1872 nasce la specialità degli Alpini

in STORIA by

Esperti rocciatori, truppe da montagna altamente addestrate, sciatori fuori dal comune, nonché il più antico Corpo di Fanteria da montagna attivo nel mondo. Nato il 15 ottobre 1872 per volere del Generale Giuseppe Perrucchetti – Medaglia d’oro al Valore Militare nella battaglia di Custoza – che già nel marzo 1872 aveva mosso il primo passo con un articolo suRivista Militare,dal titolo “Considerazioni su la difesa di alcuni valichi alpini e proposta di un ordinamento militare territoriale della zona alpina “e con il contributo del Senatore del Regno, nonché Generale anch’egli, Cesare Ricotti-Magnani, il quale con uno stratagemma riusci ad inserire l’istituzione delle prime quindici compagnie alpine in un largo programma
di riforma militare.

I primi passi di un reparto leggendario:dal battesimo del fuoco in Etiopia,dalle imprese del Passo del Tonale, Monte Pasubio, – il primo caduto italiano degli oltre 600000 di nome Riccardo Giusto era Alpino della16a Compagnia del battaglione Cividale, 8o Reggimento – alla cruenta battaglia dell’Ortigara, alla battaglie sul fronte greco-albanese,aNikolajewka, per arrivare nel periodo post bellico, fino a giorni nostri, con le penne nere protagoniste nelle missionieuropee e internazionali Nato, Afor, Isaf!

In virtù di questo enorme bagaglio, si ritenne opportuno preservalo e valorizzarlo con la creazione di una struttura permanente ove si procedesse all’addestramento di truppe scelte alla guerra da montagna. Dopo varie vicissitudini, finalmente il 9 gennaio 1934 ad Aosta venne inaugurata la Scuola Centrale di Alpinismo e dedicata all’alpinista e all’esploratore Luigi Amedeo Di Savoia Duca degli Abruzzi. Ubicata inizialmente in un appartamento di via Piave ad Aosta, è stata successivamente trasferita presso il Castello dei Baroni di Jocteau, sempre nel capoluogo aostano e interamente acquistato dall’amministrazione militare.

Diventato nel corso degli anni punto di riferimento e di eccellenza a livello globale, la scuola è articolata in diverse sezioni: addestramento, laboratorio di fisiologia per gli sport di alta montagna, museo e molte altre. Tutto ciò ha permesso agli allievi di poter usufruire di un alto livello di preparazione e addestramento, in particolare negli sport, come hanno testimoniato gli eccellenti risultati nelle olimpiadi del 1936 a Garmisch e nel 1973 fornendo una valido consulto per delle importanti spedizioni sull’Everest e in Antartide.

Di Gianmarco Maottini

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*