GEOPOLITICA DEL MONDO MODERNO

Tag archive

partnership

Brexit, si decide sul futuro partenariato UE – UK

EUROPA di

L’inizio del mese di marzo coincide con l’inizio dei negoziati sulle future relazioni tra Regno Unito e UE, sulla base di quanto raccomandato dalla Commissione europea il 28 febbraio. Il 18 marzo la Commissione europea ha pubblicato un progetto di accordo sul futuro partenariato tra Unione europea e Regno Unito. Il testo si può considerare la base giuridica delle direttive di negoziato già approvate dagli Stati membri lo scorso 25 febbraio, che prevedono cicli di negoziati completi da tenersi ogni due o tre settimane.

Avvio dei negoziati

Il 31 gennaio 2020 il Regno Unito è formalmente uscito dall’Unione Europea, dopo tre anni e mezzo dal referendum che ha dato inizio all’iter della Brexit. L’uscita dall’UE ha dato, a sua volta, inizio al cosiddetto periodo di transizione, che avrà luogo fino al 31 dicembre 2020 e servirà a Londra e Bruxelles per mettere a punto il loro futuro partenariato. Durante il periodo di transizione, il Regno Unito è considerato paese terzo: non parteciperà più ai processi decisionali dell’UE e non sarà più rappresentato nelle istituzioni dell’UE, nelle agenzie e così via.

Su iniziativa della Commissione, il 25 febbraio scorso il Consiglio ha adottato il mandato negoziale per il partenariato con il Regno Unito, ha nominato la Commissione come negoziatore dell’UE e ha adottato le direttive di negoziato che stabiliscono l’ambito del futuro partenariato. I settori compresi sono molteplici, dal commercio alla pesca, dalla politica estera, di sicurezza e difesa alla cooperazione delle autorità giudiziarie.

Secondo quanto previsto, ogni due o tre settimane, alternandosi tra Londra e Bruxelles, le due parti si sarebbero dovute incontrare per portare avanti cicli di negoziato, in vista della riunione di alto livello prevista per il giugno 2020. Il primo ciclo si è tenuto in occasione dell’apertura generale, quindi dal 2 al 5 marzo, a Bruxelles. Il secondo negoziato era previsto proprio in questi giorni, dal 18 al 20 marzo, a Londra: vista l’emergenza Covid-19 che coinvolge tanto il Regno Unito quanto l’Unione Europea, lo stesso governo inglese ha annullato l’incontro previsto. In particolare, si sarebbero dovuti vedere il negoziatore del governo britannico David Frost e il capo dei negoziatori dell’UE, Michel Barnier. Il governo inglese ha comunque tenuto a specificare che entrambe le parti sono a stretto contatto per continuare i negoziati, e che nelle prossime settimane verrà considerato se svolgerli in videoconferenza o in conferenza telefonica. La Commissione europea si è mostrata d’accordo con tale decisione, anche perché lo stesso Michel Barnier è risultato positivo al Coronavirus, e con un tweet ha dichiarato “Sto bene, e il morale è alto. Seguo naturalmente tutte le istruzioni come anche la mia squadra. Il mio messaggio a tutti coloro che sono colpiti o attualmente isolati: insieme ce la faremo! Uno per tutti”.

Il progetto di accordo

Sul tavolo negoziale è presente senz’altro la volontà dell’UE di stabilire la più stretta relazione di partenariato possibile: sulla base della dichiarazione politica congiunta del 17 ottobre 2019 e delle direttive di negoziato del 25 febbraio, la Commissione ha pubblicato il progetto di accordo sul futuro partenariato. Il testo fa seguito alle consultazioni con il Parlamento europeo e il Consiglio, ed è uno strumento per avanzare nei negoziati con il Regno Unito, nonostante la pandemia da Coronavirus. Proprio il capo negoziatore UE Barnier ha dichiarato “Questo testo dimostra che è possibile arrivare a un accordo ambizioso e globale sulla nostra relazione futura, basato sul mandato dell’Unione e sull’ambizione politica concordata con il Regno Unito cinque mesi fa.”

Il progetto di testo pubblicato dalla Commissione tocca tutti i settori dei negoziati: la cooperazione commerciale ed economica, la cooperazione delle autorità di contrasto e giudiziarie in materia penale, la partecipazione ai programmi dell’Unione e l’importante settore della sicurezza.

Il presidente del gruppo di coordinamento britannico del Parlamento europeo McAllister, in merito alla pubblicazione del progetto di accordo, ha affermato “Accolgo con favore il fatto che la Commissione europea abbia trasmesso al Regno Unito un progetto di accordo su un nuovo partenariato con l’Unione europea che è strettamente allineato con le raccomandazioni del Parlamento europeo nella sua risoluzione adottata a febbraio e le direttive di negoziato approvate dagli Stati membri dell’UE il 25 febbraio”. Ha aggiunto poi che “entrambe le parti condividono il forte desiderio di concordare un nuovo partenariato basato su un buon equilibrio di diritti e doveri e nel rispetto della sovranità di entrambe le parti”.

Step successivi

In merito all’accordo di partenariato, Il Regno Unito ha indicato che presenterà dei testi riguardanti alcuni elementi della relazione futura tra l’UE e il Regno Unito delineati nella dichiarazione politica. Per quanto riguarda la situazione coronavirus, i negoziatori sono consapevoli di dover sospendere gli incontri fino a quando la situazione non tornerà alla normalità. Ciò però non impedirà loro di continuare con i negoziati: “Dati gli sviluppi relativi alla diffusione del Covid-19, i negoziatori di Ue e Regno Unito stanno attualmente esplorando modalità alternative per proseguire le discussioni”, ha affermato un portavoce di Bruxelles alla delegazione UE di Londra. Ad ogni modo, entrambe le parti continueranno a lavorare sui testi giuridici, così da garantire il termine del periodo di transizione del 31 dicembre prossimo.

PARTNERSHIP: FOFI, FEDERFARMA, FONDAZIONE FRANCESCO CANNAVÒ E UTIFAR PER COSMOFARMA

ECONOMIA di

Nasce quest’anno un’unione strategica per dare forza e risalto a Cosmofarma, manifestazione di rilievo ed importanza europea dedicato al mondo della farmacia.

 L’unione tra UTIFAR, Unione Tecnica Italiana Farmacisti, libera associazione atta a sviluppare la specializzazione tecnico-scientifica del farmacista, FOFI, Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiana, ente pubblico che coordina l’attività del farmacista, Federfarma , Federazione Nazionale che rappresenta le farmacie nazionali convenzionate col servizio sanitario, La Fondazione Francesco Cannavò che opera nell’ambito della formazione dei professionisti, UNIFAR, Unione Tecnica Italiana Farmacisti nata nel 1957 per promuovere la specializzazione tecnico-scientifica del Farmacista impegnata eticamente e culturalmente al fianco dei farmacisti italiani, fornirà un enorme valore aggiunto e consoliderà il valore acquisito negli anni di questa importante manifestazione.

Tutto questo è stato annunciato il 10 gennaio 2020 in occasione della conferenza stampa tenutasi presso l’ordine dei Farmacisti di Milano, da BOS, Bologna Fiere Cosmpoprof –Senafi.

Nasce quindi la volontà di inserire in maniera considerevole COSMOFARMA nel panorama delle fiere internazionali di settore.

Roberto Valente, consigliere delegato di BOS Srl ci dice che nel 2020 il Cosmofarma continuerà sul passo degli anni precedenti, ci sarà una crescita ancor maggiore data l’importanza del focus principale la Formazione professionale.  Nel 2019 è stato registrato un aumento del 7% dei visitatori ed oltre 400 espositori.

Gianfranco Ferilli, Amministratore Delegato di BOS è convinto che questa collaborazione darà un enorme slancio e visibilità alla manifestazione.

F.B Fumarola

Partnership with US Resilient, Trump will go to visit to Saudi Arabia

BreakingNews @en di

Next week, Trump will go to visit to Saudi Arabia, and in occasion of this the Gulf States have held a conference in Washington, keynoted by Prince Faisal. Actually Prince Faisal is appointed as high-ranking adviser to the Ministry of Foreign Affairs and he has openly said the future goals of Arabian political programs. For example he has talked about the economic diversification, in compliance with objectives of Vision 2030. In addition to this, he has talked about the empowerment of women from 22 to 33% in workplaces. Also, he has also illustrated the relevance of boosting tourism field, opening new paths to Saudi Arabia and enforcing relations with China, Japan and Asia. He has not called Vision 2030 “a program for economic reform”, framing it instead as “a true effort at national transformation to create a more vibrant society, thriving economy and an ambitious nation”.

The British navy's "Her Majesty’s Ship OCEAN" further support to the Lebanese army's Rangers Regiment

BreakingNews @en di

Standing 34m high and weighing 22,000 tons, the British navy’s Her Majesty’s Ship OCEAN was an unexpected change to the skyline of Beirut port this weekend. HMS OCEAN Commanding Officer Captain Pedre, British Ambassador Hugo Shorter, and Defense attaché Chris Gunning met Army Commander General Jean Qahwaji and Minister of Defense YaaqoubSarraf. Rear Admiral Burton met with LAF Navy Commander Admiral MajedAlwan.Shorter announced further support to the Lebanese army’s Rangers Regiment of further equipment to help build their ‘off road’ and ‘all-weather’ capabilities. He added that the essence of the UK’s approach is this: “protecting the co-existence at the heart of the Lebanese model requires a strong state”. Addressing his guests, Shorter said: “We are proud of our partnership with your country, through its institutions. And as a demonstration of our strong belief in the importance of Lebanese sovereignty, we have so far invested $100m in the Lebanese Armed Forces and the Internal Security Forces since 2011”. “And I am pleased to announce the delivery of further equipment worth $65,000 for Lebanese Rangers of further equipment to help build their ‘off road’ and ‘all-weather’ capabilities”, he added.

Deputy Crown Prince wants more military cooperation and joint defense

BreakingNews @en di

Deputy Crown Prince Mohammed bin Salman chaired on Tuesday the 15th Joint GCC Defense Council meeting, stressing that the GCC’s Ministers of Defense should work towards more military cooperation and joint defense, as “ongoing events in the region make it incumbent upon us to cooperate and coordinate our efforts to meet future challenges.” We look forward to discussing all topics on the agenda of the meeting and putting it into effect and to discussing the outcome of the Camp David meeting, which included strengthening the military and security strategic partnership with the United States for more stability in the Gulf region” Crown Prince said.

Cooperation between France and Tunisia to create a connecting railway to ports and phosphate transport

BreakingNews @en di

The French Development Agency is preparing to establish a diversified partnership with the Gafsa region, in particular with the Phosphates Company to create rail lines connected to ports and dedicated to phosphate transport, especially to the governorate of Sfax, France’s ambassador in Tunis, Olivier Poivre d’Arvor told TAP on Tuesday during his visit to the region. France is willing to finance this project, he said. Efforts are being made to boost the partnership between Gafsa governorate and several French regions, including Lille and the Pays de la Loire, the diplomat said, pointing out that a cultural centre will be created in Gafsa as part of the promotion of the sector in the region. The visit of the French Ambassador in Gafsa is part of monitoring the project to rehabilitate the districts of Essourour and El Moula, financed by AFD and the Tunisian Agency for Rehabilitation and Urban Renewal (ARRU). During his meeting with the governor of Gafsa, Olivier Poivre d’Arvor spoke about the multidisciplinary hospital project that will be carried out in 3 or 4 years for EUR 60 million in the framework of the recycling of part of Tunisia’s debt to France. This project will have a large influence on neighbouring regions, he pointed out.

Redazione
× Contattaci!
Vai a Inizio