Il Magazine della tua Città

Author

admin - page 34

admin has 391 articles published.

Campidoglio, 22 e 23 settembre Roma partecipa alle Giornate Europee del Patrimonio 2018

in CULTURA by

Nei Musei Civici e nei siti archeologici e artistici del territorio visite e incontri gratuiti per tutto il weekend

Sabato 22 e domenica 23 settembre Roma Capitale aderisce  all’edizione 2018 delle Giornate Europee del Patrimonio (GEP) con una serie di incontri e visite guidate gratuite nei Musei Civici e nei siti archeologici e artistici del territorio promosse Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

La manifestazione – promossa dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione europea e organizzata dal Ministero per i beni e le attività culturali – si svolge con successo dal 1991 in tutti i Paesi Europei allo scopo di far conoscere ai cittadini europei il loro patrimonio culturale  come elemento di unione e di differenza, strumento di scoperta e comprensione reciproca, e di incoraggiare alla partecipazione attiva per la salvaguardia e la trasmissione alle nuove generazioni. Per il programma completo www.beniculturali.it

Il programma nella Capitale prevede, dalle ore 10.00 di sabato 22 alla sera di domenica 23 settembre, un’offerta ampia di incontri e visite guidate ispirate al tema scelto per questa edizione “l’arte di condividere”.

Le iniziative si svolgono nei Musei Civici e in alcuni siti archeologici e artistici del territorio, anche con l’apertura di luoghi non sempre aperti al pubblico. Dalle visite a grandi monumenti come l’Ara Pacis e i Mercati di Traiano a luoghi meno conosciuti, come la Casina del Cardinal Bessarione, che custodiscono un patrimonio ricco di archeologia, arte e natura.

Ad accogliere il pubblico sono curatori archeologi e storici dell’arte, con il supporto, in alcuni casi, dei volontari del Servizio Civile Nazionale, impegnati nei progetti della Sovrintendenza.

Le iniziative previste sono ideate come occasioni di incontro e condivisione, con una particolare attenzione, in alcune proposte inclusive, all’integrazione e al superamento del divario sensoriale e culturale.

Le visite sono gratuite con pagamento, ove previsto, del biglietto di ingresso al museo o al sito secondo tariffazione vigente.

Entrata completamente gratuita per i possessori della MIC Card, la carta acquistando la quale, al prezzo di 5 euro, chi vive e studia a Roma può accedere illimitatamente per 12 mesi nei Musei in Comune e nei siti storico artistici e archeologici della Sovrintendenza Capitolina ai beni culturali.

Finanziamenti per €300 milioni alle PMI italiane dei settori culturali e creativi

in EUROPA by

· Sottoscritto un accordo di garanzia tra il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI) e la Cassa depositi e prestiti (CDP) nell’ambito della Cultural and Creative Sectors (CCS) Guarantee Facility del Programma “Europa Creativa”, al fine di supportare l’accesso al credito delle imprese attraverso il Fondo di Garanzia per le PMI (Fondo PMI)
· L’accordo ha l’obiettivo di sviluppare €300 milioni di nuovi finanziamenti per circa 3.500 piccole e medie imprese italiane (PMI) attive nei settori culturali e creativi
· L’iniziativa è sostenuta dall’Unione Europea attraverso le risorse del Piano Juncker

Il supporto dell’Unione Europea alle imprese dei settori culturali e creativi, attraverso la CCS Guarantee Facility gestita dal FEI, è attivo da oggi per la prima volta in Italia grazie ad una nuova iniziativa lanciata in collaborazione con CDP nella sua qualità di Istituto Nazionale di Promozione. L’intervento svilupperà un portafoglio di contro-garanzie in favore del Fondo PMI per un valore di €200 milioni, incrementandone fortemente la capacità operativa. Le PMI attive nei settori culturali e creativi otterranno in questo modo finanziamenti fino a €300 milioni.
L’iniziativa promuove la concessione di nuovi finanziamenti alle imprese operative in numerosi settori, tra i quali cinema, TV, editoria e architettura. Nei prossimi sei mesi si stima che circa 900 imprese potranno accedere ai finanziamenti garantiti. Complessivamente, l’iniziativa punta a raggiungere circa 3.500 PMI nei prossimi due anni, che, grazie all’intervento di contro-garanzia, riceveranno finanziamenti per circa €300 milioni.
Quella avviata oggi è l’operazione più rilevante in termini di accesso al credito mai realizzata all’interno del programma europeo “Europa Creativa”.
Mariya Gabriel, Commissario per Economia e Società Digitali, e Tibor Navracsics, Commissario per Istruzione, Cultura, Giovani e Sport, affermano: “I settori creativo-culturali rappresentano un ponte tra l’arte, il business e la tecnologia. Essi fungono da catalizzatore per l’innovazione e favoriscono l’assunzione di rischi d’impresa, che sono fondamentali per creare resilienza. Aiutare questi operatori economici a crescere e a stimolarne la creatività è tra i principali punti d’attenzione della Commissione Europea. Questo accordo di garanzia aiuta a colmare il financing gap che penalizza questi settori ed avrà importanti benefici sociali ed economici.”
“La nuova operazione, frutto della continua collaborazione fra CDP e istituzioni nazionali ed europee, rappresenta un’importante opportunità di crescita per un macro-settore imprenditoriale che a livello comunitario impiega oltre 7 milioni di persone e rappresenta oltre il 4% del PIL” – ha dichiarato l’amministratore delegato di Cassa depositi e prestiti, Fabrizio Palermo – “Siamo lieti di consentire all’Italia di attrarre per la prima volta i fondi della Commissione Europea che, attraverso il Fondo PMI, consentono di facilitare l’accesso al credito alle imprese dei settori culturali-creativi del nostro Paese”.
“L’operazione, nata dalla collaborazione continua e proficua tra Mediocredito Centrale e CDP – afferma l’Amministratore Delegato del Mediocredito Centrale – Banca del Mezzogiorno, Bernardo Mattarella – rafforza, con l’ampliamento delle risorse a disposizione, l’operatività del Fondo di Garanzia per le PMI, uno degli strumenti più efficaci per facilitare l’accesso al credito delle piccole e medie imprese del nostro Paese. L’iniziativa permetterà di dare ulteriore sostegno alle imprese operanti in un settore, quello culturale e creativo, di particolare importanza per la crescita del Paese.”.
L’Amministratore Delegato del FEI, Pier Luigi Gilibert, afferma: “Sono lieto di annunciare oggi la prima operazione della Cultural and Creative Sectors Guarantee Facility, realizzata in Italia con Cassa Depositi e Prestiti. CDP è un nostro partner affidabile da molto tempo e la nuova iniziativa è il risultato di una collaborazione rafforzata in tema di supporto alle PMI. L’accesso al credito è spesso limitato per le imprese dei settori creativi e culturali e il nuovo strumento aiuterà questi operatori economici ad ottenere i finanziamenti di cui hanno bisogno.”.
L’accesso al credito delle imprese operanti nei settori culturali e creativi può essere difficoltoso, principalmente in ragione della natura immateriale dei loro asset e delle loro garanzie, della ridotta dimensione del mercato, dell’instabilità della domanda, e della mancanza di esperienza da parte dei finanziatori nel saper soddisfare le specifiche esigenze di tali controparti.

Quest’accordo si inserisce nel perimetro della “Piattaforma di risk-sharing per le PMI” strutturata da CDP in cooperazione con il FEI, nell’ambito delle iniziative sviluppate attraverso il Fondo Europeo per gli Investimenti Strategici del Piano Juncker.

Come accedere ai benefici
Le PMI operanti nei settori culturali e creativi che intendono ricorrere alla garanzia del Fondo PMI per finanziare nuovi investimenti o per esigenze di capitale circolante, possono rivolgersi alla propria banca o al proprio Confidi. Sarà la banca o il Confidi a richiedere l’intervento del Fondo PMI, il cui esito viene fornito mediamente entro una settimana lavorativa. Per maggiori informazioni, consultare: www.fondidigaranzia.it


Il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI)
Il FEI è un’istituzione finanziaria parte del Gruppo Banca Europea per gli Investimenti (BEI). La sua missione principale è quella di supportare le micro, piccole e medie imprese (PMI) europee, sostenendo le loro possibilità di accesso al credito. Il FEI definisce e sviluppa strumenti di equity, garanzie e microcredito che si adattano alle esigenze di questa categoria di imprese. In questo ruolo, il FEI persegue gli obiettivi dell’UE a supporto dell’innovazione, di ricerca e sviluppo, dell’imprenditoria, della crescita e dell’impiego.
La Cultural and Creative Sectors (CCS) Guarantee Facility e il Programma “Europa Creativa”
Sviluppato nell’ambito del Programma “Europa Creativa”, la CCS Guarantee Facility è il primo strumento di investimento europeo caratterizzato da un’ampia gamma d’intervento nei settori culturali e creativi. Persegue gli stessi obiettivi della SME Window del Fondo Europeo per gli Investimenti Strategici (EFSI), che guida il Piano di Investimenti per l’Europa: supportare l’accesso al credito delle PMI al fine di aumentare la loro dimensione.
Europa Creativa è un programma della durata di 7 anni (2014-2020) finalizzato a supportare i settori culturali e creativi, con un budget complessivo di €1,46 miliardi. Il progetto è costituito dai sotto-programmi MEDIA (sviluppo e distribuzione delle produzioni audio-visive europee) e Cultura (supporto alle iniziative culturali promuovendo, ad esempio, cooperazione transfrontaliera o piattaforme per artisti emergenti). L’obiettivo di Europa Creativa è quello di promuovere la diversità culturale, incoraggiare la circolazione della cultura e della creatività europea e di rafforzare la competitività di tali settori.
Il Piano di Investimenti per l’Europa
Il Piano di Investimenti per l’Europa, noto come “Piano Juncker”, è una dei più importanti strumenti europei per aumentare gli investimenti e creare occupazione e crescita, rimuovendo gli ostacoli agli investimenti, fornendo visibilità e assistenza tecnica ai progetti e assicurando un uso più efficiente delle risorse finanziarie esistenti e future. Con la garanzia dell’EFSI, la BEI e il FEI sono in grado di assumere una maggiore quota di rischio, incoraggiando gli investitori privati a partecipare ai progetti. Il Parlamento Europeo e gli Stati Membri hanno convenuto a dicembre 2017 di estendere la durata dell’EFSI e aumentare la sua dotazione finanziaria. A luglio 2018, il Piano Juncker ha attivato investimento per oltre €335 miliardi in Europa.
La Cassa depositi e prestiti (CDP)
CDP è l’Istituto Nazionale di Promozione che sostiene l’economia italiana dal 1850. Finanzia gli investimenti pubblici e lo sviluppo delle infrastrutture del Paese, supporta le imprese italiane, favorendone la competitività, l’innovazione e la crescita e promuovendo l’export e l’internazionalizzazione. Sostiene la cooperazione internazionale ed è catalizzatore delle risorse del Piano Juncker nel Paese. Contribuisce allo sviluppo del mercato immobiliare italiano come principale operatore del social and affordable housing. Per maggiori informazioni, consultare www.cdp.it.
Il Fondo di garanzia per le PMI (Fondo PMI)
Il Fondo PMI, gestito da Mediocredito Centrale per conto del Ministero dello Sviluppo Economico, è il più importante strumento agevolativo nazionale a supporto delle imprese, ed è finalizzato a favorire l’accesso al credito delle PMI attraverso la concessione di garanzie in forma diretta o per il tramite dei Confidi. La garanzia può coprire fino all’80% dell’importo finanziato e consente a banche e Confidi di applicare alle PMI beneficiarie condizioni di vantaggio (ad esempio, in termini di ammontare finanziato, minori garanzie richieste, riduzione dei costi del credito).
Operativo dal 2000, il Fondo PMI ha progressivamente incrementato la propria attività, con un’importante accelerazione negli ultimi anni. Nel solo 2017 sono state accolte circa 120 mila operazioni a fronte delle quali oltre 78 mila imprese hanno potuto beneficiare di garanzie “a prima richiesta” su finanziamenti per €17,5 miliardi. Al 31 luglio 2018, dall’avvio della sua operatività, sono state accolte oltre 828 mila operazioni a fronte delle quali sono state garantite circa 400 mila imprese, per un totale di garanzie rilasciate pari a €78,8 miliardi.

Ostia, trovato in casa con 5 kg di marijuana, pusher in manette.

in Senza categoria by

Proseguono i controlli sul litorale da parte dei Carabinieri di Ostia finalizzati al contrasto dello spaccio di droga.

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione Roma Ponte Galeria hanno arrestato, in flagranza di reato, un 32enne di Fiumicino con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Da tempo i militari, avuto sentore della sua attività illecita, lo stavano tenendo d’occhio e nella mattinata di ieri hanno deciso di far scattare un blitz nella sua abitazione.

Durante la perquisizione scattata nella casa, i Carabinieri hanno rinvenuto un ingente quantitativo di marijuana – circa 5 Kg suddivisi in 4 panetti – nascosti nella camera da letto del 32enne.

Sono in corso ulteriori accertamenti per individuare il canale di approvvigionamento  della sostanza che, se fosse stata venduta nelle piazze di spaccio, avrebbe fruttato al pusher diverse migliaia di euro.

La droga è stata sequestrata mentre, il 32enne è stato portato nel carcere di Civitavecchia, dove rimane a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Bari, ancora problemi per i dipendenti del tribunale

in CRONACA by

Le ultime dichiarazioni del Ministro della Giustizia rese note attraverso un comunicato  pubblicato sul portale del Ministero in relazione alla sitazione critica del Palagiustizia di via Nazariantz e alla incerta individuazione della sede provvisoria, hanno indotto il sindacato Co.s.p. a chiedere uno slittamento dell’incontro con le organizzazioni sindacali convocato per mercoledì 5 settembre.

Un rinvio alla terza decade di settembre  – spiega il segretario nazionale del Coordinamento sindacale penitenziario Domenico Mastrulli – motivato dalla necessità di fare maggiore chiarezza su provvedimenti che andranno ad incidere  sui diritti dei lavoratori del comparto giudiziario barese.

“L’estrema confusione che vige sull’argomento, le polemiche e il palleggiamento di responsabilità – sottolinea Mastrulli –  aiutano a confondere le idee in un quadro kafkiano in cui il  sindacato manifesta forti perplessità in ordine agli ultimi provvedimenti adottati.

“In una circolare diramata ieri dalla segreteria del personale amministrativo del Tribunale di Bari riservata agli  addetti del settore penale si predispone un servizio navetta per l’accompagnamento dei lavoratori nella sede di Modugno. Nella circolare  si comunica che a partire da lunedì 3 settembre per raggiungere Modugno sin dalle ore 7.30 saranno disponibili mezzi dell’Amministrazione penitenziaria – dichiarato nella nota il segretario generale del Co.s.p.- “Quale punto di raccolta del personale è stato indicato Piazza Enrico De Nicola,  antistante il Palazzo di Giustizia. Seguiranno due corse di rientro dalla sede di Modugno alle 14 e alle 17.30. Ulteriori mezzi e uomini della polizia penitenziaria che – conclude Mastrulli –  verranno inevitabilmente sottratti alle già esigue risorse d’organico delle carceri pugliesi”.

Il Comitato tricolore italiani nel mondo festeggia 50 anni

in EUROPA by

Lo scorso 24 agosto si è svolta presso il Centro Cultural de Los Cristianos (Tenerife) la riunione per  festeggiare i 50 anni del C.T.I.M. (Comitato Tricolore degli Italiani nel Mondo) al quale sono intevenuti il Presidente Comandante Vincenzo Arcobelli, il Delegato per le Canarie Paolo Ludovisi, la Presidentessa per Tenerife Elizabeth Blue ed il Consigliere del C.G.I.E. (Consiglio Generale Italiani Estero) Avv. Giuseppe Stabile.

Continue reading “Il Comitato tricolore italiani nel mondo festeggia 50 anni” »

Bomba d’acqua su Roma, ancora Alberi caduti, aumenta il rischio

in CRONACA by

Santori ( Lega) denuncia la folle gestione de verde nella capitale da parte dell’amministrazione Raggi

Giornate di agosto con pioggia, forte abbondante tanto che troppo spesso sentiamo parlare di Bombe d’acqua sulla capitale.

Eventi climatici sempre più critici che pero a Roma vanjo ad incidere su untema molto discusso in questi anji della manutenzione della citta, sempre piu spesso vediamo strade allagate e ancor piu soesso purtroppo la caduta di alberi secolari che sono diventati un vero pericolo.

Lo denuncia Fabrizio Santori esponente della Lega a Roma, “Non è più accettabile che a Roma si abbia paura di transitare sulle strade alberate della città con il rischio di vedersi crollare un platano sulla testa. In tutti i quartieri della città bastano due gocce di pioggia e un alito di vento per far crollare alberi al suolo.” – continua Santori -“Con la caduta di questa pianta sul lungotevere all’altezza del palazzaccio, che occupa tuttora l’intera carreggiata, si è raggiunto il limite. Continua ad essere folle la gestione del verde da parte dell’amministrazione comunale che avrebbe dovuto non solo effettuare un monitoraggio attento, visto quanto accaduto lo scorso inverno e durante la primavera trascorsa, ma intervenire per la rimozione dei pericoli che tali cadute possono provocare sui passanti, sui mezzi pubblici o su auto private”

Nella giornata di ieri sono state molte le segnalazioni di alberi caduti dentro e fuori la città con conseguente blocco della viabilità.

Muratella e colle del sole presi di mira da Ladri e malintenzionati

in CRONACA by

“Riceviamo da diversi giorni segnalazioni e legittime preoccupazioni dei residenti dei quadranti Colle del Sole e Muratella dal momento che molteplici sono stati i furti negli appartamenti della zona, e gli avvistamenti di malintenzionati all’interno dei condomini stessi. Più di un cittadino mi ha raccontato di aver beccato alcune persone, per lo più di nazionalità straniera, sostare davanti al pianerottolo della propria per capire se fosse abitata, se ci fossero animali e comunque impegnati a reperire tutte le informazioni utili per poi procedere al furto. Purtroppo in questo periodo estivo questi fenomeni aumentano a dismisura, se poi ci mettiamo la presenza dei moltissimi campi nomadi abusivi e tollerati nelle due zone allora la situazione diventa come è noto esplosiva, queste sono le conseguenze della totale assenza di strategia preventiva da parte del “commissariato” presidente Torelli. Le persone hanno paura di abbandonare le proprie abitazioni o di mettere anche una semplice foto sui social network durante il periodo vacanziero, visto che essa stessa potrebbe garantire ai potenziali ladri l’assenza dei proprietari dalla propria casa. Depositerò una interrogazione per capire quante persone hanno esposto denuncia nel periodo tra giugno ed agosto e per capire come il Municipio possa incidere sulla qualità della vita e la percezione di sicurezza dei nostri cittadini” Così in una nota Daniele Catalano capogruppo della Lega del Municipio Roma XI

Capannelle, furti e aggressioni nell’ippodromo, autori provenienti dal campo Rom

in CRONACA by

Ancora un atto di violenza ai danni di un operaio della società di gestione che e stato aggredito nell’area antistante il campo della barbuta.

Bastonato alle spalle e derubato del portafoglio mentre lavorava alla pista di allenamento che confina con il campo Rom.

Solo nei primi mesi del 2018 i danni procurati dai furti all’interno dell’ippodromo ammontano a più di centomila euro, cavi di rame dell’illuminazione, distruzione degli irrigatori per rubare l’ottone e poi il degrado continuo che il campo confinante genera ai bordi della pista di allenamento.

Costruito dalla giunta Rutelli, mantenuto da Veltroni e poi adeguato a stamdard di vivibilita da Alemanno, il campo della barbuta era stato attrezzato con casette mobili e completo di servizi, oggi il campo e visibilmente in condizioni precarie, alcune delle casette sono crollate o bruciate, le altre totalmente stravolte.

Ai bordi del campo ufficiale nel tempo si e creato un campo irregolare con costruzioni abusive spesso realizzate con il legno rubato proprio all’ippodromo. Cumuli di immondizia e di carcasse di auto bruciate fanno da contorno alle baracche, in vista ben riconoscibili anche contenitori di liquidi di dubbia provenienza oltre alla presenza confermata di amianto.

Sono ben visibile i tagli nella rete di confine che permettono a chiunque di entrare nell’ippodromo e a nulla valgono le continue riparazioni.

I danni provocati sono molto alti e costanti nel tempo, non sono serviti i costosi servizi di sorveglianza messi in campo e le molte denunce presentate alle autorità.

Il Campo della Barbuta avrebbe dovuto essere il primo tra quelli da sgombrare nella lista de sindaco Raggi, anche per i continui roghi tossici che vengono accesi nel campo per briciare gomme, auto, copertura dei cavi di rame, tanto che spesso l’aeroporto di Ciampino e costretto a sospendere le attività di volo.

La scelta del sindaco invece e andata al camping River forse perché più facile da sgombrate rispetto alla Barbuta dove gruppo etnici in lotta tra loro si contendono il poter sul campo, dove il censimento dei residenti non e stato possibile farlo perché nessuno si e preso in carico il lavoro, forse per pura di ritorsioni.

In questo contesto da anni l’Ippodromo vede crescere il degrado attorno al suo confine e spesso anche dentro visto che a volte i rifiuti vengono buttati anche sulla pista.

per quest’ultima aggressione ne il sindaco Ragfi nel la giunta ha espressi vicinanza al dipendente  malmenato.

Genova, crolla il viadotto Morandi, 35 le vittime decine i feriti

in CRONACA by

Genova ore 11.50, una parte del Ponte Morandi, il grande viadotto che passa sopra Genova crolla improvvisamente trascinando con se auto e camion che in quel momento transitavano sull’autostrada. Alla vigilia di Ferragosto la strada era molto trafficata e alle vittime gia accertate nel primo pomeriggio si potrebbero aggiungere ancora dei nomi.

Continue reading “Genova, crolla il viadotto Morandi, 35 le vittime decine i feriti” »

1 32 33 34 35 36 40
admin
Go to Top
WhatsApp chat