Perché la Strategia canadese sullo Sviluppo Sostenibile può diventare un modello

in Senza categoria by

In tema di Sviluppo Sostenibile, Canada e Unione Europea condividono principi e obiettivi, sottoscritti formalmente nell’Accordo di Partenariato Strategico. Anche il Canada ha inoltre adottato una Strategia federale, rinnovata ogni 3 anni, che si distingue per efficienza ed efficacia tanto da renderla un esempio da seguire.

Il Canada ha fatto dello sviluppo sostenibile una priorità sin dalla fine del ‘900. Il primo intervento governativo in materia è del 1995 con l’Auditor General Act con il quale a ciascuna amministrazione federale veniva richiesta la predisposizione di una propria strategia di sviluppo sostenibile. Sempre nel 1995 venne creato il Commissariato per l’Ambiente e lo Sviluppo Sostenibile (CESD) il cui scopo era quello di monitorare in che misura le singole amministrazioni raggiungevano gli obiettivi che si erano posti con la strategia adottata.

Lo scarso successo dell’iniziativa indusse il Governo canadese a cambiare direzione adottando un sistema più pregnante che prese concretezza con la pubblicazione nel 2008 del Federal Sustainable Development Act.  

La mission del FSDA è:

To provide the legal framework for developing and implementing a Federal Sustainable Development Strategy that will make environmental decision-making more transparent and accountable to Parliament.

La definizione di Sviluppo Sostenibile

È sempre l’FSDA a definire cosa si intenda per Sustainable Development:

development that meets the needs pf the present without compromising the abilities of future generations to meet their own needs.

Il richiamo, implicito, alla responsabilità costituisce il principio ispiratore del FSDA, tant’è che nel preambolo della norma si legge chiaramente che:

The Government of Canada accepts the basic principle that sustainable development is based on an ecologically efficient use of natural, social and economic resources and acknowledges the need to integrate environmental, economic and social factors in the making of all decisions by government.

E sempre nel FSDA si legge che:

it is the responsability of the sponsoring minister and ministers to ensure that the enviromental implications of the proposed initiative are fully reflected in their policy, plan or program proposal.

La rilevanza del principio enunciato è evidente e non necessita di ulteriore commento.

La Strategia Federale sullo Sviluppo Sostenibile

Nell’ottobre 2010 il Canada ha quindi adottato la Strategia Federale sullo Sviluppo Sostenibile (FSDS) che in base a quanto previsto dall’Act doveva essere raggiornata, come è peraltro avvenuto, ogni tre anni.

Ad oggi sono state appunto 4 le Strategie attivate dal Governo Federale Canadese, ciascuna delle quali ha integrato il contenuto della successiva:

2010/13

2013/1

2016/19

2019/22

Ciascun documento, all’esito del periodo di vigenza, ha infatti subito una attentata analisi e valutazione che, all’esito, ha prodotto l’evoluzione della successiva strategia.

Esaminando quella 2019/22 si legge, tra l’altro, che:

the government, led by Employment and Social Development Canada, is working with partners to implement the 2030 Agenda for Sustainable Development, particularly through the development of a whole-of- society 2030 Agenda National Strategy. As we implement the Federal Sustainable Development Strategy and future federal strategies, our efforts will continue to align with and contribute to this broader national approach.

 

The 2019–2022 FSDS is organized around 13 aspirational goals that are a Canadian reflection of the SDGs

È evidente pertanto l’esigenza avvertita dal Governo Canadese di coordinare la propria azione con quella degli altri Organismi internazionali attivi nel settore e soprattutto di estrema rilevanza è la consapevolezza che il coinvolgimento di tutti i livelli della società è indispensabile per il raggiungimento degli obiettivi governativi.A tale proposito, sempre dall’ultima FSDS:

 We acknowledge that we cannot achieve sustainable development alone—partners such as provinces and territories, Indigenous peoples, communities, businesses, scientists, academia and non-governmental organizations all play a role in helping us meet our objectives.

Finally, we need your help—you can make a difference in areas such as addressing climate change, protecting ecosystems and improving air quality. We hope that you’ll take action, and that you’ll continue to provide input and ideas to help us further refine our sustainable development vision and long-term goals. 

La FSDS in quanto normativa Federale è applicata in tutta la Federazione Canadese attraverso le agenzie territoriali ma nulla impedisce che alcune Province abbiano sentito il dovere di predisporre delle proprie Strategie, come nel caso del Quebec, del Manitoba e della Regione dell’Athabaska (nella Provincia dell’Alberta).

A tale livello va aggiunto il richiamato committment delle municipalità che pure hanno un loro ruolo, che può risultare finanziariamente supportato dal Governo Federale

Le aree di intervento della FSDS sono 13 e ciò in linea con l’Agenda 2030 dell’ONU (dove gli obiettivi sono 17).

Gli elementi chiave della Strategia canadese per la sostenibilità

Gli elementi caratterizzanti che emergono dalla lettura della FSDS sono:

An integrated, whole-of-government approach of actions and results to achieve environmental sustainability;

A link between sustainable development planning and reporting and the Government’s score expenditure planning and reporting system;

Effective measurement, monitoring and reporting in order to track and report on progress to Canadians.

Il Sistema di monitoraggio e reporting

Oltre quindi al coinvolgimento dell’intero sistema amministrativo federale, chiamato ad agire in armonia e con scopi condivisi, gli aspetti sintetizzati sub 2 e 3 appaiono meritevoli di particolare attenzione.

Il (2) collegare l’FSDS al Sistema di gestione della Spesa (EMS) garantisce che ogni decisione presa dal Governo Federale tenga in adeguata considerazione le conseguenze di natura ambientale che possono derivare dalla adozione di politiche e programmi, con l’ulteriore conseguenza che a tutto ciò deve fare seguito un aumento della trasparenza e del livello di responsabilità dei decision makers.

Opportuno sottolineare in tal senso il ruolo di monitoraggio operato dal Sistema di Gestione della Spesa.

Esso si articola attraverso due azioni:

da un lato il Report on Plans and Priorities (RPPs) presentato periodicamente da ciascuna amministrazione con il quale vengono delineate, per un periodo di tre anni, le priorità e quali e in che modo vengono allocati i capitoli di spesa outlines, over a three year period, an organization’s priorities and where it will allocate the resources to address those priorities

dall’altro l’adozione di Report sui risultati raggiunti da ciascuna amministrazione Departemental Perfomance Report (DPRs) che vengono presentati periodicamente e che offrono una panoramica sugli obiettivi centrati, comparandoli con quanto proposto nel RPPs provides an overview of the accomplishments achieved by the organization compared to what it proposed in the RPP (Environment Canada, 2011, 8).

Terzo e forse più caratterizzante elemento é quello relativo a:

effective measurement, monitoring and reporting in order to track and report on progress ai cittadini Canadesi.

È questo, insieme al coinvolgimento di tutte le componenti della società, l’elemento che caratterizza la FSDS, non tanto per la previsione in sé e per sé di un monitoraggio dei risultati, ma per la meticolosa pianificazione, esecuzione, monitoraggio e nuova pianificazione sulla base dei risultati raggiunti, il tutto previa verifica, nella fase del controllo e della nuova pianificazione, del  loro carattere SMART, vale a dire della specificità degli obiettivi, misurabilità, raggiungibilità, rilevanza e tempi necessari.

 

La tabella che segue chiarisce lo schema.

The Plan-Do-Check-Improve management model

Source: The 2019–2022 Federal Sustainable Development Strategy Management Framework

Il Green Government Fund

Degno di nota nell’ultima FSDS, nell’ambito dell’obiettivo Greening Governemnt e della Greening Government Strategy, introdotta nel 2017, è la costituzione del Greening Government Fund.  

Tutti i ministeri e le agenzie federali che hanno un consumo di CO2 superiore ad un determinato livello sono chiamati a versare nel fondo un importo proporzionale all’eccesso di consumo.

Quanto raccolto nel fondo verrà a sua volta utilizzato dalle medesime amministrazioni federali che contribuiscono alla sua creazione per la realizzazione di progetti volti a migliorare le proprie performance di sostenibilità.

Inutile dire che i processi di valutazione, approvazione e verifica dei progetti viene puntualmente svolto e reso pubblico.

Sviluppo Sostenibile e relazioni UE-CANADA: lo Strategic Partnership Agreement

Per quanto riguarda specificamente i rapporti tra UE e Canada in tema di sviluppo sostenibile si deve fare riferimento allo Strategic Partnership Agreement, sottoscritto nel 2016 ed entrato in vigore nel 2017.

L’accordo fa del Sustainable Development uno degli elementi portanti dell’accordo stesso. L’intero Titolo IV è dedicato allo Sviluppo Economico Sostenibile e nell’ambito del Titolo IV, l’art. 12 (il più lungo e articolato dell’intero accordo) enuncia principi e impegna i contraenti in modo chiaro e definito.

Si potrà obiettare che tutta la politica, canadese e europea, in materia di sviluppo sostenibile sia una serie di sani principi ben enunciati che rischiano di rimanere fermi e non adempiuti.

Nel caso del Canada, l’esplicita consapevolezza da parte del Governo Federale della necessità di coinvolgere, oltre al Governo stesso, in tutte le sue articolazioni, anche l’intera società civile, in tutte le sue componenti, rendendo tutti direttamente responsabili e attivi, sin dalla determinazione delle priorità alla verifica dei risultati, rende il modello canadese un buon esempio da cui trarre ispirazione per un confronto che guarda in alto.



Di Paolo Quatrocchi

Direttore Centro Studi Italia Canada, Partner Nctm Studio Legale, Vice presidente Camera di Commercio in Canada Ovest.



Lascia un commento

Your email address will not be published.

*