European Union Internet Referral Unit, due giorni dedicata alla lotta al terrorismo

in SICUREZZA by

Il 14 e il 15 marzo 2018, l’European Union Internet Referral Unit (EU IRU), l’Unità di segnalazione di Internet di Europol, ha programmato una due giorni dedicata alla lotta al terrorismo, nello specifico alle forme di propaganda online delle organizzazioni estremiste. Congiuntamente all’agenzia con sede all’Aia, le unità nazionali protagoniste dell’evento sono state Belgio, Francia, Paesi Bassi, Slovenia e Regno Unito. Dopo l’incontro dello scorso 11 gennaio, incentrato sull’utilizzo dei Social Network Sites da parte dei gruppi terroristici, questa volta il focus si è spostato sulla piattaforma software di personal publishing WordPress.com, oltre che su VideoPress, il servizio di hosting video della piattaforma stessa.

L’azione dell’Europol ha individuato oltre 900 articoli di propaganda terroristica, che sono stati dapprima segnalati ai moderatori della piattaforma ed eventualmente rimossi al termine di un’accurata revisione. Il lavoro delle unità speciali impiegate non si è fermato all’identificazione degli items propagandistici. L’analisi qualitativa dei contenuti ha evidenziato una volta di più il massiccio utilizzo delle organizzazioni terroristiche dei mezzi di comunicazione online per promuovere la propria ideologia e raggiungere il maggior numero di persone.

La task force contro la propaganda terroristica online si è focalizzata sui contenuti prodotti dai due principali movimenti sovversivi attivi sul pianeta, vale a dire Isis e Al Qaeda. L’analisi si è soffermata in particolar modo sui diversi video di propaganda presenti sul web, con l’obiettivo di glorificare e supportare le azioni terroristiche.

L’idea finale promossa e sostenuta da Europol è quella di un’operazione collaborativa tra le unità nazionali dell’Unione Europea e le varie piattaforme online per limitare la diffusione di contenuti che promuovono il terrorismo e incitano alla violenza, tenendo presente che la rimozione definitiva dei contenuti è stata un’attività volontaria delle piattaforme coinvolte. Europol ha comunicato che azioni di questa entità per la lotta al terrorismo non rappresenteranno momenti isolati, ma organizzate con una precisa regolarità nei prossimi mesi.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*