Armao designato al Comitato Direttivo dell’Agenzia per la coesione territoriale

in Politics by

La Conferenza delle Regioni italiane ha designato il 21 ottobre, in sede di Conferenza Unificata, il Vicepresidente ed Assessore della Regione Siciliana, Gaetano Armao quale componente del Comitato direttivo dell’Agenzia per la coesione territoriale.

L’Agenzia per la coesione territoriale, è stata individuata dalla recente legislazione per un ruolo di primo piano nell’attuazione del PNRR, lo strumento che traccia gli obiettivi, le riforme e gli investimenti che l’Italia intende realizzare a valere sui fondi europei di Next Generation EU, per attenuare l’impatto economico e sociale della pandemia.

Il Comitato, presieduto dal Direttore dell’Agenzia, è composto da quattro membri, di cui due dirigenti dei principali settori di attività dell’Agenzia e due rappresentanti delle Amministrazioni territoriali designati dalla Conferenza Unificata in rappresentanza delle Regioni ed Enti locali. I componenti del Comitato restano in carica tre anni.

Gaetano Armao, Vicepresidente ed Assessore regionale all’Economia della Regione Siciliana – docente universitario ed avvocato palermitano – è coordinatore della Commissione per gli affari europei e internazionali della Conferenza delle Regioni e Province autonome nonchè membro del Comitato europeo delle Regioni (CdR) dove è anche presidente del gruppo interregionale per l’insularità.

Il presidente della Regione Molise, Donato Toma (che il 21 ottobre ha presieduto la Conferenza delle Regioni) in relazione al nuovo incarico conferito al vicepresidente e assessore all’Economia della Regione Siciliana, su designazione della Conferenza delle Regioni, ha voluto formulare gli “Auguri di buon lavoro a Gaetano Armao per la sua nomina in seno al Comitato direttivo dell’Agenzia per la coesione territoriale. Un’indubitabile risorsa, quella di Armao, per lo sviluppo socio-economico dei territori che andrà a beneficio, soprattutto, delle aree più svantaggiate del Paese. Siamo certi – ha concluso Toma – che da lui arriveranno proposte utili a eliminare, o quanto meno a ridurre, i divari esistenti”.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*