GEOPOLITICA DEL MONDO MODERNO

Category archive

EUROPA

Primo turno delle elezioni presidenziali in romania, la sfida adesso è tra liberali e social democratici

EST EUROPA di

Si è svolto il 10 di novembre il primo turno delle elezioni presidenziali in Romania, che ha visto l’ingresso al ballottaggio del nazional liberale Klaus Iohannis e della social democratica Viorica Dăncil. Continue reading “Primo turno delle elezioni presidenziali in romania, la sfida adesso è tra liberali e social democratici” »

Ennesimi scontri con la polizia nella banlieue parigina: a fuoco una scuola di arti circensi

EUROPA/Senza categoria di

Un sabato sera di ordinaria violenza: il 2 novembre, a Chanteloup-les-Vignes, nella banlieue di Yvelines una trentina di chilometri ad ovest di Parigi e non lontano da Versailles, è stata incendiata la scuola di arti circensi e recitazione “L’Archè”, divenuta il luogo di aggregazione di molti giovani strappati alla strada che trascorrevano qui i loro pomeriggi imparando un’attività nei vari atelier. Si tratta della scuola dove il regista Mathieu Kassovitz ambientò il film “L’odio”. Continue reading “Ennesimi scontri con la polizia nella banlieue parigina: a fuoco una scuola di arti circensi” »

L’Ucraina intensifica il ritiro delle truppe dalla zona orientale del paese

EST EUROPA di

Si evolve lo scenario nell’Ucraina orientale, dove da qualche giorno è iniziato il ritiro graduale delle truppe regolari di Kiev e dei ribelli filorussi. Questa manovra militare che potrebbe condurre a grandi passi avanti verso la normalizzazione dell’area sta incontrando alcune difficoltà. Continue reading “L’Ucraina intensifica il ritiro delle truppe dalla zona orientale del paese” »

Sassoli in Macedonia del Nord: “Il Parlamento europeo è con voi”

EUROPA di

Il Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli nella sua prima visita ufficiale al di fuori dell’Unione Europea si è recato in Macedonia del Nord, nelle giornate del 4 e 5 novembre. Tale viaggio sarò seguito da quello in Albania che si terrà i primi di dicembre. Continue reading “Sassoli in Macedonia del Nord: “Il Parlamento europeo è con voi”” »

Conflitto Russo-Ucraino, quali conseguenze  per il futuro dell’Europa

EST EUROPA di

Ha avuto luogo a Roma  l’evento “il conflitto russo-ucraino e le sue conseguenze per il futuro dell’Europa”, presso il Grand Hotel De La Minerve, organizzato dalla FIDU (Federazione Italiana Diritti Umani). Tra i relatori Oleksiy Melnyk, del Centro Studi Razumkov, Leonyd Poliakov del Centro ucraino di studi sull’esercito, la conversione e il disarmo, Iryna Dovhan, volontaria e attivista, Maria Tomak, coordinatrice di Media Initiative for Human Rights. Presenti anche il Sen. Roberto Rampi, il Segretario nazionale di “+Europa” Benedetta Della Vedova e l’On Lia Quartapelle Procopio, membro della Commissione affari esteri e comunitari della Camera dei Deputati. A moderare l’incontro il Prof. Antonio Stango, presidente della FIDU. Continue reading “Conflitto Russo-Ucraino, quali conseguenze  per il futuro dell’Europa” »

Brexit, si conferma il rinvio al 31 gennaio 2020

EUROPA di

Il 29 ottobre il Consiglio europeo ha adottato una decisione che proroga il termine previsto dall’articolo 50 del trattato sull’Unione europea a seguito della notifica, da parte del Regno Unito, della sua intenzione di recedere dall’Unione europea. L’uscita dunque non è avvenuta come previsto il 31 ottobre, vi è una proroga che durerà fino al 31 gennaio 2020: si vuole dare più tempo alla ratifica dell’accordo di recesso. Inoltre, viene specificato che il recesso può avere luogo anteriormente, il 1° dicembre 2019 o il 1° gennaio 2020, se l’accordo di recesso è ratificato da entrambe le parti. Continue reading “Brexit, si conferma il rinvio al 31 gennaio 2020” »

L’addio di Mario Draghi alla BCE

EUROPA di

Il “Whatever it takes” che ha salvato l’euro, le misure non convenzionali messe in campo, l’ingresso nell’era dei tassi negativi: queste le principali novità introdotte da Mario Draghi come governatore della Banca Centrale Europea. Quando è entrato in carica, nel 2011, Draghi ha ereditato un mondo che aveva sperimentato la grave crisi del 2008-2009 e poi quella greca del 2010, guadagnandosi così il titolo di “salvatore dell’Euro”. Non sono mancate però le critiche, soprattutto dal mondo tedesco, che ricordava l’esigenza di un operato all’insegna del rigore finanziario. A Draghi è stato rimproverato altresì uno stile nella conduzione dei lavori che ha lasciato poco spazio al dialogo ed alla comunicazione. Ciò non toglie, tuttavia, l’importanza del suo mandato e le sue ripercussioni sugli scenari futuri dell’Eurozona. Continue reading “L’addio di Mario Draghi alla BCE” »

1 2 3 45
Francesca Scalpelli
Vai a Inizio
WhatsApp chat