Libri, autori e tanto altro

Category archive

LIBRI

Recensioni, pubblicazioni e news sulle nuove e meno nuove pubblicazioni

2 agosto 1980 intervista a Gabriele Marconi

LIBRI by

Dal 2 agosto del 1980 si cerca ancora la verità sulla strage di Bologna, oltre i processi, oltre le ideologie e le reticenze.  In questo suo ultimo libro Gabriele Marconi ripercorre quei momenti mettendo in luce angoli oscuri della vicenda. In questa Video intervista di Bookreporter  vuole affrontare insieme all’autore i passi principali del libro uscito in questi giorni e disponibile nel circuito delle librerie tradizionali ed online.

Continue reading “2 agosto 1980 intervista a Gabriele Marconi” »

Il giardino dei Finzi Contini

LIBRI by

Tra i primi cento libri delle classifiche di vendita dei bookstoresscritti dopo il 1945 troviamo Il giardino dei Finzi-Contini di Giorgio Bassani (1916-2000) pubblicato per la prima volta nel 1962 da Einaudi e successivamente riedito da Feltrinelli nella collana “Universale Economica” nell’attuale undicesima edizione del 2018.

Continue reading “Il giardino dei Finzi Contini” »

“2 agosto 1980” di Gabriele Marconi

LIBRI by

La Procura generale di Bologna lo scorso febbraio ha chiuso la nuova inchiesta sulla Strage del 2 agosto 1980. L’indagine, nata da alcuni dossier raccolti da un’associazione di familiari delle vittime dell’attentato, era stata aperta nel 2017. Il 10 febbraio la procura del capoluogo emiliano ha notificato quattro avvisi di fine indagine alle persone coinvolte nell’inchiesta, chiudendo parzialmente una delle più oscure e buie pagine della nostra storia.

Nell’estate del 1980, in una stazione di Bologna in fermento tra persone che vanno e che vengono. Nella sala di attesa della stazione centrale della città emiliana viene innescata una bomba. L’ordigno farà 85 morti e 200 feriti. Quella che doveva essere una dolce attesa per le vacanze ormai arrivate si trasforma in una tragedia. Depistaggi e disinformazione caratterizzano il lungo iter giudiziario. L’attentato viene attribuito agli ambienti eversivi neofascisti sebbene venga successivamente messo in risalto un non chiaro legame con gli ambienti legati ai servizi segreti deviati, alla criminalità organizzata e alla P2 di Licio Gelli. Tutt’ora rimangono più luci che ombre attorno alla vicenda. 

La strage di Bologna rappresenta uno dei momenti più tragici della nostra storia repubblicana, da molti indicato come uno degli ultimi atti legato alla strategia della tensione e agli anni di piombo. A quarant’anni di distanza è ancora fortissima la sensazione – per molti la convinzione – che, nonostante le condanne definitive, su quel tragico evento non sia ancora stata detta la verità.

Gabriele Marconi nel suo libro “2 agosto 1980”, tratto dal suo monologo teatrale, propone sotto una forma chiara e diretta, accompagnando il lettore durante tutta la narrazione, una nuova chiave di lettura della vicenda. Mettendo in luce con rigore scientifico una serie di piste investigative scartate e non debitamente considerate. Fa emergere una realtà nuova, che prende il via dal terrorismo internazionale, passa per corpi non identificati o falsamente identificati, e riscrive un capitolo sostanziale e oscuro della storia d’Italia del ’900.

«Questo monologo teatrale – spiega Gabriele Marconi – apre una finestra su quegli anni terribili, sulle incongruenze e sui punti oscuri della ricostruzione ufficiale. Ma, soprattutto, invita a riflettere sui tanti “perché?” rimasti senza risposta e sulle strade che non si sono volute percorrere. A 40 anni di distanza è giusto e doveroso cercare di far luce, senza paura, su una pagina oscura del nostro passato che tanto dolore ha seminato, senza mai arrivare alla verità».

«Apri i loro occhi accecati e distorti dall’odio, perché comprendano che la società nuova e migliore non si può costruire sull’odio e sul disprezzo, e tanto meno, sullo sterminio dei fratelli.» Con queste parole si espresse Papa Giovanni Paolo II recandosi nel luogo della strage nel 1982. Il libro di Gabriele Marconi è rivolto alla ricerca, come qualcuno ha sottolineato, «al diritto alla piena giustizia per i morti di Bologna e al diritto alla piena verità per una democrazia ferita». Il ricordo e la conoscenza, molto più che l’odio e la violenza, come fondamenti di una nuova società. 

Di Ludovico Fiorucci.

L’amico ritrovato

LIBRI by

Uno dei classici della letteratura contemporanea che ancora oggi si trova ai vertici delle classifiche di vendita dei libri è L’amico ritrovato dello scrittore tedesco Fred Uhlman (1901-1985). Il libro nella sua 1a edizione originale del 1971pubblicato negli Stati Uniti è intitolato Reunion e in Italia è stato stampato inizialmente da Longanesi nel 1979, ma attualmente è edito da Feltrinelli. Continue reading “L’amico ritrovato” »

L’uomo che cadeva sempre: l’avventura grafica di Lorenzo Pontani.

LIBRI by

Da settembre 2019, in libreria e fumetteria, il coloratissimo e surreale romanzo grafico di Lorenzo Pontani “L’uomo che cadeva sempre”, Phoenix Publishing (collana Pagaso). Lorenzo Pontani, fumettista e autore romano di 24 anni, ha frequentato per quattro anni la Scuola Romana dei Fumetti, ha lavorato per il sito di fumetti “ilmiofumetto.it” e ha pubblicato anche un’illustrazione sul libro “I segreti del regno di Babbo Natale”, edito da Uno editori. Continue reading “L’uomo che cadeva sempre: l’avventura grafica di Lorenzo Pontani.” »

Cioccolata per due di Nunzia Gioffriddo

LIBRI by

Nunzia Gionfriddo è nata Napoli da una famiglia italiana originaria di Alessandria d’Egitto fuggita nel 1939 prima che l’Italia fascista entrasse in guerra a fianco della Germania nazionalsocialista. Ha studiato al liceo classico Jacopo Sannazzaro, si è laureata nella prestigiosa Università Federico II sempre del capoluogo partenopeo e immediatamente è entrata nel mondo della scuola come insegnante di materie letterarie negli Istituti superiori e in seguito anche all’Università. Continue reading “Cioccolata per due di Nunzia Gioffriddo” »

Marco Cattaneo in «Sfidare il cielo: Le 24 partite che hanno fatto la storia»

LIBRI by

Il 2020 avrebbe dovuto essere l’anno dei sedicesimi campionati europei di calcio, ma in conseguenza della crisi sanitaria legata al COVID-19 sono stati posticipati alla prossima estate. Come per i mondiali di calcio, gli europei scandiscono i tempi della nostra vita attribuendo al calcio ed alle manifestazioni che si esprimono attraverso lo sport, valori universali. Intrecciando in una trama inestricabile, l’ineluttabile processo storico con il diletto legato allo sport. Per questo ai posteri il 2020 non resterà nella memoria come soltanto l’anno in cui l’umanità ha dovuto affrontare la pandemia ma anche l’anno delle mancate olimpiadi e dei mancati campionati europei. Continue reading “Marco Cattaneo in «Sfidare il cielo: Le 24 partite che hanno fatto la storia»” »

Il valore universale della letteratura: “La Peste” di Albert Camus

LIBRI by

Scritta più di 50 anni fa, “La Peste” di Camus sembra ancora parlarci all’orecchio. Sia per i temi trattati sia per il messaggio che cerca di trasmettere. La peste e le pandemie nella letteratura hanno sempre avuto un ruolo centrale. Già Tucidide narrava delle vicende pestilenziali che colpirono Atene nel 430 a. C, come lui nel 1350 la peste fa da sfondo al “Decameron”di Boccaccio. In tempi recenti l’interesse attorno a situazioni apocalittiche dettate da pandemie globali ha caratterizzato anche le scelte della settima arte, la cinematografia. Continue reading “Il valore universale della letteratura: “La Peste” di Albert Camus” »

Andrea Ferrazzi in “Il Mondo che (ri)nasce. La nostra vita dopo la pandemia”

LIBRI by

In pochi mesi, le nostre vite sono state sconvolte da un virus che, all’inizio, quasi non avevamo visto come una reale minaccia. Andrea Ferrazzi insieme a venti esperti riflettono su cos’è successo, su cosa potrebbe succedere e su cosa dovrebbe succedere affinché la crisi da COVID-19 non sia accaduta invano. Con la pandemia ormai alle nostre spalle, Andrea Ferrazzi con il suo “Il Mondo che (ri)nasce. La nostra vita dopo la pandemia” edito da Rubbettino in partnership con il gruppo industriale Tecno, prova a delineare il mondo che sorgerà finita la pandemia. Continue reading “Andrea Ferrazzi in “Il Mondo che (ri)nasce. La nostra vita dopo la pandemia”” »

Mirta e i Fiorincanto: la fatina di Sololù che “sente” il mondo.

LIBRI by

“Chi ha un deficit sensoriale ci permette di vedere la realtà sotto profili impensati. C’è un acutizzarsi di percezioni che magari chi vive la vita con la prospettiva della vista non coglierebbe”. (Laura Montuoro)Nasce da questa idea il progetto narrativo di Laura Montuoro, autrice, con la collaborazione di Felicia Villella, illustratrice dell’iniziativa. Continue reading “Mirta e i Fiorincanto: la fatina di Sololù che “sente” il mondo.” »

1 2 3 5
admin
× How can I help you?
Go to Top