Copy of Geopolitica del contagio

in CULTURA/LIBRI by

Il futuro delle democrazie e il nuovo ordine mondiale dopo il Covid-19

Questa ultima pubblicazione di Gianluca Ansalone si pone l’obiettivo di analizzare l’impatto della pandemia globale sugli equilibri internazionali con particolare attenzione ai modelli di governo che di fronte a nuove sfide sulla sicurezza nazionale rispetto ai pericoli per la salute si distinguono per modello.

“Il Covid-19 non è un cigno nero. Già prima della pandemia eravamo immersi in cambiamenti strutturali che abbiamo fatto fatica a cogliere o che abbiamo preferito non vedere. Mai prima l’umanità aveva vissuto ben tre crisi sistemiche in appena un ventennio: l’11 settembre 2001, la crisi finanziaria del 2008, la pandemia. Queste crisi vanno lette assieme e possono essere il preludio ad una nuova Yalta, con scienza, vaccini e dati che definiranno la prossima cortina di ferro. La guerra al Covid-19 è appena iniziata e le sue conseguenze andranno ben oltre l’imminente sconfitta del virus. Dopo gli anticorpi nel nostro organismo, dovremo occuparci degli anticorpi della nostra democrazia, di “un vaccino politico e civile” contro i pericoli della violenza, della profanazione, dell’autoritarismo, dell’implosione sociale.”

Bookreporter ha intervistato l’autore Gianluca Ansalone, Head of Public Affairs di Novartis Italia, in passato ha svolto incarichi istituzionali presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Comitato Parlamentare per la Sicurezza della Repubblica, la Presidenza della Repubblica. È docente di Geopolitica e Sicurezza presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata e il Campus Biomedico.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*