogno d’amore” a “Generazione di fenomeni” per passare alla colonna sonora di “Acqua e sapone” dal titolo omonimo ad attimi di pura emozione con “E mi alzo sui pedali” dedicata a Marco Pantani e tantissimi altri successi della band vincitrice del festival di San Remo 2016.

Il lunghissimo concerto si chiude con un doppio bis che esaurisce la serata con l’omaggio a Lucio Dalla  e la sua “La sera dei miracoli” in una magistrale interpretazione.

Formazione:
Gaetano Curreri – Voce e pianoforte
Andrea Fornili – Chitarra
Roberto Drovandi – Basso
(*)Giovanni Pezzoli – Batteria

(*) Ci scusiamo per l’assenza dalla galleria fotografica ma era praticamente impossibile fotografare la postazione, tra l’altro avvolta da una parete di plexiglas che rendeva ancora più difficoltosa se non impossibile la ripresa.

(Pregalleria)



Tiromancino – Fino a qui tour 2019

in CULTURA/PHOTOGALLERY by


Cavea Auditorium Parco della Musica Roma – 01.07.2019

Live report, pregalleria e galleria fotografica di Claudio Enea

Al Cavea di scena i Tiromancino in una delle tappe del tour che li vede presentare l’ultima fatica discografica “Fino a qui tour” e diversi tra i loro successi.

“Sarà uno spettacolo speciale, in cui punteremo a valorizzare l’aspetto ritmico delle nostre canzoni, preparatevi, perché ci sarà da ballare!” preannuncia Federico Zampaglione leader ed anima della band, ed a tutti gli effetti risulta un’occasione unica dal punto di vista acustico musicale, il gruppo viene infatti accompagnato dalla Ensemble Symphony Orchestra diretta dal Maestro Giacomo Loprieno, per un’esperienza coinvolgente ed avvolgente, equilibratissimo il connubio che dona raffinatezza e completezza allo show.


(Pregalleria)



La band:
Federico Zampaglione – voce, chitarra, pianoforte, percussioni
Antonio Marcucci – chitarre e cori
Francesco “Ciccio” Stoia – basso
Marco Pisanelli – batteria e percussioni
Fabio Verdini – pianoforte,tastiere e campionatori

Måneskin – Roma Summer Fest 2019

in CULTURA/PHOTOGALLERY by


Roma – Auditorium Parco della Musica 23.06.2019

– Live report di Claudio Enea
– Pregalleria e galleria fotografica di Claudio Enea

D:”Dopo XFactor avete iniziato con il botto, che intenzioni avete?”
R:”Di continuare con il botto!” (Da intervista RAI)

E ci sta riuscendo alla grande il gruppo romano, numeri veramente incredibili, 135.000 biglietti venduti in poco meno di due anni, gli eventi fin qui prevalentemente sold-out, 12 dischi di platino, 4 dischi d’oro, doppio di platino per l’album “Il ballo della vita”, consapevolezza della loro crescita e  anche un po di spavalderia che si possono comunque permettere visti i risultati.

La Cavea è al completo, 5000 presenti, tanti i coetanei della band, come ovvio che sia, per questo che era considerato da alcuni un fenomeno passeggero e che invece sta confermando quanto di buono si era visto fin dai primi momenti.

Un urlo compatto accoglie in scena la band che ripropone tutti i brani che l’hanno portata al successo più qualche cover importante. I presenti nell’anello alto sono all’inizio tutti composti e seduti al loro posto, ma dura poco, fino a quando Damiano non li esorta ad alzarsi, “non si è mai visto un concerto rock con la gente seduta”.

Un’ora e mezza in cui saltano e corrono da un lato all’altro del grande palco senza risparmiarsi, trasmettendo l’adrenalina che li percorre, ed il pubblico sembra gradire accompagnandoli e cantando ogni brano, da ”Fear for Nobody” a “Immortale”, da “Chosen” a “Morirò da re” per finire con “Torna a casa”,.

Iinsomma un bell’inizio per questo Roma Summer Fest 2019 che ci accompagnerà per tutta l’estate e quale miglior modo di iniziare se non con il botto?

La scaletta

Pregalleria



La band:
Damiano David – voce
Victoria De Angelis – basso
Thomas Raggi – chitarra
Ethan Torchio – batteria e percussioni

Giorgia – Pop Heart Tour 2019

in CULTURA/PHOTOGALLERY by

Palazzetto dello Sport – Roma 16.05.2019

Un fuori programma 5 minuti prima dell’inizio concerto, un brusio poi grandi applausi nel primo anello alle spalle del parterre, molta confusione, tanto che credevamo che la produzione avesse voluto preparare una sorpresa modificando l’inizio del concerto, facendolo iniziare con una apparizione da mezzo il pubblico. Niente di tutto questo era solo un gran numero di persone che aveva riconosciuto e voleva salutare Carlo Verdone, che prendeva posto anche lui accorso da spettatore a questa magica serata.

Ma veniamo al live report.
Classe ed eleganza fatta cantante, è così invece che si presenta al “suo” pubblico, una tra le più belle voci del panorama Italiano ed internazionale, forse la migliore almeno in Italia secondo chi scrive (ndr).

Arriva finalmente, attesissima a Roma, l’affascinante Giorgia Todrani, in arte, semplicemente Giorgia, vestita per l’occasione da Dior per mano di Maria Grazia Chiuri, come scritto in più parti, un rimando agli anni 50 ed in particolare alla memoria di Grace Kelly, tre abiti caratterizzati da tute aderenti e gonne in tulle impreziositi da paillettes e cristalli Swaroski, insomma la maison di origine francese non poteva trovare cliente più adatta, carismatica e rappresentativa.

Compare così da una pedana salendo dal sottopalco in una silhouette da brividi a far urlare un gremitissimo Palalottomatica, inizia la serata del Pop Heart Tour di Roma che prende il titolo dall’omonimo album cover, primo per l’autrice-interprete romana.
Disco di platino che vede rivisitati brani come “Le tasche piene di sassi” di Jovanotti che apre il concerto, “Una storia importante” di Eros Ramazzotti” e tante altre. Oltre i brani dell’album anche molte pietre miliari, da “E poi”, a “Come saprei”, “Come neve” e molti altri per 2 ore e mezza di pura energia musicale, in una scenografia allestita magistralmente dove luci e pareti led aiutano ad accompagnare lo spettatore dentro i brani che hanno scandito la carriera dell’artista.

Ne è passata di acqua sotto i ponti da quel lontano ’93 in cui Giorgia vinse il San Remo Giovani, in questi 25 anni l’abbiamo vista duettare con le più autorevoli voci del panorama mondiale, raggiungendo una maturità vocale ed interpretativa fuori dall’ordinario, quando appare lei sulla scena ti aspetti sempre qualcosa di spettacolare, qualche cosa di unico. Così è, quando trasmette emozioni interpretando “Anima” di Pino Daniele, o quando in forma reverenziale dice “Ora vi chiedo scusa in anticipo per questo brano che proverò a cantare davanti a voi e spero che lei, anche se da lassù, lei potrà capirmi e scusarmi” prima di intonare “I Will always love you” di Withney Houston, ma ormai la cara Giorgia è arrivata ad un livello tale di maturità che non c’è pezzo che non possa cantare.

Su queste note finisce la serata romana che l’ha vista saltare, ballare, firmare autografi come nulla fosse mentre continuava a cantare coadiuvata da un band di elevato livello formata da Mylous Johnson alla batteria, Sonny Thompson al basso, Jacopo Carlini al pianoforte, Fabio Visocchi alle tastiere, Anna Greta Giannotti alla chitarra, Diana Winter cori e chitarra, Andrea Faustini cori, ultimi due con i quali duetta pure durante il concerto.

Di seguito la scaletta dei brani:

  1. Le tasche piene di sassi (Jovanotti cover)
  2. Una storia importante (Eros Ramazzotti cover)
  3. Gli ostacoli del cuore (Elisa cover)
  4. Credo
  5. Scelgo ancora te
  6. Sweet dreams (Eurythmics cover)
  7. Quando una stella muore
  8. È l’amore che conta
  9. Come neve
  10. Dune mosse (Zucchero cover)
  11. I feel love (Donna Summer cover)
  12. Il mio giorno migliore
  13. La mia stanza
  14. Ain’t nobody
  15. E poi
  16. Come saprei
  17. Strano il mio destino
  18. Un amore da favola
  19. Girasole / Tradirefare
  20. Easy
  21. Di sole e d’azzurro
  22. Vivi davvero
  23. Stay (Rihanna cover)
  24. Io tra tanti
  25. L’essenziale (Marco Mengoni cover)
  26. Oronero
  27. Anima(Pino Daniele cover)
  28. Tu mi porti suI
  29. will always love you (Withney Houston)

Pregalleria


(Pregalleria e galleria completa a cura di Claudio Enea)


Sull’urbanistica la rivoluzione grillina parte dai consulenti e dalla segreteria di Morassut e Veltroni

in POLITICA by

Nei giorni scorsi ho avuto modo di ascoltare e condividere la rabbia dei cittadini e di ben tre comitati di quartiere tra l’VIII e il IX municipio di Roma che chiedevano interventi per la sicurezza nei quadranti Ardeatina Cecchignola Vigna Murata in vista dell’arrivo di una nuova colata di cemento in zona con annesso l’ennesimo centro commerciale.

Continue reading “Sull’urbanistica la rivoluzione grillina parte dai consulenti e dalla segreteria di Morassut e Veltroni” »

Fabrizio Santori
Go to Top
WhatsApp chat