Pensiero laterale di Matteo Sansoni

in PODCAST/Senza categoria by

Pensiero Laterale nasce con lo scopo di navigare con una rotta, nel caos dell’informazione offerta quotidianamente. L’idea è semplice: analizzare gli eventi di attualità con una lente che sfrutti storia, filosofia, arte e cultura in generale, per evitare appiattimenti e banalizzazioni.
Il nostro intento è quello di provare a risvegliare la coscienza critica di ognuno di noi, quella che, purtroppo, oggi sembra essere sopraffatta dall’accettazione passiva degli eventi. Su Radio Roma Magazine ogni Lunedì alle 19.00 il Podcast di Pensiero Laterale di Matteo Sansoni

Matteo Sansoni, nato a Roma il 19/02/1996. Diplomato al liceo scientifico e studente di Cyber Security. Musicista e grande appassionato di sport. Membro del Blog “Pensiero Laterale”, collaboratore e speaker radiofonico per la testata giornalistica “European Affairs” .

 

Mia Martini, una vita impossibile – podcast del 15 giugno 2020

Irina, Larisa, Barbara, Bruna, Pamela, Rossella, Irma, Lorena, Gina, Viviana e Alessandra. Tutte donne uccise durante questi due mesi di quarantena. Il vero nemico dal quale sarebbero dovute fuggire era proprio in casa. Ebbene si, parliamo di femminicidio…così chiamato, non per sminuire i cosiddetti “maschicidi”, ma perché purtroppo in Italia negli ultimi 4 anni si contano (secondo l’instat) ben 600 donne uccise dal proprio marito, fidanzato, figlio, amante. Ciò significa che,qui da noi, ogni due giorni (circa) muore una donna, vittima di abusi e violenze. L’unica loro “colpa” è quella di essere nate donne e di aver scelto, purtroppo, la persona sbagliata.

 

 

Italia Germania 3-1,  podcast del 22 giugno 2020

Propendo a credere i Germani una razza indigena, con scarsissime mescolanze dovute a immigrazioni o contatti amichevoli, perché un tempo quanti volevano mutare paese giungevano non via terra ma per mare, mentre l’Oceano, che si stende oltre sconfinato e, per così dire, a noi contrapposto, raramente è solcato da navi provenienti dalle nostre regioni. E poi, a parte i pericoli d’un mare tempestoso e sconosciuto, chi lascerebbe l’Asia, l’Africa o l’Italia per portarsi in Germania tra paesaggi desolati, in un clima rigido, in una terra triste da vedere e da starci se non per chi vi sia nato?“
Così scrisse Tacito nel 98 d.c., nel suo “De Origine et situ Germanorum”, meglio conosciuto come “Germania”. Ed è proprio qui che inizia una rivalità storica, ancora oggi

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*