GEOPOLITICA DEL MONDO MODERNO

Author

admin

admin has 104 articles published.

Croce Rossa, allarme aggressioni ad operatori

SICUREZZA di

Allarme dall’osservatorio sulle aggressioni a operatori sanitari, un evento su tre da parte del branco e contro le donne, per il Presidente Rocca e’ necessario mettere in campo tutte le azioni possibili per neutralizzare il fenomeno

“Un compleanno celebrato in maniera speciale, quello della Croce Rossa Italiana, accendendo i riflettori su una realtà ancora nell’ombra in Italia. Abbiamo deciso di raccontare proprio domani, infatti, i progressi di “Non sono un bersaglio”, la campagna contro le violenze agli operatori sanitari e diffondere la prima fotografia del fenomeno. I dati del primo semestre dell’Osservatorio, istituito nel dicembre 2018 con l’intento di censire i rischi legati al volontariato durante le attività, evidenziano infatti il contesto pericoloso nel quale sono costretti a operare, ogni giorno, i nostri soccorritori. Inoltre, lanciamo anche un video con le reali testimonianze dei nostri ‘soccorritori sotto attacco’. Perché questo è un appello di civiltà e, come tale, dobbiamo farci promotori di una nuova cultura del rispetto e di una sempre maggiore consapevolezza da parte della cittadinanza. Ma, soprattutto, è un work in progress che vuole giungere all’elaborazione di proposte concrete per mitigare, se non neutralizzare, il grave fenomeno delle aggressioni”, spiega Francesco Rocca, Presidente della Croce Rossa Italiana e della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (IFRC).

 

I DATICROCE ROSSA. ALLARME DA OSSERVATORIO SU AGGRESSIONI A OPERATORI SANITARI: UNA SU TRE DA PARTE DEL BRANCO E CONTRO DONNE. ROCCA: “NECESSARIE AZIONI CONCRETE PER NEUTRALIZZARE IL FENOMENO”

 

L’ASSOCIAZIONE DOMANI CELEBRA IL SUO COMPLEANNO ACCENDENDO I RIFLETTORI SU UNA REALTA’ NELL’OMBRA

 

Roma, 14 GIUGNO 2019 – Un compleanno celebrato in maniera speciale, quello della Croce Rossa Italiana, accendendo i riflettori su una realtà ancora nell’ombra in Italia. Abbiamo deciso di raccontare proprio domani, infatti, i progressi di “Non sono un bersaglio”, la campagna contro le violenze agli operatori sanitari e diffondere la prima fotografia del fenomeno. I dati del primo semestre dell’Osservatorio, istituito nel dicembre 2018 con l’intento di censire i rischi legati al volontariato durante le attività, evidenziano infatti il contesto pericoloso nel quale sono costretti a operare, ogni giorno, i nostri soccorritori. Inoltre, lanciamo anche un video con le reali testimonianze dei nostri ‘soccorritori sotto attacco’. Perché questo è un appello di civiltà e, come tale, dobbiamo farci promotori di una nuova cultura del rispetto e di una sempre maggiore consapevolezza da parte della cittadinanza. Ma, soprattutto, è un work in progress che vuole giungere all’elaborazione di proposte concrete per mitigare, se non neutralizzare, il grave fenomeno delle aggressioni”, spiega Francesco RoccaPresidente della Croce Rossa Italiana e della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (IFRC).

I DATI

Ecco quanto emerge dal primo semestre di raccolta dati dell’Osservatorio, un form anonimo mediante il quale tutti i volontari CRI possono denunciare casi di aggressioni, fisiche e/o verbali all’Associazione:

·         quasi metà delle aggressioni sono fisiche (42% delle denunce pervenute) e non limitate all’insulto o all’invettiva;

·         quasi metà delle aggressioni avviene in strada (47% delle denunce pervenute);

·         più di un’aggressione su tre (35% delle denunce pervenute) è stata compiuta da persone non direttamente coinvolte nel soccorso (no utente, no parente o amico dell’assistito);

·         più di una su quattro è ad opera del “branco” (28% delle denunce pervenute).

“Dal 2017 – sottolinea Rosario Valastro, Vicepresidente Nazionale della Croce Rossa Italiana – Croce Rossa italiana aderisce alla campagna internazionale #NotATarget, nell’ambito della più ampia iniziativa “Health Care in Danger”, lanciata dal Comitato Internazionale della Croce Rossa (ICRC) a seguito dell’uccisione di alcuni volontari in Afghanistan, in Nigeria e in Siria. Finora questo tipo di violenze è stato associato a scenari ‘lontani’, a Paesi coinvolti da conflitti bellici o di altro tipo. Ecco perché abbiamo ritenuto sostanziale denunciare, attraverso ‘Non sono un bersaglio’, una realtà semisconosciuta o spesso sottovalutata ma che ci coinvolge ‘da vicino’ e che riguarda non solo i volontari CRI, ma tutti gli operatori e/o strutture sanitarie in Italia”.

IL VIDEO

Il video sulle aggressioni ricostruisce, attraverso narratori anonimi, alcune reali e dettagliate denunce pervenute all’Osservatorio e che, per tutelare la privacy delle vittime, sono state fatte interpretare da volontari della Croce Rossa Italiana.


 

Ecco quanto emerge dal primo semestre di raccolta dati dell’Osservatorio, un form anonimo mediante il quale tutti i volontari CRI possono denunciare casi di aggressioni, fisiche e/o verbali all’Associazione:

·         quasi metà delle aggressioni sono fisiche (42% delle denunce pervenute) e non limitate all’insulto o all’invettiva;

·         quasi metà delle aggressioni avviene in strada (47% delle denunce pervenute);

·         più di un’aggressione su tre (35% delle denunce pervenute) è stata compiuta da persone non direttamente coinvolte nel soccorso (no utente, no parente o amico dell’assistito);

·         più di una su quattro è ad opera del “branco” (28% delle denunce pervenute).

“Dal 2017 – sottolinea Rosario Valastro, Vicepresidente Nazionale della Croce Rossa Italiana – Croce Rossa italiana aderisce alla campagna internazionale #NotATarget, nell’ambito della più ampia iniziativa “Health Care in Danger”, lanciata dal Comitato Internazionale della Croce Rossa (ICRC) a seguito dell’uccisione di alcuni volontari in Afghanistan, in Nigeria e in Siria. Finora questo tipo di violenze è stato associato a scenari ‘lontani’, a Paesi coinvolti da conflitti bellici o di altro tipo. Ecco perché abbiamo ritenuto sostanziale denunciare, attraverso ‘Non sono un bersaglio’, una realtà semisconosciuta o spesso sottovalutata ma che ci coinvolge ‘da vicino’ e che riguarda non solo i volontari CRI, ma tutti gli operatori e/o strutture sanitarie in Italia”.

Celebrazioni Storiche per la Croce Rossa a Solferino

EUROPA di

SOLFERINO 2019: LA TRADIZIONALE MANIFESTAZIONE SI TRASFORMA QUEST’ANNO IN UNA CELEBRAZIONE STORICA

Il tradizionale appuntamento nei luoghi che ispirarono a Henry Dunant l’idea della Croce Rossa, la reunion a Solferino di volontari e operatori della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa dal 17 al 23 giugno 2019, quest’anno si trasforma in una celebrazione storica e simbolica, attraverso i festeggiamenti per il Centenario della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (FICR) e l’International Youth Meeting, l’incontro di centinaia di giovani volontari da tutto il mondo.

In migliaia si ritroveranno nei luoghi in cui, nel 1859, si svolse la battaglia risorgimentale all’origine di quella che, negli anni, è diventata la più grande associazione di volontariato del mondo.

Centenario FICR

Fondata nel 1919 su iniziativa della Croce Rossa Americana e delle potenze alleate vittoriose della Prima guerra mondiale, la FICR, di cui il Presidente Nazionale CRI, Francesco Rocca, dal 2016 è alla guida come primo italiano in assoluto, ha come missione umanitaria quella di sostenere, in modo indipendente, le persone, proteggendone la dignità. Attualmente conta 191 Società nazionali la cui forza consiste nell’immensa rete mondiale di volontari: circa 14 milioni che, ogni anno, riescono a supportare 160 milioni di persone bisognose. Nelle situazioni di emergenza, in particolare causate da catastrofi naturali, le Società nazionali e la FICR sono le prime ad intervenire.

International Youth Meeting

Solferino 2019 ospiterà anche i Giovani del Movimento Internazionale: dal 17 al 23 giugno, si terrà infatti il 4° Incontro Internazionale della Gioventù, un’opportunità significativa per rafforzare i legami già solidi tra le Società Nazionali e ascoltare la voce di quella che sarà la Croce Rossa e Mezzaluna Rossa del futuro. Ma soprattutto una festa per le migliaia di giovani impegnati in un’azione umanitaria concreta e quotidiana.

Sabato 22 giugno #AccendiLaFiaccola

Giorno clou della manifestazione il sabato 22 giugno, data in cui avrà luogo la tradizionale fiaccolata da Solferino a Castiglione delle Stiviere, lungo il tragitto percorso dai soccorritori che trasportarono i feriti durante la battaglia. Un appuntamento unico e suggestivo, illuminato dalla luce di migliaia di fiaccole che, insieme all’entusiasmo dei volontari, farà rivivere la magia di una storia ormai secolare.

Il Red Cross Camp

Il Red Cross Camp, allestito a Castiglione delle Stiviere in località Ghisiola, ospiterà le migliaia di volontari provenienti da tutto il mondo. Saranno molte le attività previste: dai corsi di formazione sui temi che più coinvolgono l’Associazione, fino alle serate scandite al ritmo di musica. Previste, inoltre, aree dedicate al merchandising CRI e stand di partner commerciali coinvolti per la realizzazione del grande evento.

Il 29 maggio a Roma il convegno sul ruolo del Terzo Settore tra Stato e Mercato. Ronzi (CRI): “Profit e non profit hanno bisogno l’uno dell’altro”

EUROPA di

“Perché è importante questo appuntamento? Perché il Terzo settore ha bisogno dell’impresa e l’impresa ha bisogno del Terzo settore”. Flavio Ronzi, Segretario Generale della Croce Rossa Italiana, descrive così il senso e il valore del convegno “Identità e ruolo del Terzo settore tra Stato e Mercato”, che si terrà a Roma il 29 maggio alle 14 presso la Sala Vanvitelli dell’Avvocatura Generale dello Stato, in via dei Portoghesi 12.

Continue reading “Il 29 maggio a Roma il convegno sul ruolo del Terzo Settore tra Stato e Mercato. Ronzi (CRI): “Profit e non profit hanno bisogno l’uno dell’altro”” »

Oggi a Roma il convegno su “Identità e ruolo del Terzo settore tra Stato e Mercato”

EUROPA di

Un incontro per capire e tracciare, insieme, i contorni e le funzioni di una realtà, quella del Terzo settore, che appare oggi sempre più alla ricerca di un’identità definita. È questo lo scopo principale del convegno “Identità e ruolo del Terzo settore tra Stato e Mercato”, che si terrà a Roma il prossimo 29 Maggio, a partire dalle ore 14, presso la Sala Vanvitelli dell’Avvocatura Generale dello Stato in via dei Portoghesi 12. L’evento è promosso da Federmanager e Croce Rossa Italiana in collaborazione con l’Avvocatura Generale dello Stato.

Continue reading “Oggi a Roma il convegno su “Identità e ruolo del Terzo settore tra Stato e Mercato”” »

Israele, ultimatum per formare il governo

MEDIO ORIENTE di

Da oggi, Domenica 26 Maggio, partono gli ultimi quattro giorni concessi dal Presidente, Reuven Rivlin, al riconfermato primo ministro Benjamin Netanyahu per forgiare un governo di coalizione che approvi il suo progetto di legge, anche se fin qui non sembra esserci nessuna soluzione in vista. A tal fine Netanyahu ha passato la notte di sabato in un incontro d’urgenza con il ministro Yariv Levin, senza trovare tuttavia alcun compromesso.

Continue reading “Israele, ultimatum per formare il governo” »

L’Europa studia la possibilità di aumentare il commercio con l’Egitto

AFRICA di

Secondo il capo della delegazione dell’Unione Europea in Egitto, Ivan Surkos, la Commissione UE sta conducendo un’indagine sulla possibilità di spostare l’Egitto a un livello superiore in termini di accordo di libero scambio. Questa ipotesi si potrebbe concretizzare già tra un paio di mesi e definirebbe ciò che può essere offerto alla parte egiziana per facilitare lo scambio commerciale; con tutta probabilità il nuovo accordo sarà una via di mezzo tra l’accordo di associazione UE-Egitto già firmato e il Fondo e Area di libero scambio completa (DCFTA). Continue reading “L’Europa studia la possibilità di aumentare il commercio con l’Egitto” »

Siria, ancora scontri a Idlib

MEDIO ORIENTE di

 Nel corso delle ultime settimane, la Siria nord-occidentale ha assistito ad un’altra escalation militare. Le forze del regime russo e siriano hanno scatenato una brutale campagna di attacchi militari nella zona di Idlib, Aleppo e Hama, dopo che Hay’et Tahrir al-Sham (HTS), un gruppo armato precedentemente legato ad al-Qaeda, ha ucciso in un’offensiva 22 combattenti pro-regime il 27 aprile.

Continue reading “Siria, ancora scontri a Idlib” »

Hamas e il business dei viaggi

MEDIO ORIENTE di

I dati forniti dalle organizzazioni internazionali di aiuto all’ONU, come la UNRWA, rivelano che nel 2018 ci sono state 60.907 partenze dalla Striscia di Gaza verso l’Egitto attraverso il valico di Rafah e 37.075 arrivi a Gaza. Da questi dati comparabili ottenuti da altre fonti e secondo le stime in Israele, il numero di partenze da Gaza lo scorso anno ha raggiunto 35.000.

Continue reading “Hamas e il business dei viaggi” »

1 2 3 11
admin
Vai a Inizio