Le Urne in Baviera “sconfessano” i sondaggi

in POLITICA by

In Baviera solo qualche mese fa hanno vinto i Verdi!

I media europei avevano preannunciato una schiacciante vittoria della destra di Alternative für Deutschland ma si sono sbagliati, i Verdi un partito all’estremo opposto ha vinto, a sorpreso tutti e non è la prima volta che le urne sconfessano i sondaggi.

C’è dunque suspense per il voto del prossimo 26 maggio, soprattutto se si considera che la crescita dei neofascismi in Europa è sempre maggiore e che addirittura l’argomento è arrivato attivamente all’interno di un dibattito alla plenaria del Parlamento Ue a Strasburgo. La stessa assemblea che teme di risvegliarsi affollata di sigle sovraniste dopo le elezioni dell’Eurocamera, nel vivo di una crisi sta che indebolendo i macroschieramenti del centrodestra (Popolari) e centrosinistra (Socialdemocratici, mai così fragili nella loro storia).

Le percezioni e i numeri forse dicono qualcosa di diverso però! Vediamo nel dettaglio. Secondo una stima di Politico.eu, una testata che si occupa di affari europei, il totale di partiti classificati come euroscettici  i nostri Cinque stelle o la Lega conquisterebbero oggi, a fatica, tra i 100 seggi. Un incasso decisamente scarso, se si pensa che in Italia i dati vedono un exploit della maggioranza di governo.
Meno di un quarto delle 705 poltrone, per il primo anno senza quelle del Regno Unito, che saranno assegnate dopo il voto di maggio.  Il Partito Popolare Europeo invece,  che ha in pancia anche i voti di Forza Italia, che per le elezioni Europee cambia nome e simbolo nasce “l’Altra Italia”, raggiungerebbe ad oggi quota 177 seggi e potrebbe restare il primo gruppo del Parlamento Europeo.
Al Parlamento Europeo infatti occorrono alleanza transnazionali e l’onda giallo verde non fa proseliti in Europa. 

Dunque  l’exploit della destra radicale non è così scontata!


Lascia un commento

Your email address will not be published.

*