7 arresti in Spagna per contrabbando di migranti

in EUROPA by

Con il sostegno del Centro europeo per il contrabbando di migranti (EMSC) di Europol , la polizia nazionale spagnola ha smantellato un gruppo criminale organizzato sospettato di facilitare il contrabbando di migranti su larga scala tra i paesi africani di lingua francese e la Francia. Si stima che questa rete criminale abbia facilitato l’ingresso in Spagna di circa 300 immigrati irregolari, prima di organizzare il loro successivo contrabbando in Francia.

Durante un giorno di azione alla fine di luglio, sei sospetti sono stati arrestati a Guipuzcoa (nel nord della Spagna) e uno a Madrid. Otto migranti in attesa di essere introdotti clandestinamente in Francia sono stati anche salvati da una casa sicura a Guipuzcoa. Europol ha supportato l’indagine con capacità analitiche interne e lo spiegamento di un esperto a San Sebastian (Spagna) con un ufficio mobile e UFED (Universal Forensic Extraction Device).

Il gruppo della criminalità organizzata, formato da individui di origine subsahariana, ha predisposto il passaggio clandestino di migranti dai paesi africani di lingua francese (Guinea, Costa d’Avorio, Mali e Senegal) in barca, fornendo di solito documenti falsi . Al loro arrivo sulla costa spagnola, i migranti furono contattati da membri dell’organizzazione criminale che avrebbe provveduto al loro trasferimento in case sicure nel nord della Spagna e da lì in Francia.

Altamente ben organizzata, questa rete criminale operava dalla città spagnola di San Sebastian, con ramificazioni a Bilbao, Madrid e Francia.

IL CENTRO EUROPEO PER IL CONTRABBANDO DI MIGRANTI (EMSC)

Il crescente coinvolgimento delle reti criminali organizzate nel facilitare l’immigrazione illegale negli ultimi tempi ha richiesto una risposta rafforzata e coordinata da parte delle forze dell’ordine europee. Europol è stato incaricato di rafforzare le sue capacità e ha lanciato il Centro europeo per il traffico di migranti (EMSC) nel febbraio 2016. Il centro si concentra su punti di crisi geografici e sulla costruzione di una migliore capacità in tutta l’UE per combattere le reti di contrabbando di persone organizzate che operano in esse.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*