Libri, autori e tanto altro

Author

admin

admin has 41 articles published.

Bookreporter intervista Angelo Deiana “Rilanciare Roma facendo cose semplici”

Senza categoria by

Bookreporter intervista Angelo Deiana, Presidente di CONFASSOCIAZIONI, ANPIB (Associazione Nazionale Private & Investment Bankers) e ANCP (Associazione Nazionale Consulenti Patrimoniali), è considerato uno dei maggiori esperti di economia della conoscenza e dei servizi finanziari e professionali in Italia. Continue reading “Bookreporter intervista Angelo Deiana “Rilanciare Roma facendo cose semplici”” »

3, 2, 1, Bookciak azione!: l’intervista a Gabriella Gallozzi

EVENTI by

Sulla scia del recente articolo informativo riguardante l’evento 3, 2, 1, Bookciak Azione! abbiamo ottenuto la graditissima possibilità di intervistare Gabriella Gallozzi, responsabile dell’iniziativa. Ricordiamo che martedì 1 settembre 2020 ha avuto luogo a Venezia (Isola Edipo) la IX edizione di Bookciak Azione!, premio ideato e diretto da Gabriella Gallozzi, prodotto dall’Associazione culturale Calipso, Bookciak Magazine, col sostegno di MiBACT, MIAC, 8 e 1/2, Spi-CGIL, LiberEtà, Regione Lazio. In collaborazione con Giornate degli Autori, SNGCI, ANAC, Premio Zavattini, FICC, Nel Blu Studios. Col patrocinio di Biblioteche di Roma. RAI è mediapartner. Continue reading “3, 2, 1, Bookciak azione!: l’intervista a Gabriella Gallozzi” »

Bookreporter Intervista Marco Iacona

LIBRI/PODCAST by

Marco Iacona nel suo libro analizza il fenomeno dei Peanuts, la famosa saga di Charlie Brown, approdata in Italia anni dopo la sua prima edizione negli stati Uniti e diventata subito un successo. Marco Iacona, nove libri, quattro saggi per Nuova storia contemporanea. Più di un milione di caratteri spazi inclusi, cinquemila per l’intervista a un Nobel. Si post-occupa dell’America di George Simenon e della Francia di Woody Allen. Studia storia e idee del Movimento Sociale Italiano con baconiana incoscienza. Continue reading “Bookreporter Intervista Marco Iacona” »

“Protocollo contagio”, intervista a Franco Fracassi – PODCAST

LIBRI/PODCAST by

Il giornalista e documentarista Franco Fracassi ha svolto una lunga inchiesta sui prodromi di questa pandemia che è stata indicata da tutti i governi del mondo come “improvvisa” e “inaspettata”. Ma sono stati molti gli indizi che hanno condotto l’autore a risalire un filo d’Arianna collegando alcuni elementi importanti, come le esercitazioni dei vari enti di sorveglianza sanitaria e le manovre internazionali di alcuni dei paesi più importanti. Ma sentiamo dalla sua voce quali sono questi elementi.

Continue reading ““Protocollo contagio”, intervista a Franco Fracassi – PODCAST” »

Sandro Veronesi vince il premio Strega

EVENTI by

Il 2 luglio si è tenuta la consegna dell’ambitissimo premio Strega, giunto ormai alla sua LXXIV edizione. In una sobria Villa Giulia, privata del suo abituale pubblico, lo scrittore toscano Sandra Veronesi con il suo romanzo “Il Colibrì”, riscuotendo i favori della critica, ha vinto per la sua seconda volta (dopo l’edizione del 2006 grazie al romanzo “Caos calmo”) il prestigioso premio letterario, prima di lui solo Paolo Volponi (La macchina mondiale nel 1965 e La strada per Roma nel 1991) era riuscito in un inedito bis.


Continue reading “Sandro Veronesi vince il premio Strega” »

LXXIV Premio Strega

EVENTI by

Il prossimo 2 luglio verrà attribuito il 74ᵉ Premio Strega. In una sobria cerimonia a causa dell’emergenza sanitaria, saranno sei i libri a contendersi l’ambitissimo premio e non cinque come neglianni precedenti. In effetti, quest’anno è stata applicata per la prima volta la clausola del regolamento che prevede il sesto finalista se fra i primi cinque non c’è alcun libro pubblicato da un editore medio-piccolo. 

I sei finalisti sono stati annunciati il 9 giugno attraverso un’inedita votazione in diretta streaming dalla Camera di Commercio di Roma – sala del Tempio di Adriano. Tra i finalisti selezionati possiamo trovare: Sandro Veronesi il quale ha raccolto la maggior parte dei voti espressi (210 preferenza che lo portano in testa ai sondaggi come probabile vincitore) per il suo libro “Il Colibrì” edito da La Nave di Teseo. Al secondo posto si trovano ex equo due autori della casa editrice Einaudi, Gianrico Carofiglio con la sua opera “La misura del tempo” e Valerio Parrella con “Almarina”, entrambi con 199 voti. Sul gradino più basso del podio troviamo un autore Feltrinelli Gian Arturo Ferrari con 181 preferenze con il suo “Ragazzo italiano”. Seguito da Daniele Mencarelli con “Tutto chiede salvezza” Mondadori, con 168 votie vincitore del Premio Strega giovani. 

A completare un’inedita sestina troviamo Jonathan Bazzi con il suo “Febbre” edito da Fandango Libri, il quale benché totalizzando 137 preferenze e rimanendo fuori dalla selezione dei finalisti è stato ripescato grazie alla clausola di salvaguardia dal Comitato direttivo come autore pubblicato da una piccola-media casa editrice. Come riferisce l’ANSA, a esprimere la loro preferenza lo scorso 9 giugno sono stati 592 su 660 aventi diritto con una percentuale dell’89,60%.

Determinati i sei finalisti di un particolare Premio Strega 2020 non ci resta che attendere il verdetto del vincitore giovedì prossimo. La cerimonia avrà luogo come di consueto al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma e sarà trasmesso in diretta televisiva su Rai Tre, con la conduzione di Giorgio Zanchini e ospite speciale Corrado Augias. Nel rispetto delle prescrizioni governative in materia di distanziamento sociale la serata finale non vedrà l’abituale platea di pubblico e di interventi.

Di Ludovico Fiorucci

Il giardino dei Finzi Contini

LIBRI by

Tra i primi cento libri delle classifiche di vendita dei bookstoresscritti dopo il 1945 troviamo Il giardino dei Finzi-Contini di Giorgio Bassani (1916-2000) pubblicato per la prima volta nel 1962 da Einaudi e successivamente riedito da Feltrinelli nella collana “Universale Economica” nell’attuale undicesima edizione del 2018.

Continue reading “Il giardino dei Finzi Contini” »

“2 agosto 1980” di Gabriele Marconi

LIBRI by

La Procura generale di Bologna lo scorso febbraio ha chiuso la nuova inchiesta sulla Strage del 2 agosto 1980. L’indagine, nata da alcuni dossier raccolti da un’associazione di familiari delle vittime dell’attentato, era stata aperta nel 2017. Il 10 febbraio la procura del capoluogo emiliano ha notificato quattro avvisi di fine indagine alle persone coinvolte nell’inchiesta, chiudendo parzialmente una delle più oscure e buie pagine della nostra storia.

Nell’estate del 1980, in una stazione di Bologna in fermento tra persone che vanno e che vengono. Nella sala di attesa della stazione centrale della città emiliana viene innescata una bomba. L’ordigno farà 85 morti e 200 feriti. Quella che doveva essere una dolce attesa per le vacanze ormai arrivate si trasforma in una tragedia. Depistaggi e disinformazione caratterizzano il lungo iter giudiziario. L’attentato viene attribuito agli ambienti eversivi neofascisti sebbene venga successivamente messo in risalto un non chiaro legame con gli ambienti legati ai servizi segreti deviati, alla criminalità organizzata e alla P2 di Licio Gelli. Tutt’ora rimangono più luci che ombre attorno alla vicenda. 

La strage di Bologna rappresenta uno dei momenti più tragici della nostra storia repubblicana, da molti indicato come uno degli ultimi atti legato alla strategia della tensione e agli anni di piombo. A quarant’anni di distanza è ancora fortissima la sensazione – per molti la convinzione – che, nonostante le condanne definitive, su quel tragico evento non sia ancora stata detta la verità.

Gabriele Marconi nel suo libro “2 agosto 1980”, tratto dal suo monologo teatrale, propone sotto una forma chiara e diretta, accompagnando il lettore durante tutta la narrazione, una nuova chiave di lettura della vicenda. Mettendo in luce con rigore scientifico una serie di piste investigative scartate e non debitamente considerate. Fa emergere una realtà nuova, che prende il via dal terrorismo internazionale, passa per corpi non identificati o falsamente identificati, e riscrive un capitolo sostanziale e oscuro della storia d’Italia del ’900.

«Questo monologo teatrale – spiega Gabriele Marconi – apre una finestra su quegli anni terribili, sulle incongruenze e sui punti oscuri della ricostruzione ufficiale. Ma, soprattutto, invita a riflettere sui tanti “perché?” rimasti senza risposta e sulle strade che non si sono volute percorrere. A 40 anni di distanza è giusto e doveroso cercare di far luce, senza paura, su una pagina oscura del nostro passato che tanto dolore ha seminato, senza mai arrivare alla verità».

«Apri i loro occhi accecati e distorti dall’odio, perché comprendano che la società nuova e migliore non si può costruire sull’odio e sul disprezzo, e tanto meno, sullo sterminio dei fratelli.» Con queste parole si espresse Papa Giovanni Paolo II recandosi nel luogo della strage nel 1982. Il libro di Gabriele Marconi è rivolto alla ricerca, come qualcuno ha sottolineato, «al diritto alla piena giustizia per i morti di Bologna e al diritto alla piena verità per una democrazia ferita». Il ricordo e la conoscenza, molto più che l’odio e la violenza, come fondamenti di una nuova società. 

Di Ludovico Fiorucci.

L’amico ritrovato

LIBRI by

Uno dei classici della letteratura contemporanea che ancora oggi si trova ai vertici delle classifiche di vendita dei libri è L’amico ritrovato dello scrittore tedesco Fred Uhlman (1901-1985). Il libro nella sua 1a edizione originale del 1971pubblicato negli Stati Uniti è intitolato Reunion e in Italia è stato stampato inizialmente da Longanesi nel 1979, ma attualmente è edito da Feltrinelli. Continue reading “L’amico ritrovato” »

1 2 3 5
admin
× How can I help you?
Go to Top