GEOPOLITICA DEL MONDO MODERNO

Category archive

ECONOMIA - page 2

Zagami a TGCOM24:Il piano Colao condivisibile ma fuori dalla realtà

ECONOMIA di

Durante la trasmissione “Fatti e Misfatti” condotta da Paolo Liguori con la partecipazione del mass-mediologo Klaus Davi su Tgcom24, l’avvocato e docente di diritto commerciale internazionale Paolo Zagami – nel commentare i recenti fatti di cronaca criminale che si sono registrati in Trentino Alto Adige ed in Calabria – ha evidenziato che “il cosiddetto Piano Colao è certamente condivisibile ma le proposte elaborate dalla task force non sono originali, non possono essere sostenute a livello finanziario e soprattutto non tengono conto delle realtà criminali. Ho letto – ha aggiunto – tutto il dossier ed in 121 pagine non ho trovato alcun riferimento a quella che è l’azienda privata più importante del Paese, vale a dire la Ndrangheta che secondo alcune stime ha un fatturato di circa 55 miliardi di euro all’anno”.
Continue reading “Zagami a TGCOM24:Il piano Colao condivisibile ma fuori dalla realtà” »

Il sistema fieristico senza una data di riapertura destinato a morire

ECONOMIA di

EXPORT, PICCINETTI (FIERA DI ROMA): “SENZA UNA DATA PER RIAPRIRE IL SISTEMA FIERISTICO MUORE”
Piccinetti, Amministratore unico della Fiera di Roma ha dichiarato in una intervista a Finaciallounge.com che senza una data precisa per la riapertura del settore c’è il rischio che non riapra più.

Continue reading “Il sistema fieristico senza una data di riapertura destinato a morire” »

Europa creativa: il programma a sostegno delle industrie culturali e creative

ECONOMIA di

Tra le numerose politiche europee che vanno dal supporto delle Piccole e Medie Imprese alla cura per l’ambiente e della biodiversità, meno note, seppur non meno importanti, sono quelle dedicate al settore culturale e creativo. È interessante sapere che diversi programmi varati dall’UE, a cui vengono dedicati anche un cospicuo ammontare di fondi comunitari, vengono dedicati alla creazione e alla promozione della cultura, oggi di pari passo con lo sviluppo dei media e delle tecnologie digitali. Continue reading “Europa creativa: il programma a sostegno delle industrie culturali e creative” »

Europa e ambiente: i finanziamenti europei per il programma life

ECONOMIA di

Il fenomeno del cambiamento climatico è diventato, ormai da decenni, oggetto di discussione internazionale, avendo assunto proporzioni allarmanti e di scala globale. La comunità internazionale si è mossa già alla fine del secolo scorso per contrastare i cambiamenti climatici pericolosi e il riscaldamento globale, si pensi al Protocollo di Kyoto (1997) e all’accordo di Parigi (2015).

Continue reading “Europa e ambiente: i finanziamenti europei per il programma life” »

UE, agricoltura e pesca, passa il piano da 30 milioni

ECONOMIA di

Alla vigilia della ripartenza, la Commissione Europea ha approvato ad inizio Maggio una manovra economica proposta dallo Stato italiano che stanzia un regime di aiuti pari a 30 milioni di euro per le piccole e medie imprese (PMI) maggiormente colpite dalle misure economiche prese a seguito del COVID-19. I settori ai quali verranno destinati questi fondi sono due in particolare: agricoltura e pesca.
Prima di entrare nel merito delle favorevoli condizioni con cui i prestiti verranno erogati, è doveroso ricordare che questa misura italiana di sostegno alle PMI rientra nel all’ambito del quadro temporaneo europeo, adottato dalla Commissione europea il 19 Marzo 2020 e modificato il 3 Aprile 2020. Come esposto sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, il quadro temporaneo elenca le misure economiche che possono essere adottate dagli Stati membri a sostegno dell’economia dei propri paesi a seguito all’emergenza del COVID-19. A tal proposito, essendo limitate le risorse di bilancio dell’UE, stanziare ulteriori fondi europei non sembra, al momento, una strada percorribile, considerando già l’esistenza di fondi che sono stati stanziati per il semestre europeo 2014-2020, ancora disponibili tramite la partecipazione di bandi a livello europeo e nazionale. Stando così le cose, tramite il quadro temporaneo, approvato dalla Commissione, le risorse economiche proverranno dai bilanci nazionali degli Stati membri. Le banche giocheranno un ruolo fondamentale poiché saranno il mezzo principale attraverso cui gli aiuti statali verranno erogati alle imprese nel rispetto delle norme dell’UE, in particolare secondo l’articolo 107, para. 3 lettera b) del TFUE. Grazie a quanto previsto dal TFUE in merito agli aiuti di Stato, gli Stati dell’UE sono messi nella condizione di poter agire direttamente tramite l’immissione di liquidità nel proprio sistema economico per sostenere cittadini e PMI che si trovano in serie difficoltà economiche a causa del COVID-19.
Secondo quanto deciso dalla Commissione, le misure temporanee in materia di aiuti di stato ammissibili sono le seguenti: i) sovvenzioni dirette, conferimenti di capitale, agevolazioni fiscali selettivi e acconti; ii) garanzie di stato per i prestiti contratti dalle imprese; iii) prestiti pubblici agevolati alle imprese; iv) garanzie per le banche che veicolano gli aiuti di Stato all’economia reale; v) assicurazione pubblica del credito all’esportazione a breve termine; vi) sostegno per le attività di ricerca e sviluppo connesse al coronavirus; vii) sostegno alla costruzione e all’ammodernamento di impianti di prova; viii) sostegno alla produzione di prodotti per far fronte alla pandemia di coronavirus; ix) sostegno mirato sotto forma di differimento del pagamento delle imposte e/o di sospensione del versamento dei contributi previdenziali; x) sostegno mirato sotto forma di sovvenzioni salariali per i dipendenti.
Nel rispetto delle norme previste dal quadro temporaneo, lo Stato italiano dopo aver notificato alla Commissione il progetto riguardo l’adozione di aiuti di stato nell’ambito dell’agricoltura e della pesca, ha ricevuto il consenso dall’Europa, confermando che l’azione italiana è in linea con il quadro temporaneo. Inutile ribadire che le misure prese dal Governo italiano per contrastare il COVID-19 abbiano avuto un grave impatto sia sul lato della domanda che dell’offerta, penalizzando imprese e dipendenti. Questa circostanza ha portato, in particolare, PMI a dover far fronte a una mancanza di liquidità, che mette a serio rischio l’apertura delle attività, soprattutto in vista della ripartenza.
Le misure previste dal nostro Governo prevedono l’erogazione di prestiti a tasso zero fino ad un massimo pari a 30.000 euro per le PMI del settore agricolo e della pesca, colpite dall’emergenza Coronavirus, come si evince dal discorso della Vicepresidente esecutiva della Commissione responsabile della politica della concorrenza, Margrethe Vestager. In questo modo le imprese avranno accesso agli strumenti finanziari che consentiranno loro di ricevere liquidità immediata, necessaria per la ripartenza.
Gli aiuti di stato saranno concessi con la garanzia di prestiti a tassa zero da parte dell’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare (ISMEA), in cui si possono consultare anche i bandi di gara in corso.

Una spinta economica per i giovani arriva dall’Europa

ECONOMIA di

Al fine di limitare quanto più possibile la cessione e dispersione di giovani talenti nonché l’aumento di giovani disoccupati dato l’impatto delle stringenti misure del Governo Conte sull’economia, occorrono altrettante misure correttive ed efficaci da parte del Governo e dell’Unione Europea. A tal proposito, un settore di grande interesse al momento ed in continuo sviluppo rimane quello dell’imprenditoria giovanile, alla quale sono indirizzati fondi provenienti dai finanziamenti europei, per contrastare la crisi economica e la disoccupazione, in particolare quella dei più giovani.

Continue reading “Una spinta economica per i giovani arriva dall’Europa” »

I fondi Europei SIE per il semestre europeo 2014-2020

ECONOMIA di

Tra le principali fonti di finanziamento nazionali e regionali previste dall’Unione Europea per il semestre 2014-2020 figurano i Fondi strutturali e di investimento europei (SIE). Tuttavia, prima di entrare nel dettaglio dei fondi SIE è doveroso fare una panoramica sugli obiettivi del semestre europeo, strettamente legato ai fondi strutturali e di investimento.

Continue reading “I fondi Europei SIE per il semestre europeo 2014-2020” »

Covid19 l’impatto nel settore turistico alberghiero

ECONOMIA/Senza categoria di

L’emergenza Coronavirus ha avuto come primo immediato effetto la sospensione di tutti gli spostamenti a livello mondiale e l’attuazione di drastiche misure di distanziamento sociale necessarie a fermare l’espansione del contagio. Queste misure seppur necessarie hanno generato un blocco totale del settore turistico ed in particolare sul comparto alberghiero che ha visto l’azzerarsi delle presenze nei due mesi di lockdown della nazione. Continue reading “Covid19 l’impatto nel settore turistico alberghiero” »

Alessandro Conte
× Contattaci!
Vai a Inizio