EA Talks, la formazione nelle politiche attive del Lavoro

in SOCIETA' by

Intervistiamo la dottoressa Alessandra Spagnolo Business Developement Manager di Mylia, società del gruppo Adecco, sui temi legati alle politiche attive del lavoro e sull’importanza della formazione per gestire il cambiamento nel percorso professionale delle persone.

Alessandra Spagnolo, Business Development Manager in Mylia – The Adecco Group Inizia il suo percorso professionale collaborando con Mediterranea Onlus prima e con Cooperativa Informa poi, occupandosi dell’avvio e della gestione di sportelli “InformaGiovani” all’interno dei servizi comunali. Prosegue in Adecco Italia nelle attività di recruitment e selezione del personale, diventando poi branch manager. Nel 2001 partecipa allo start up di Adecco Formazione S.r.l. oggi identificata dal brand “Mylia – The Adecco Group”, nel ruolo di Area Manager, prima sull’Area Adriatica, poi su quella Tirrenica.

Nel 2011 nel ruolo Business Development Manager ha dato vita alla struttura interna dedicata al monitoraggio dei finanziamenti pubblici alla formazione, alla progettazione e alla gestione di piani formativi, sviluppando un know-how incentrato sulla visione della formazione come una parte fondamentale delle politiche attive del lavoro. I primi anni sono stati dedicati ai fondi interprofessionali, in primis Fondimpresa e Fondirigenti, poi via via molti altri, portando Adecco Formazione S.r.l. ad essere riconosciuta tra i principali operatori nel mercato italiano della formazione continua. Negli anni successivi ha accompagnato le sedi operative di Mylia nell’avvio della loro operatività come soggetti accreditati ai servizi formativi nei diversi sistemi regionali.

Dal 2018 segue il progetto MADE – Competence Center 4.0 – coordinato dal Politecnico di Milano, che si è costituito come società consortile nel Gennaio 2019 a seguito del riconoscimento da parte del Ministero dello Sviluppo Economico e dove è impegnata nel ruolo di componente del Comitato Tecnico Scientifico.

Docente del Master per ” Esperto in servizi e politiche del lavoro” dell’Università telematica IUL. Ascoltiamo l’intervista…

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*