Foiba Rossa, presentato alla Camera dei Deputati il libro a fumetti su Norma Cossetto

in BOOKREPORTER by

Nel libro a fumetti sceneggiato da Emanuele Merlino e disegnato da Beniamino Delvecchio la storia di Norma Cossetto, giovane donna istriana violentata e uccisa nelle foibe nel dopo 8 settembre 1943.

Una storia spesso dimenticata  quella delle foibe e dei martiri istriani, nel 2005 l’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha concesso alla martire Cossetto la medaglia d’oro al valore civile con le seguente motivazione «Giovane studentessa istriana, catturata e imprigionata dai partigiani slavi, veniva lungamente seviziata e violentata dai suoi carcerieri e poi barbaramente gettata in una foiba. Luminosa testimonianza di coraggio e di amor patrio. Villa Surani 5 ottobre 1943». Un riconoscimento che desta speranza ai tanti esuli Istriani, Dalmati e Giuliani che dovettero abbandonare la loro terra e cercare rifugio dove possibile, scampando ad un periodo di vendette e di rivalsa che in quel periodo attanagliava tutto il paese e in particolare quelle zone di confine.

La storia di Norma Cossetto purtroppo è una delle tante di cui non si conosce il nome o in tanti casi la fine, dalla scoperta delle foibe, gole carsiche di grande profondità,  che  sono diventate scenario di una pulizia etnica e sociale.

Nell’audio intervista allo sceneggiatore Emanuele Merlino abbiamo chiesto chi era Norma Cossetto, perché è cosi importante ricordarla e perché è stata scelta la formula del fumetto per farlo, buon ascolto!

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*