GEOPOLITICA DEL MONDO MODERNO

Tag archive

libia fayez al sarraj

Libia, ecco il governo

Dopo oltre un mese dall’accordo di Skhirat, è arrivata la lista del nuovo governo di unità nazionale libica, con a capo Fayez al Sarraj, scelto dal Consiglio di Presidenza. Polemiche sulla scelta del Ministro della Difesa, rimasto non assegnato: la non designazione del generale Khalifa Haftar ha portato al non voto da parte di due rappresentanti di Tobruk. Adesso, si attende la ratifica da parte del parlamento. Mentre è ancora in corso la riunione di oggi alla Farnesina tra i Paesi già presenti alla Conferenza di Roma di dicembre: la designazione del nuovo esecutivo, infatti, dovrebbe portare con sé un prossimo intervento militare internazionale nello Stato nordafricano.

[subscriptionform]
[level-european-affairs]
I rappresentanti politici internazionali hanno accolto con favore la notizia, data alla stampa dal rappresentante dell’ONU in Libia Martin Kobler, che poi ha aggiunto: “Esorto l’HoR (il parlamento libico, ndr) a riunirsi prontamente e ad approvare il governo”. Stesso concetto, quella della ratifica del nuovo esecutivo, ribadito anche dal Ministro degli Affari Esteri italiano Paolo Gentiloni.

Eppure, anche questo tanto agognato accordo ha rischiato di saltare. Nella lista dei 19 ministri manca infatti il rappresentante del Dicastero della Difesa. Per questo motivo, la mancata nomina dell’uomo forte di Tobruk, il generale Haftar, ha scatenato l’astensionismo di due rappresentanti del governo riconosciuto dalla comunità internazionale facenti parte del Consiglio di Presidenza.

Oltre al premier Fayez al Sarraj e ai quattro vicepremier in rappresentanza delle zone del Paese, ecco la lista dei nuovi ministri:
Marwan Ali per il ministero degli Esteri;
al Taher Mohamed Sarkaz per le delle Finanze;
Khalifa Rajab Abdul Sadeq per il Petrolio;
Mohamed Faraj al Mahjoub per la Cooperazione internazionale;
Bedad Qonso Masoud per la Governance locale;
Mohamed Soliman Bourguiba per la Salute;
Khair Melad Abu Baker per l’Istruzione;
Mahmud Gomaa per l’Istruzione superiore;
Abdul Motalib Boufarwa per l’Economia;
Khaled Muftah Abdul Qader per la Pianificazione;
Atef al Bahary per le Telecomunicazioni;
Hisham Abdullah al ministero dei Trasporti;
Faraj al Taher Snoussi per l’Industria;
Osama Saad Hamad per l’Energia elettrica;
Adel Mohamed Sultan per l’Agricoltura;
Faddy Mansour al Shafey per il Lavoro;
Mokhtar Abdullah Gouili per la Formazione professionale;
Ahmed Khalifa Bridan per gli Affari sociali;
Osama Mohammed Abdul Hady per le Risorse idriche.
Giacomo Pratali

[/level-european-affairs]

Giacomo Pratali
Vai a Inizio
× Contattaci!