Gli scogli del «Nord Stream-2»

in EST EUROPA by

Gli Stati Uniti hanno uno strumento che può sospendere la costruzione del gasdotto Nord Stream 2 per due o tre anni. Questo strumento è la legge americana sulla sicurezza energetica dell’Europa, che ha ricevuto il sostegno di entrambi i partiti americani. Il disegno di legge prevede sanzioni mirate da parte degli Stati Uniti per fermare la costruzione di Nord Stream 2. In particolare, la società “Allseas” deve essere sanzionata, fornendo una nave fondamentale per la posa dei tubi in acque profonde. Quindi, al momento, c’è la possibilità che North Stream 2 non venga completato nei prossimi anni.

Ultima proposta di legge è stata elaborata quest’estate, nel corso dell’estate è stata sottoposta a tutte le procedure necessarie al Senato (questa è la legge del Senato) e negli ultimi giorni di agosto è stata finalizzata. Quindi, dopo le vacanze, potrebbe essere accettato. Ma dopo le vacanze del Congresso americano, il processo fiscale è andato avanti e le passioni per l’impeachment di Trump si sono scatenate. Tutte le altre questioni, tra cui Nord Stream 2, sono finite sullo sfondo dei legislatori americani. Il tema della costruzione di questo gasdotto è stato aggiornato dal momento che la Danimarca ha concordato la pista della sua zona economica marittima. E questo era l’ultimo ostacolo al completamento della fase di costruzione di Nord Stream 2. Per questo motivo, è stato ricordato agli americani che devono intensificare le loro azioni in questo senso.

Al momento ci sono due opzioni. Il primo è che dovrebbe essere già votata una proposta di legge di un gruppo di senatori elaborata in maniera procedurale, che non prevede azioni possibili da parte dell’amministrazione Trump, ma passi obbligatori. La legge è pronta dalla fine di agosto, ma non è ancora stata votata. La seconda è che, sulla base di una legge già in vigore dal 2 agosto 2017, Trump mostrerà la volontà politica di adottare le misure necessarie per sanzionare le aziende appaltatrici che stanno lavorando alla costruzione di Nord Stream 2.

Se le sanzioni vengono imposte, la costruzione non si fermerà, ma si sospenderà per due o tre anni. Perché si tratta di questo periodo? Una volta introdotte queste sanzioni, ci si aspetta una serie di azioni legali e processi che sono di per sé duraturi. Inoltre, la Commissione Europea ha creato una serie di problemi per Gazprom. Anche se Nord Stream 2 dovesse essere completato, ora, in base alle disposizioni della normativa europea aggiornata (la direttiva sul gas), Gazprom non potrà utilizzare Nord Stream, sia il primo che il secondo, con più di 50% capacità. Di conseguenza, sarà processato a riguardo, ci saranno nuovi processi che possono anche durare mesi e anni.

Interrompere la costruzione di North Stream 2 significherebbe mantenere il transito del gas russo attraverso l’Ucraina, che a sua volta non risentirà dell’aumento dei prezzi del gas per gli italiani.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*