USa, Trump punta tutto sull’innovazione

in AMERICHE by

La Pandemia non sembra fermare gli Usa dall’avere la leadership globale. In questi ultimi mesi, l’amministrazione Usa ha rinnovato la sua strategia per le tecnologie critiche ed emergenti. Intelligenza artificiale, energia, tecnologie, esercito sono i settori interessati.

L’obiettivo principale comporta lo sviluppo dell’ambiente scientifico e tecnologico, in ottemperanza a una possibile riduzione dei regolamenti e dei processi burocratici che ostacolano l’innovazione. Tutto questo per proteggere gli Usa dalle continue minacce provenienti dal mondo russo e cinese.

Anche in ambito militare, si registrano notevoli sviluppi: durante la recente campagna elettorale in Wisconsis, Donald Trump ha dato molta enfasi al possesso degli armamenti che il Paese ha a disposizione. Grazie alle sue azioni messe in campo in questi ultimi anni, in America sono presenti grandi armamenti, ad esempio missili ipersonici, oltre a navi, carri ecc.

“Ho costruito un sistema di armi nucleari che nessuno ha mai avuto in questo paese prima d’ora. Abbiamo cose che non avete nemmeno mai visto né sentito. Abbiamo cose di cui Putin e Xi Jinping non hanno mai sentito parlare prima. Nessuno – cosa abbiamo è incredibile”, afferma Trump nel libro di Bob Woodward “Rage”.

Ultimo baluardo del sistema di controllo degli armamenti nucleari che trova le sue origini nella Guerra fredda è rappresentato dal rinnovo del trattato New Start, siglato nel 2010 da  Barack Obama e Dmitrij Medvedev. Cresce l’attesa nel tentativo di trovare un’intesa con la Russia così da offrire a Donald Trump una carta in più in vista delle elezioni che si terranno il 3 Novembre.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*