Le capitali di European Affairs Magazine

Web Summit 2019, un bilancio controverso

in ECONOMIA by

“Il Web Summit è stato un flop”: questo il titolone del settimanale “Sol” che dedica due pagine critiche all’ evento di Lisbona appena terminato,  che il governo portoghese continua a considerare una vetrina dello sviluppo tecnologico del paese e della sua capacità di attrarre start-up e imprese di web-comunicazione. Fondato in Irlanda nel 2010 da Paddy Cosgrave, Daire Hickey e David Kelly, il Web Summit è considerato uno dei maggiori eventi tecnologici, di innovazione e imprenditorialità al mondo. Sarà un appuntamento fisso nella capitale portoghese fino al 2028.

Fondato in Irlanda nel 2010 da Paddy Cosgrave, Daire Hickey e David Kelly, il Web Summit è considerato uno dei maggiori eventi tecnologici, di innovazione e imprenditorialità al mondo, rimarrà nella capitale portoghese fino al 2028.

Nell’articolo, richiamato con grande enfasi sulla prima pagina di “Sol”, settimanale non amico del governo di sinistra,  la giornalista Joana Marques Alves scrive che questo del 2019 – che è il quarto vertice della  tecnologia che si tiene a Lisbona – non è stato all’altezza delle aspettative: è costato  più di 20 milioni di euro allo Stato e alla municipalità di Lisbona, ma ha portato il capitale portoghese meno persone del previsto. L’organizzazione prevedeva 100.000 partecipanti, ma secondo i dati ufficiali sono stati “solo” 70.469, provenienti da 163 paesi. Un numero, comunque ragguardevole. Ma al di là delle cifre, il settimanale Sol, che è il più critico, sottolinea che l’impatto dell’evento all’estero “è stato quasi nullo” e che “TV e giornali stranieri hanno di fatto ignorato il Web Summit.

I critici insistono sul fatto che, per questo vertice, lo Stato portoghese e il Comune di Lisbona si aspettavano grande visibilità e un ritorno di 180 milioni di euro, sui quali non ci sono ancora indicazioni specifiche. L’unica cosa assodata è che i partecipanti hanno speso più di 6,4 milioni di euro durante i quattro giorni della manifestazione, con una media di 125 euro al giorno, secondo un’analisi dell’Associazione degli albergatori portoghese. Per quanto riguarda la sistemazione, il 62% dei visitatori ha optato per un AL (alloggio privato), mentre il 38% ha scelto l’hotel.  Infine più di 5 milioni di persone hanno viaggiato sulla metropolitana di Lisbona durante i quattro giorni del Summit Web.

Ciò che è importante – ha detto il ministro dell’Economia Pedro Souza in una intervista a SIC Notìcias – è che il Portogallo ha confermato di essere uno dei paesi migliori in Europa per attirare investimenti e accogliere imprenditori e professionisti”.

Al web Summit è intervenuto anche il Presidente della Repubblica, Marcelo Rebelo de Sousa, che ha tenuto il discorso conclusivo, affermando che “Lisbona e il Portogallo sono diventati luoghi chiave della rivoluzione tecnologica. “Il Web Summit è stato in grado, in una certa misura – ha detto – di anticipare i grandi cambiamenti di questa rivoluzione scientifico-tecnologica. Qui discutiamo di scienza, tecnologia, passato, presente e futuro. E abbiamo anticipato la riflessione sui cambiamenti climatici”.  Infine un incitamento:  “Siamo inarrestabili. Nessuno ci fermerà”.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from ECONOMIA

Go to Top
WhatsApp chat